fbpx
Recensioni

Scandal: Recensione dell’Episodio 4.06 – An Innocent Man

Prendiamo soltanto un minuto per pensare a come sarebbe perfetta questa serie se dedicassero abbastanza tempo ai personaggi femminili. Non mi riferisco più soltanto a Olivia, che di momenti bad-ass ne ha avuti più che abbastanza, quanto invece al ruolo che hanno giocato prima Abby e poi Millie, ciascuna nel suo campo, sapendosi affermare con una tenacia e forza d’animo impareggiabili in questo episodio.

Dopo aver creduto al malefico Command, Fitz ha fatto rinchiudere Jake, convinto che quest’ultimo fosse il responsabile dell’assassinio scandal_406_2di suo figlio. Noi sappiamo che è non è la verità ma, proprio come scoprirà Olivia, non sempre la verità e la giustizia vanno a braccetto. Oltre a doversi occupare dei suoi soliti problemi relazionali, infatti, miss Pope riceverà la chiamata da parte dell’uomo che ha tentato di assassinare il predecessore di Fitz, il presidente Cooper, che le chiede di aiutarlo a dimostrare la propria innocenza. Ciò che si nasconde dietro alle belle parole di un carcerato, tuttavia, non è altro che il desiderio di passare alla storia come un assassino e non soltanto come l’uomo che ha sparato, senza ucciderlo, al presidente. Tutti gli sforzi e i sotterfugi di Olivia and co. si rivelano così non soltanto inefficaci ma inutili, dal momento che in realtà l’uomo di cui cercano di provare l’innocenza altro non desiderava se non una prova tangibile della sua colpevolezza. Malgrado l’interessante ed inatteso twist finale, direi che l’episodio sarebbe risultato pieno anche senza la necessità di aggiungere questo povero pazzo che vuole essere fritto sulla sedia elettrica. Il tutto gira, comunque, intorno a questa morte, quella di un ex presidente degli Stati Uniti, e sembra quasi doveroso che tutti abbiano una propria parte.

scandal_406_3Come scoprirà Mellie, per esempio. Dopo aver passato settimane a mangiare pollo fritto e camminare in pantofole per la Casa Bianca, la First Lady si ricorda il proprio ruolo e rimette letteralmente gli abiti adatti. L’occasione non potrebbe essere più triste, dal momento che si ritrova a pianificare un funerale, cosa che la mette in contatto con chi l’ha preceduta, la signora Cooper, ormai vedova dell’ex presidente. La donna svela a Mellie che non soltanto è stata lei a governare in maniera effettiva la nazione per gli otto anni del mandato di suo marito ma che lui, proprio come Fitz, era un donnaiolo. Ciò che tuttavia è fondamentale e che dà a Mellie una nuova visione della relazione tra il marito ed Olivia Pope è che la distrazione delle donne, dice Betsi, è stata la sua scorciatoia per poter governare senza problemi e senza ostacoli, tenendo il marito occupato con ‘altre attività’. Mellie, che si era sempre concentrata maggiormente sul tradimento e i suoi aspetti negativi, vede in questo nuovo modo di pensare un barlume di speranza e una nuova luce, che decide di sfruttare al volo. Quando afferma davanti a decine di giornalisti il contrario rispetto alle intenzioni effettive di Fitz, quindi di chiudere degli stabilimenti militari, fa uno sgambetto a tutta la Casa Bianca e ai suoi piani ma, più importante, scavalca Fitz senza dargli la possibilità di contraddirla. scandal_406_5Erano ormai settimane che aspettavamo di rivedere la vecchia, decisa Mellie e ora eccola, risorta dalle ceneri proprio come una fenice. Ci aspettiamo grandi cose da lei, soprattutto ora che ha avuto qualche saggio consiglio dalla precedente First Lady.

Altrettanto forte si dimostra Abby, in questo episodio. Dopo aver vegliato su Olivia, tormentata dagli incubi (Jake, Fitz e suo padre in un unico sogno: ci credo fosse un incubo!), con un coraggio che da lei non ci saremmo mai aspettati, affronta il suo capo, il capo del mondo libero, e gli dice chiaro e tondo che sa della sua relazione con Olivia e che, se fosse davvero uomo, si comporterebbe come tale e dunque la terrebbe informata sulle condizioni di Jake, invece di ignorare le sue chiamate. Malgrado Fitz non nutra particolare simpatia per ‘Gabby’, la ascolta e permette ad Olivia di vedere Jake – sotto suggerimento dello stesso Rowan. L’incontro va in maniera inaspettata penso un po’ per tutti. Fitz riceve la sua conferma, quella che gli serviva per ricordarsi che non è un assassino e che è ancora, sotto sotto, lo stesso uomo di cui Liv si è innamorata. Liv, dal canto suo, non chiede a Jake se sia o meno innocente ma semplicemente accetta la realtà: l’uomo che ama è stato imprigionato per l’assassinio del figlio dell’uomo che ama. Sui piatti della bilancia ci sarà sempre un ‘ama’ che peserà più dell’altro che lo sappiamo tutti, proprio come Jake, proprio come la stessa Liv. Per questo Jake le da il numero di un conto e le chiede di far arrivare i soldi a sua madre: sa che non sopravviverà. Naturalmente in un momento successivo ci penserà Fitz a smentirlo, informandolo che non sarà consegnato a Rowan ma trasferito in una prigione di massima sicurezza.

Il capo del scandal_406_4B613, arrabbiato nero, chiede spiegazioni a Liv la quale, senza indugi, afferma fieramente di essere riuscita a salvare non solo Jake ma anche Fitz. Non è facile essere Olivia Pope, non è per niente facile!

Un po’ isolati e dediti alle proprie attività sono invece Huck e Quinn: il primo impegnato a giocare a videogiochi online (in compagnia di suo figlio, come si scoprirà infine) e la seconda a cercare l’armadietto che apre la chiave trovata nella pancia della ragazza morta. Risultato? Dopo una giornata a provare lucchetti scopre cos’era che la poverina tentava di nascondere: Liv. Foto di Olivia Pope, stava cercando di dire qualcosa riguardo ad Olivia Pope. Ha, questa non me l’aspettavo!

Un episodio pieno ma, nel complesso scorrevole, con le solite musiche che eccellono nei momenti in cui vengono proposte. Liv splendente come sempre ma, come già detto, bellissime la grinta di Mellie e gli attributi di Abby. Ora che la First Lady è di nuovo in gioco ne vedremo delle belle, per non parlare del fatto che l’ammissione di Liv sulla possibilità di un futuro con Fitz ci rigetterà, lo sappiamo ormai, nel solito vortice di sesso occasionale e speranze illuse e prive di fondamento. Ah Scandal, non ci annoieremo mai con te! Grazie come sempre, Shonda.

Per restare sempre aggiornati su Scandal con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Scandal Italia: It’s Handled

Comments
To Top