fbpx
Recensioni Serie Tv

Scandal: recensione dell’episodio 3.04 – Say Hello To My Little Friend

Avete presente le cinque fasi del lutto? Per tutta la visione di questo quarto episodio ho pensato a Elisabeth Kübler Ross e al suo modello. La prima fase è infatti quella della negazione e Liv sembra proprio rientrare in quella per quanto riguarda il rapporto con il padre e soprattutto il suo ruolo in diverse vicende di interesse nazionale e non solo.

scandal304_1

Questa terza stagione sta completamente sconvolgendo i punti fermi delle precedenti due. Liv e Fitz non sono più una coppia ma soprattutto Liv sembra aver perso la sua forza e la sua stabilità evidentemente costruita e fondata sulla negazione dei possibili coinvolgimenti del padre in diversi aspetti non solo della sua vita ma soprattutto della vita di ogni americano.

L’episodio è scritto, a mio avviso, in modo impeccabile. I singoli personaggi stanno ottenendo sempre più profondità narrativa e anche il caso della settimana, liberamente ispirato ad un fatto reale (il democrativo Anthony Weiner fu infatti coinvolto nel 2011 in uno scandalo sessuale con la pornostar Ginger Lee e alcune sue foto osè furono pubblicate su Twitter), viene “risolto” con un colpo di scena inaspettato, colpo di scena che rappresenta anche il primo vero errore di giudizio di Liv che, seguendo il suo istinto, aveva sempre avuto ragione.

Proprio per questo errore di giudizio e per la difficoltà e la totale negazione nel voler affrontare le conseguenze delle azioni del padre, Olivia sembra più umana di quanto non sia mai stata nelle precedenti stagioni. Anche nei confronti di Fitz aveva infatti sempre mantenuto una lucidità che nei confronti del padre scompare totalmente.

scandal304_4

Un altro personaggio che sta ottenendo sempre più attenzioni in questa stagione è Huck che, in questo episodio in particolare, si interfaccia soprattutto con due persone: Quinn e Jack.

Quinn, che a inizio episodio sembra essere genuinamente preoccupata per Huck, si scopre invece essere morbosamente attratta dai dettagli della terribili azioni che Commander è riuscito a far compiere ad Huck con la costrizione. Quinn, invece di comprendere che tali azioni hanno portato Huck ad essere emozionalmente instabile e a dover combattere la dipendenza da “wiskey”, si ritrova sempre più curiosa di scoprire ogni piccolo dettaglio. Proprio Huck, in una scena straziante, la avvisa di come questo suo preoccupante interesse potrebbe portarla a perdere la ragione e la mette in guardia chiedendole di non prenderlo ad esempio.

scandal304_5Se con Quinn, Huck trova uno scontro, l’unione con Jack per sconfiggere Commander potrebbe essere per lui una vera e propria salvezza anche se ancora non è chiaro come potranno mettere in pratica la loro vendetta nei confronti di un capo che sembra in grado di comandarli apparentemente solo comunicando loro quali sono le sue volontà. Sappiamo ancora poco relativamente al tipo di addestramento a cui B613 li ha sottoposti e non resterei particolarmente stupita nello scoprire che sono in qualche modo state utilizzate anche delle tecniche che fanno leva sul subconscio dei soldati, quali parole in codice che riattivano comportamenti specifici. Questo potrebbe anche spiegare il perché Olivia è così terrorizzata dal padre in modo quasi irrazionale. Potrebbe essere Olivia la prima cavia utilizzata dal padre?

Infine cosa può essere successo durante la segreta Operazione Remington da meritare tutto questo mistero? Per ora sappiamo solo che il pilota dell’operazione, che vide la partecipazione anche di Jack, fu il Presidente e che il soldato ucciso da Huck era pagato per coprire un qualche segreto e fingersi il pilota di quel particolare volo. Questo fa ovviamente pensare che Fitz abbia intrapreso delle azioni che potrebbero causargli la perdita della presidenza ma ancora non sappiamo perché Commander dovrebbe proteggere da così tanti anni Fitz.

scandal304_2Il colpo di scena finale ci rivela, poi, che Fitz conosce Commander e sa perfettamente quale ruolo svolge sul territorio americano. Molto probabilmente è anche cosciente del fatto che la morte del soldato ucciso a cui lui ha procurato un funerale degno è stata causata proprio dal signor Pope. Saprà anche che Commander altri non è che il padre della sua amante? O questo particolare gli è in realtà oscuro?

Altri aspetti degni di menzione di questo epidoio:

– la danza di Harrison sulle note di “Mary Jane” di Rick James
– “Phoebe” nei panni di una possibile rivale di Fitz
– Abby e David. Li ho sempre adorati come coppia e sono contenta che Abby abbia deciso di aprirsi totalmente all’amore nonostante tutti i problemi professionali legati ad una relazione tra di loro.
– “We need the money” ripetuto più e più volte da Olivia e dai suoi gladiatori ricorda tanto la ben più famosa frase “Show me the money” che il personaggio di Tom Cruise urla al telefono al suo cliente Cuba Gooding Jr. per convincerlo a restare suo cliente.

Comments
To Top