fbpx
Recensioni

Smallville, overview della prima stagione

Volete rivivere i “primi passi” del giovane Clark Kent? Ecco in sintesi quello che è accaduto durante la prima stagione del serial…
Clark vive alla fattoria dei Kent con i suoi genitori adottivi Martha e Jonathan, che nascondono nella botola sotto al fienile l’astronave trovata accanto al ragazzo. Qui aiuta il padre durante il pomeriggio, mentre  la mattina frequenta il liceo Smallville High.
Le sue attenzioni vengono presto rapite dalla cheerleader Lana Lang (Kristin Kreuk) ragazza acqua e sapone, molto dolce, fidanzata del quarterback della squadra di football, orfana dei genitori morti nella pioggia di meteoriti e che proprio per questo vive con sua zia Nell.

Il migliore amico di Clark è Pete Ross (Samuel Jones III) ma anche un’altra ragazza diventerà molto importante nella sua vita: Chloe Sullivan (Allison Mack) abilissima con i computer e appassionata di giornalismo.
Nella prima puntata Clark incontra Lex Luthor: salvandogli la vita in un incidente, desta la sua curiosità ma getta anche le basi per quella che sarà la loro insolita amicizia.
I suoi poteri non sono ancora maturi, si manifestano poco per volta, ed è così che in questa prima serie, oltre alla grande forza e alla velocità, con un forte mal di testa, Clark scopre di avere anche la vista a raggi X.
In ogni episodio verrà messo nelle condizioni di usare questi poteri per salvare qualcuno (quasi sempre Lana, Chloe, Pete o Lex) da situazioni che a Smallville sembrano essere all’ordine del giorno. Deve passare ancora un po’ di tempo prima che il nostro Clark diventi il Superman conosciuto dal mondo intero, quindi vediamo che il pericolo creato dalla ‘cattiva gestione’ dei poteri che i ‘mutanti da meteorite’ scoprono di avere, tocca sistematicamente la sfera dei suoi affetti.

Lex, nel frattempo, avvia ricerche in laboratori segreti (il primo chiamato ‘Livello 3’) sulle persone che sono state esposte e contaminate dalla pietra verde; in questo vede la fonte della sua ascesa al potere e l’unico modo possibile per dare una risposta alla sua ossessione: capire quale segreto nasconda il suo migliore amico Clark. Allo stesso tempo però, si ha la costante impressione, mai realmente confermata se non dai ricordi che in un episodio porta con sé l’arrivo della sua vecchia governante, che Lex stia cercando il motivo per cui la pioggia di meteoriti l’ha fatto rimanere completamente calvo all’età di 8 anni, facendogli vivere così una pessima infanzia, nella derisione dei coetanei e nel disagio di un padre che sembra voglia compiacere ed impressionare alla continua ricerca di approvazione da parte sua.
Lex così, dopo l’istruzione privata e l’isolamento dal mondo delle persone ‘comuni’, lavora alla Luthor Corporation, società fondata e gestita da suo padre Lionel a Metropolis, che gli permette di procedere con le sue ricerche avendo accesso ad informazioni altrimenti strettamente riservate alle autorità (e al padre stesso!). Quando però i mutanti da meteorite (termine coniato da Chloe qualche serie più avanti) sfuggono al suo controllo, è Clark che corre in suo aiuto salvandolo e alimentando allo stesso tempo i suoi sospetti.
Indagini simili, ma dettate solo dalla sua incredibile curiosità, sono anche quelle fatte da Chloe durante il suo lavoro al Torch (redazione del giornale della scuola dove ha allestito una parete piena di articoli sugli avvenimenti post-pioggia, il “Muro delle Stramberie”) quando intervistando Clark, scopre particolari compromettenti sulla sua adozione che decide di tenere per sè.

Intanto, con l’avanzare delle puntate,viene alla luce anche il lato ‘umano’ di Lex (e quel suo bisogno di approvazione) che lo porta ad offrire aiuto economico alla famiglia Kent in difficoltà con la fattoria.
Questa generosità è però subito arginata dalla cruda realtà della sua vita, dove scopre, infiltrandosi nella rete informatica del padre, che egli continua a tramare segretamente contro di lui e contro le sue ricerche, cercando di sabotare il progetto che sta portando avanti col suo team di scienziati (corrotti).
Lana intanto cerca lavoro e Lex le offre un posto da cameriera al Talon, locale nel quale andrà poi a vivere dopo la partenza della zia e l’allontanamento dal fidanzato.

Clark, che vorrebbe la vita ‘normale’ dei suoi coetanei, si candida a rappresentante di classe, ma il ritrovamento di un frammento appartenente alla sua astronave da parte di un operaio di Lex, fa sì che tutto torni alla solita Anormalità.
Continua così la sua vita proteggendo le persone che ama, soprattutto Lana che, sotto l’effetto dei meteoriti, gli dimostra di nutrire qualcosa per lui. Tra i due però non si vedrà mai più di un intenso scambio di sguardi, che lascia sempre ben sperare ma che delude nella concretezza dei fatti.
Lana non capisce cosa le nasconde Clark, perché sparisce all’improvviso ma riesce sempre ad essere nel posto giusto al momento giusto (ovvero dove lei si trova nei guai) e soprattutto perché non le si avvicini mai. Non ha notato che questo è successo solo dopo che lei ha tolto dal collo un ciondolo di pietra verde…
…Clark scopre di essere allergico alla Cryptonite.

Comments
To Top