fbpx
Recensioni

Shameless: Recensione dell’episodio 5.10 – South Side Rules

We are young / Heartache to heartache we stand / No promises, no demands / Love is a battlefield
We are strong, no one can tell us we’re wrong / Searchin’ our hearts for so long / Both of us knowing / Love is a battlefield
(Pat Benatar – Love Is A Battlefield)

Questa stagione di Shameless ci sta regalando un colpo al cuore, e allo stomaco, dietro l’altro. Come ci avevano promesso questa seconda parte di stagione si è lasciata dietro la spensieratezza estiva del South Side e ci sta conducendo sempre più dentro un cammino doloroso e difficile. Asciughiamoci le lacrime e cerchiamo di capire con un po’ più di lucidità cosa è successo. Perché questo è forse l’episodio più significativo di tutta la stagione.

shameless_5x10Le storie raccontate in South Side Rules sembrano l’una scollegata dall’altra. Ogni personaggio si muove nel suo spazio d’azione e pochi, rispetto agli altri episodi, sono i momenti corali in cui le loro vicende si intrecciano.
Ma un fil rouge che le lega c’è, ed è di sicuro l’amore. Quel sentimento di attaccamento e preoccupazione che si prova per il proprio compagno, per il proprio figlio, per un amico e a volte per se stessi.
Questa serie ci ha abituati a vedere le cose al loro estremo. Bianco o nero, per intenderci. Questo episodio prova a cercare delle sfumature di grigio nel mezzo, senza però riuscirci. O meglio sembra arrendersi all’evidenza che il South Side potrebbe benissimo essere il Purgatorio in terra e che, anche se ti allontani, il South Side te lo porti dentro. E i suoi abitanti, volenti o nolenti, non avranno mai vita facile.

Fiona, Lip, Deb, Kev, tutti si trovano a dover fare una scelta.
Fiona sceglie (per l’ennesima volta) di imboccare la strada difficile e allontanarsi da quello che potrebbe essere per lei un potenziale happy ending. Nonostante la buona volontà, non riesce proprio a non incasinarsi la vita. E non capiamo se lo fa perché non riesce proprio a non aiutare gli altri o perché non riesce proprio a trovare un po’ di pace per se stessa. Quanto è sincero il suo volere aiutare Sean? Ogniqualvolta c’è di mezzo un uomo diventa difficile individuare il punto esatto dove finisce il suo altruismo ed inizia l’interesse.
shameless_5x10_kevLip si trova ad affrontare l’ennesima tappa del suo percorso di cambiamento. Ed è probabilmente la prima volta che qualcuno gli dice chiaramente in faccia che vale qualcosa, che deve smetterla di comportarsi da teppista qualunque e iniziare a ragionare come persona intelligente quale è. Non senza difficoltà, decide di allontanarsi ancora un passo dal suo passato e dal South Side e abbracciare la sua nuova vita. Il confronto con Kevin è la sua affermazione che davvero vuole cambiare strada e darsi una nuova possibilità. Il nostro moderno Egon Schiele…
Anche Kev sembra essere giunto ad una conclusione ragionevole. Archiviato il lavoro da scortatore di collegiali ubriache e arrapate, il suo ritorno a casa da sua moglie e dalle sue figlie è la conclusione che tutti ci aspettavamo. Non se avremo modo di vedere altre gag che coinvolgono la famiglia Ball – Fisher e la magnifica quanto animalesca (nel senso di guidata dai primari istinti animali) Svetlana, ma il loro allontanamento iniziava un po’ a puzzare. Speriamo che Abbott & company decidano di salvare almeno loro!
Debbie invece è ancora una volta vittima dei suoi ormoni. Ma come giudicarla, visto gli esempi che ha avuto in famiglia? E il suo ragionamento non fa una piega: perché Fiona può sposare un tizio che conosce da poco più di una settimana e lei invece non può far sesso con il ragazzino che frequenta da più di quindici giorni? Peccato che Fiona sia maggiorenne e lei abbia poco più di quattordici anni. Ma siamo in casa Gallagher e le regole che valgono per i comuni mortali qui non hanno senso.
Riguardo Frank, ancora non ho ben capito a che gioco stiano giocando gli sceneggiatori. Lo abbiamo visto in questi anni fingere qualsiasi tipo di attaccamento amoroso ed affettivo pur di conquistare avidamente quello che voleva, in buona sostanza soldi e comodità. L’incontro con Bianca è davvero l’inizio della sua redenzione? Chi lo sa..

shameless_5x10_debMa i veri protagonisti di questa puntata sono però loro, i Gallavich.
Sapevamo che per loro sarebbero andate male in questa stagione, ma tutti speravamo non fino a questo punto. Sono loro ad offrirci per l’ennesima volta alcune delle scene più strazianti e dolci di tutta la serie. É difficile persino commentare quello che abbiamo visto, perché ogni parola sembra superflua.
Non posso esimermi però dall’evidenziare ancora ( e ancora e ancora) quanto Noel Fisher abbia regalato al suo personaggio una veridicità e un’autenticità che solo pochi attori riescono a raggiungere. E in questo episodio è supportato anche da un bravo (direi lucido) Cameron Monaghan.
Love is a battlefield: quante prove deve affrontare un amore? Sembra proprio che per loro le sfide non finiscano mai. E quando finalmente le acque sembrano calmarsi e probabilmente è arrivata l’ora di concedersi quel primo appuntamento che non si è mai avuto, ecco che tutto si complica ancora di più. E il cuore scoppia di nuovo di dolore.
Per concludere: se non sapevamo più dove collocare il personaggio di Sammi, ora sappiamo quale sarà la sua fine. Essere la più odiata di tutta South Side.

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Shameless vi consigliamo di seguire la pagina Shameless US Italian Page.

Comments
To Top