fbpx
Recensioni Serie Tv

Shameless: recensione dell’episodio 4.08 – Hope Springs Paternal

to·geth·er  (tə-gĕth′ər) adv. In association with or in relationship to one another; mutually or reciprocally

 

shameless-1Quando, dopo aver finito di vedere Hope Springs Paternal, ho realizzato che spettava a me la recensione di questo magnifico episodio ho avuto un po’ paura sebbene allo stesso tempo ne fossi immensamente felice.
La paura e la felicità nascono entrambe dalla stessa motivazione fondamentalmente: sono una fan di Ian & Mickey. Sono una fan dei personaggi presi singolarmente e dell’evoluzione che hanno avuto in queste quattro stagioni e sono una fan (leggi Shipper) della coppia. Quando avevo recensito la premiere di questa stagione, mi ero augurata che fosse arrivato il momento di approfondire sia il personaggio di Mickey sia la relazione con Ian. Gli sceneggiatori, come speravo e sospettavo, non hanno disatteso le mie aspettative ma anzi se possibile le hanno superate.

shameless-5Il cammino fatto da Mickey, interpretato da uno struggente e intenso Noel Fisher– che si aggiunge alla schiera di attori di questa serie ingiustamente sottovalutati –  capace di commuovere lo spettatore con un solo sguardo- è da manuale e si concretizza in questo episodio. L’assenza di Ian è servita a fargli capire qualcosa di se stesso e finalmente riesce ad abbattere quel muro che lo trattiene, si lascia andare sia con le azioni sia con le parole. Incurante del parto in corso della moglie, che precedentemente aveva cacciato Ian da casa, Mickey quasi per paura che possa sparire nuovamente, non lascia un attimo Ian, che gode delle attenzioni tanto cercate. Mickey ammette quasi inconsapevolmente, davanti a una domanda diretta di voler stare insieme a Ian. Passi da gigante in questo episodio!!
Se l’evoluzione di Mickey è stata graduale e armonica, lasciandoci vedere le fragilità di un personaggio con molte potenzialità, Ian torna a casa totalmente cambiat0. Agitato, su di giri, in preda a un’isteria creativa sembra una persona totalmente diversa da quello che era quando ha lasciato la città per arruolarsi. Ancora è forse presto per dirlo con sicurezza ma pare proprio aver ereditato la stessa malattia di Monica: la bipolarità. Nonostante Fiona e Lip lo osservino preoccupati per questo sconvolgente cambiamento, sembra che ancora nessuno abbia fatto questo collegamento.
shameless-2Fiona, dal canto suo, è ancora avvolta nella sua spirale distruttiva accentuata dall’ansia di essere chiusa in casa. Le cose con Lip però sembrano risolversi, quando dopo una telefonata a cuore aperto il fratello, le riporta Liam, prima, però tra i due Gallagher più adulti, c’è un altro scontro in cui Lip si scaglia contro la sorella colta in piena sbornia.
Fiona era la roccia della famiglia, ora sembra l’ombra di se stessa sempre più simile nel suo atteggiamento di commiserazione a Frank che tanto detesta, ma con il quale è cresciuta. Non riesce a occuparsi della sua famiglia come una volta: di Carl e del suo bullismo preoccupante, di Debbie e il suo essere diventata donna.  Ancora una volta abbiamo Emmy Rossum in splendida forma, intensa capace di catalizzare la scena totalmente e a renderci a pieno la disperazione di Fiona.
Un po’ scollati dal resto delle storyline ci sono Kevin e Vee, alle prese con il parto della madre di quest’ultima. Qui, la storia è stata tirata un po’ via, bisogna dirlo. E’ vero, l’episodio aveva come catalizzatori assoluti, Mickey e Ian e noi ringraziamo sentitamente, ancora una volta gli sceneggiatori, ma avrei gradito che la decisione della madre di Vee, di tenere il bambino fosse gestita in tempi un po’ più lunghi così come la difficoltà di Kev di lasciare andare il figlio. Il tutto è durato cinque minuti, insomma un po’ pochino, no?
shameless-4Da segnalare il simpatico e allo stesso tempo agghiacciante discorso che Frank – sempre in condizioni di salute peggiori – fa alla convocazione per la sospensione di Carl. Il discorso, in cui sostiene il destino ascritto di Carl, unito alla visita di quest’ultimo al dormitorio del College con Lip, potrebbe servire a far finalmente crescere Carl e fargli capire cosa è giusto e cose è sbagliato.
Con questo episodio, Shameless conferma ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, la qualità della scrittura e della recitazione ma non solo dimostra anche quanto la serie sia ancora fresca, quanto le dinamiche tra i personaggi siano ancora da approfondire. Ci sono serie che giunti alla terza stagione, sembrano aver dato tutto quello che potevano, il discorso per Shameless sembra invece opposto: più si va avanti con le stagioni più le storie acquistano spessore e una drammaticità sapientemente dosata che rende questa serie uno dei tv show più piacevoli sulla piazza.

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Shameless vi consigliamo di seguire la pagina Shameless US Italian Page

4.08 - Hope Springs Paternal

Emozionante

Valutazione Globale

User Rating: 4.78 ( 3 votes)

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio