fbpx
0Altre serie tv

Smash – 1.03 Enter Mr. DiMaggio

“Let me be a star”..

In questo episodio lasciamo sullo sfondo i preparativi dello show, che comunque proseguono malgrado gli ostacoli (ancora poche canzoni pronte, ad un passo dall’inizio del workshop), per approfondire la conoscenza dei personaggi principali.

Julia svela un segreto del suo passato (la relazione extra coniugale con il “Joe di Maggio”) all’amico Tom, dimenticandosi – come nelle più classiche licenze telefilmiche – della presenza invadente di Ellis (l’assistente di Tom, appunto); il cui astio nei confronti della donna non promette nulla di buono.

Ivy inizia a dubitare della genuinità del rapporto amoroso che sta intrattenendo col regista (“Ti faccio chiamare dal mio assistente e ti faccio mettere nell’agenda” non è la tipica frase che una ragazza sogna di sentirsi dire mentre si trova fra le braccia del suo uomo…diciamolo…); dimostrando così che, dietro il fisico esplosivo da bambola e l’atteggiamento libertino, pulsa l’anima di una giovane donna che non solo ha studiato e ha fatto sacrifici (l’insofferenza per la parte che interpreta nel suo attuale show si fa sempre più marcata..”sembro una papera con quel costume”) ma che vuole adesso fare emergere tutto il proprio talento!!

Karen da un’ulteriore conferma di essere una ragazza di provincia, semplice, ma al tempo stesso forte e determinata, capace di non subire la genialità e lo charme di Derek.

Eileen annaspa, pur non dandolo a vedere, nel nuovo ruolo di produttrice-separata; sebbene sia stata un’icona nel suo ambito lavorativo, l’universo sembra dirle che adesso non vale nulla senza suo marito (la vendita dei suoi gioielli e la fuga degli investitori).

Ellis infine sembra lo “spiritello” cattivo delle fiabe, a monte ha subito un torto ma ora, dietro consiglio degli amici, inizia ad acquisire maggiore sicurezza meditando vendetta e restituendo i torti agli altri (ruba il quaderno degli appunti di Julia…); convinto di avere l’appoggio di Tom che, più volte e in più occasioni, gli ha “dato corda”… speriamo solo che non ci si “impicchi”…

Cala il sipario sul terzo episodio di questa neonata serie in casa NBC, unica nel suo genere: un musical, che parla di se stesso.. Idea bella e ben confezionata. Il cast è ben assortito, ed i caratteri dei personaggi sono ben delineati oltre che differenti l’uno dall’altro. La palma d’oro (non se la prendano a male quelli di Cannes..) va, per me, alla poliedrica Debra Messing che è perfetta nei panni della eccentrica compositrice, anche se io terrei sott’occhio il donnaiolo regista, interpretato da un brillante Jack Davenport! Certo siamo ancora all’inizio di questa series, ma le premesse sono veramente buone..
To Top