fbpx
Recensioni Serie Tv

Sleepy Hollow: Recensione dell’Episodio 2.01 – This is War

Tra i ritorni più attesi (almeno per me) c’era senz’altro Sleepy Hollow. La prima stagione di questo telefilm, che riprendeva le glorie del film di Tim Burton con protagonista Jhonny Depp, mi aveva stregata e aveva stupito molti, non soltanto per un’idea originale gestita in maniera brillante (tanto di cappello, ancora una volta, al genio di Kurtzman e Orci), ma soprattutto per un cast invidiabile, nonché per la comicità del tutto quotidiana di un gentiluomo del settecento. Era dunque più che giusto che attendessi impaziente il ritorno del duo Abbie-sleepyhollow_201_4Ichabod e, almeno nella seconda parte dell’episodio, non sono rimasta delusa. Quello che invece mi ha spiazzato completamente è stato l’inizio: per i primi dieci minuti avevo gli occhi fuori dalle orbite e il mio cervello mi riproponeva un loop di ‘WTF?’.

La stagione passata si era conclusa con Abbie intrappolata nel Purgatorio e Ichabod rinchiuso sotto terra dal suo figlio/cavaliere dell’Apocalisse/Morte. L’inizio dell’episodio ci catapulta in un confusionario (con il senso di poi, volutamente confusionario) futuro, un anno in avanti rispetto agli eventi del finale della stagione precedente, in cui Abbie e Ichabod combattono contro il cavaliere senza testa con armi nuove e nuove abilità, per cui si sono allenati per molti mesi. In questo immaginario stato di cose, Henry/figlio di Crane è loro prigioniero e da lui cercano risposte circa il disegno di una chiave che era stata schizzata da Franklin in persona (signorino impegnato, pare) e che solo la collaborazione di Crane ed Abbie può portare alla luce. Naturalmente la confusione iniziale (grazie al cielo, direi!) viene svelata come un’illusione del Cavaliere, in un tentativo di ottenere proprio da loro informazioni circa la suddetta chiave. A sleepyhollow_201_3cosa serve? Lo scoprono Crane e Jenny, dopo essersi liberata da una prigionia (breve ma intensa) da parte del Cavaliere della Morte: serve ad aprire temporaneamente un portale tra il Purgatorio e il mondo reale e permette ad un’anima di sfuggirvi senza il bisogno di essere rimpiazzata con un’altra. Se per Crane sembra un’ottima opportunità di riportare Abbie indietro, il Cavaliere aka Figliolo malefico vi vede la possibilità di portare Molok ed il suo esercito di demoni nel mondo reale, dandogli così la possibilità di diffondere il suo regno del terrore anche tra i vivi.

Ciò che emerge con prepotenza in questo pilot, smantellando inevitabilmente i piani di Molok e di Henry, è l’affiatamento del duo Abbie/Crane, che non solo riescono a liberare la prima dal purgatorio e riportarla nel mondo dei vivi, ma dal momento che la chiave si polverizza dopo l’utilizzo, qualsiasi piano futuro di Molok di lasciare il Purgatorio evapora. Come aveva promesso al luogotenente, Crane non ha lasciato Abbie nel Purgatorio e ha fatto di tutto per riportarla indietro. Allo stesso tempo, è stato bello vedere che anche Abbie è stata in grado di riconoscere la differenza tra il Crane reale, quello arrivato per salvarla, e il demone dalle sembianze di Crane che aveva tentato di ingannarla per il modo diverso di parlare dei due. Ormai Abbie è in grado di distinguere anche un Crane vero da un Crane falso, ma quanto sono affiatati quei due?

sleepyhollow_201_2Simpatica è inoltre questa nuova figura di villain che è sdoppiata nelle figure di Henry e di Abraham o cavaliere senza testa. Con questo non dico che Molok sia assente ma è giusto dire che preferisce lasciare il ‘lavoro sporco’ agli altri, come al figlio di Crane per esempio. Mi sfugge perché un Cavaliere della Morte debba avere questo timore reverenziale verso Molok – addirittura inginocchiarsi davanti al suo riflesso, seriously?! – ma suppongo sarà più che interessante vederlo fare da tramite per i piani di questa figura inquietante. Proprio come inquietante resta il Cavaliere senza Testa, che ora ha rapito Katrina e… cosa? Ne farà la sua amante? La decapiterà così potranno vivere per sempre felici e contenti nella loro anomalia? O semplicemente la terrà lontana da Ichabod, privando lei e lui della felicità che ritiene essergli stata ingiustamente sottratta? Non so, questo rapimento lo vedo marginale, anche perché lo stesso ruolo di Katrina è stato marginale, a differenza del Cavaliere, che ha saputo imporsi con prepotenza come personaggio. Inoltre, avranno davvero Ichabod e Abbie il tempo di sleepyhollow_201_5pensare a Katrina, con l’Apocalisse alle porte e Molok pronto a invadere il mondo con il suo esercito di demoni, fresco fresco di creazione?

Che posso dire per concludere? L’episodio nel suo complesso non è stato male, se vogliamo sorvolare sui minuti iniziali (sono rimasta troppo traumatizzata, scusatemi), ed ha risolto velocemente quelli che erano gli interrogativi della stagione passata. La chiave, che sembrava sul punto di diventare questo pezzo centrale della nuova trama, si è volatilizzata pochi istanti dopo essere stata scoperta, portandoci a chiederci se ci sia molto più di quello che si pensava ci fosse dietro e se non possa ritornare in qualche modo e per qualche ulteriore utilizzo.

La nota geniale di Ichabod della settimana: assaggiare la terra, scoprirvi lo zolfo e farla esplodere come un petardo. Non prima di aver registrato un messaggio d’addio per l’agente Mills… rimasto inespresso causa dell’assenza di memoria del cellulare. Oh, brillante!

Comments
To Top