Recensioni

Smallville, una seconda stagione con il botto…(seconda parte)

Le sorprese non finiscono qui per questa 2’ stagione… abbiamo infatti anche una Guest Star di grande effetto: entra in scena il Dr. Virgil Swann interpretato da colui che nell’immaginario collettivo è e resterà sempre il superman cinematografico: CHRISTOPHER REEVE.
Il Dr. Swann contatta Clark mandandogli un messaggio in lingua kryptoniana, dopo aver visto sul giornale l’articolo che parla di uno strano simbolo apparso magicamente dal nulla sulla porta del granaio di una fattoria a Smallville.
Nessuno sa che quel simbolo, in realtà, è stato impresso dalla vista di Clark dopo che, richiamato alla caverna dalla chiave esagonale, la vede inserirsi da sola in un foro emanando un raggio che lo investe scatenando il suo sguardo di fuoco.
Ovviamente è roba da muro delle stramberie per Clhoe, che non perde occasione per iniziare le sue ricerche.

Quando Clark incontra il Dr. Swann, scopre che l’uomo ha ricevuto un segnale il giorno della pioggia di meteoriti e che grazie ad un codice matematico è riuscito a decriptarlo in parte. Questo messaggio, che Clark riesce a decifrare soltanto scorrendolo come se stesse leggendo un libro, lo definisce ‘Kal-El dal pianeta Krypton’ e gli comunica che presto dovrà seguire il suo destino.
Il Dr. Swann non fa domande, non chiama giornalisti, né cerca spiegazioni; dà il messaggio al ragazzo confidando che possa farne buon uso e lo lascia andare a casa.
Clark non capisce, ne parla con suo padre ed insieme decidono di aprire l’astronave. Un raggio di luce li invade ed una voce profonda si rivolge a Kal-El presentandosi come Jor-El, suo padre biologico, che l’ha mandato sulla Terra per evitare che alla distruzione di Krypton seguisse anche la distruzione dei kryptoniani, e che il suo compito è quello di regnare sul pianeta in cui è stato inviato.

Dopo questa notizia, i ‘drammi’ adolescenziali risultano quasi bazzecole ma ci sono, e Clark deve affrontare la furia di Chloe che se la prende con lui convinta che le nasconda chissà quali segreti e che, in seconda battuta, discute con Lana a causa della gelosia scatenata dal sentimento che entrambe provano per lui. 
Eh…..è dura la vita del supereroe!!
Per placare un po’ le acque Clark decide di abbandonare il Torch e di dare respiro all’amica.

Lionel nel frattempo, sempre attento ed in cerca di indizi che gli svelino il segreto di Clark, propone a Chloe una rubrica al Daily Planet (il principale quotidiano di Metropolis) in cambio del suo fiuto e del suo talento ‘investigativo’.
Lex intanto convive con Helen ma la donna, trovando una stanza della casa (o meglio, del castello) chiusa a chiave, si insospettisce e lo accusa di non avere abbastanza fiducia in lei. Lex decide di provarci, vuole fidarsi, ha bisogno di questo e le mostra cosa contiene quella stanza, insieme a tutto ciò che è la sua ossessione per Clark. La donna lo sta cambiando, sente che lo rende migliore, è innamorato e ricambiato, può concedersi il lusso tanto spaventoso di lasciarsi andare ad un briciolo di felicità? Forse sì…. Forse….e senza nemmeno rendersene conto, le chiede di sposarlo.
Lionel regala ai ragazzi il viaggio di nozze e, nel marasma dei preparativi, arriva ad ottenere il controllo della caverna indiana.

Lex chiede a Clark di fargli da testimone, ed a Martha e Jonathan di sedersi accanto a lui all’altare come fosse loro figlio. Tutto sembra andare per il meglio, finalmente un po’ di serenità, ma l’ossessione di Lex non lo lascia mai ed intrufolarsi nell’ufficio di Helen per rubare il campione di sangue di Clark risulta essere fin troppo facile… E mentre la donna annulla il matrimonio profondamente delusa dal comportamento di quello che era quasi suo marito, Lionel continua a giocare al gatto e al topo con Chloe che, sorpresi Clark e Lana baciarsi senza l’influenza di nessuna pietra rossa, ripensa seriamente all’offerta di Luthor.
Purtroppo filo conduttore della serie sembra essere la continua sofferenza che i personaggi si auto-infliggono nel nome del martirio dei sentimenti per una ‘giusta’ causa…. Ma quale? Ci chiediamo noi…
A dimostrazione di ciò, Lana ci ripensa, decide che quel bacio è stato un errore che potrebbe danneggiare la loro amicizia con Chloe e decide che è meglio rimanere amici.

Lex riesce a farsi perdonare da Helen, ma mentre si sta celebrando il matrimonio Clark è impegnato ad impedire a Lionel di inserire la copia della chiave esagonale nella caverna per paura che possa distruggere la sua astronave con relativo messaggio di Jor-El. Mentre corre a super velocità alla caverna, passa accanto all’auto dei suoi genitori mandandola fuori strada e facendo sì che Martha perda il bambino che portava in grembo.
Clark viene accusato pesantemente da Jonathan e sentendosi la causa di quella perdita e del pericolo costante che la gente che ama corre ogni giorno, si infila l’anello di kryptonite rossa e parte per fuggire lontano.
Lex si sposa senza il suo migliore amico come testimone e parte per il viaggio di nozze quando, svegliatosi di colpo, si accorge di essere da solo sull’aereo e di stare precipitando in mezzo all’oceano… Dov’è Helen? Dove sono i piloti? Cosa sta succedendo?

Comments
To Top