fbpx
Netflix

Sense8: Tuppence Middleton parla di Riley e della stagione 2

sense8
Netflix

La nostra DJ preferita, interpretata da Tuppence Middleton, racconta del finale di stagione di Sense8 e del suo personaggio Riley.

ATTENZIONE SPOILER, nell’articolo si fa riferimento al finale della seconda stagione di Sense8.

Nel finale della seconda stagione vediamo il buon Will dire a un incosciente Whispers (Terrence Mann) – conosciuto anche come il Cannibale, il cui scopo è quello di radunare i sensate per fare esperimenti – che se vuole la guerra, questo è esattamente quello che otterrà.

Se Will è il leader del suo cluster, è proprio Riley a mettere insieme un esercito grazie ai suoi nuovi collegamenti con altri cluster.

LEGGI ANCHE: Quando l’imperfezione diventa amabile – Recensione seconda stagione.

Sense8, nel finale di stagione una missione di salvataggio a Londra

Whispers riesce a prendere Wolfgang e a fare qualche esperimento su di lui, così da connettersi a Kala attraverso il berlinese.

Capheus (Toby Onwumere), Sun (Doona Bae), Nomi (Jamie Clayton), Kala (Tina Desai), Riley (Tuppence Middleton), Lito Rodriguez (Miguel Ángel Silvestre) e Will Gorski (Brian J. Smith) si riuniscono a Londra per la missione di salvataggio di Wolfgang (Max Riemelt).

Riley, Will e gli altri sono in un van, dopo aver messo in piedi un geniale piano, per catturare l’uomo che gli stava dando la caccia e buttarsi in una battaglia contro la misteriosa organizzazione BPO che abbiamo già visto nel finale della prima stagione.

Le due stagioni infatti si concludono in modo simile: Wolfgang al posto di Riley rapiti dall’organizzazione con il cluster che collabora per liberarlo, stavolta però tutti (fisicamente) insieme.

È un momento adorabile quando finalmente sono tutti insieme in carne e ossa. Sembra quasi più surreale che farsi visita l’un l’altro a migliaia di chilometri di distanza. Così la Middleton parla del loro avvicinamento reale, anche se hanno condiviso moltissimi momenti intimi anche a distanza.

Riley acquista importanza nella stagione 2

Un momento di evoluzione importante per Riley, che nella prima stagione era insicura e meno utile rispetto ad altri componenti del cluster, che gestisce bene molti momenti di crisi.

Nel finale della prima stagione scopriamo il suo doloroso passato in Islanda (la ragazza ha infatti perso suo marito e sua figlia in un incidente) ma la ritroviamo pronta a intraprendere una storia di amore e collaborazione con Will.

sense8

Infatti è proprio il leader del gruppo che si appoggia completamente alla compagna che ha il compito di tenere i pezzi insieme e di sostenere Will.

Nella seconda stagione Riley è sia un’amante che una combattente, mettendosi in prima fila insieme ai sensate per affrontare nuove, pericolose, minacce. 

La ragazza da salvare nelle prima stagione diventa a sua volta una salvatrice, rischiando la sua vita per indagare una pista importante e un atroce passato (quello che collega Angela, Whispers e Jonas) che ha portato alla nascita del cluster.

Mentre si fanno dichiarazioni di guerra sia a Berlino che a Londra, vediamo che Riley sta acquisendo sempre di più il ruolo che ha avuto Angelica (Daryl Hannah) nella prima stagione: il suo compito è quello di proteggere e tenere unito il cluster, acquisendo informazioni utili contro il nemico.

Ho sempre pensato che Riley sarebbe stata come una madre per i sensate. Lei è diplomatica e premurosa, cerca sempre di mantenere tutti felici. Sente il loro dolore in profondità ed è sempre in ascolto. Lei ha l’abilità di unire le persone e di mettersi nelle scarpe degli altri, una qualità che non dovrebbe mai essere sottovalutata.

Penso che quel momento nel club, quando mette a nudo la sua anima in una stanza piena di estranei rischiando la sua anonimità e la sua sicurezza, sia il momento in cui veramente definisce la sua vera natura e il suo sviluppo come personaggio. È naturale per lei entrare in quel ruolo e spingere sé stessa e scoprire quanto il più possibile sul suo nuovo modo di vivere. 

Se qualcosa o qualcuno a cui lei tiene viene minacciato, lei combatterà fino alla fine.

Quando i Sense8 smettono di nascondersi

Il tema della seconda stagione è la ricerca di sé stessi, ma si fanno anche importanti scoperte riguardo alla condizione di cluster, oltre ad ampliare l’universo con nuovi personaggi appartenenti ad altri cluster.

Individualità e gruppo sono messi insieme per un risultato stupefacente.

Lito, un famoso attore di film d’azione deve affrontare le conseguenze del suoi coming out in un’industria conservatrice, Kala sta lottando tra il suo matrimonio, la sua carriera e l’amore per Wolfgang, Nomi si trova faccia a faccia con la sua famiglia.

Will e Riley combattono contro Whispers, mentre Will affronta anche l’essere lontano da casa. Wolfgang si trova immischiato nelle malavita di Berlino con una nuova temibile minaccia, Sun ancora una volta deve affrontare suo fratello (ma un nuovo alleato) infine Capheus fa un passo avanti per migliorare le condizioni del suo paese.

Tutti loro si rendono visibili, dopo una fine di prima stagione e inizio seconda in cui scappavano e si nascondevano al mondo.

LEGGI ANCHE: Valeria Bilello nel cast della seconda stagione.

Basta giocare secondo le regole e vivere nell’ombra, come dichiara Riley. 

Loro hanno appena scoperto il potenziale della loro connessione.

La Middleton vede al di là del loro potenziale e questo aumenta la forza in un maggior numero di cluster che entrano nella battaglia contro la BPO.

La sensazione da trasmettere è quindi quella della comprensione e Adesso sono veramente uno parte degli altri nel mondo fisico ed è molto più difficile separare te stesso da questa situazione o negare qualcosa quando è così vicina a te.

Il loro legame è diventato più profondo di prima e come risultato, sono più forti. Spero che il pubblico lo veda e realizzi che c’è una connessione tra loro e il resto dell’umanità, è loro responsabilità aiutarsi l’un l’altro quando possono.

LEGGI ANCHE: 8 domande sul finale e ipotesi sul rinnovo della terza stagione.

Fonte: Vanity Fair

Comments
To Top