fbpx
Recensioni Serie Tv

Scandal: Recensione dell’episodio 2.11 – A Criminal, a Whore, an Idiot and a Liar

Questo episodio di Scandal è centrale ed è molto importante per la trama orizzontale di questa stagione. Dopo aver risolto la questione Huck finalmente, ci è permesso di dare uno sguardo a qualche anno indietro, siamo, infatti, alla vigilia dell’elezione del presidente degli Stati Uniti d’America e Olivia e Cyrus lavoravano a fianco a fianco per far vincere le elezioni al presidente Fizgerald Grant. Il candidato repubblicano però, nonostante molto amato dal popolo americano è sempre un passo indietro all’avversario democratico tanto da costringere il futuro presidente a coinvolgere il padre, un anziano politicante per nulla idealista che incarna alla perfezione la politica americana. Con la richiesta di trovare materiale Scandal_211scottante sul candidato democratico, si forma ufficialmente la Pope & Associati, Olivia, infatti, convoca Huck, Abby e Harrison che si conoscono per la prima volta proprio in questa occasione.

Quando anche l’ultimo dibattito non va per il verso giusto e lascia Fitzgerald con sette punti percentuali indietro rispetto al candidato democratico la vittoria sembra un lontano miraggio. Ma il profumo del potere è troppo buono perché rinuncino facilmente così, Cyrus, Hollis, Mellis e Verna decidono di truccare le elezioni politiche. Ognuno di loro ha delle motivazioni diverse, tutte egoistiche e non hanno particolari scrupoli di coscienza nell’accettare la proposta di Hollis, mentre l’unica a opporsi fino all’ultimo è proprio Olivia, che alla fine acconsente solo per amore, è l’unica che non ha nulla da guadagnarci e invece molto da perdere

La scena in cui viene decisa la manomissione del voto è abbastanza irreale, i cinque complici parlano nell’aereo privato del futuro presidente, chiunque avrebbe potuto sentirli molto facilmente. Lasciatemelo dire senza snobismo, sono queste le ingenuità che ti ricordano che stai vedendo una serie che, anche se ben congeniata, va in onda su ABC.

Il flashback ben si collega alle vicende attuali; il presidente Fiztgerald, appena uscito dal coma e con davanti una lunga convalescenza, è costretto, vista l’aria che tira alla casa bianca, a tornare subito al suo posto, nonostante i problemi evidenti che il trauma alla testa gli ha portato. Con molta fatica riesce, grazie alla presenza di Olivia al suo fianco, a convincere il vicepresidente, il congresso e la stampa che è nelle sue piene facoltà mentali e fisiche riottenendo così il suo posto nella stanza ovale.

Scandal_211-aMa non posso tralasciare la scena ‘woman power’, la più bella dell’episodio. Edison accusa Olivia indirettamente di essere in sostanza la squillo del presidente e per questo una bugiarda, criminale e idiota nell’andare sistematicamente contro la legge per lui. Sono appunto supposizioni ma Olivia non ci sta e rivendica il proprio diritto di fare quello che vuole. A Criminal, a Whore, an Idiot and a Liar è appunto il titolo dell’episodio che ha una doppia valenza, quello cioè di spiegare la situazione tutt’altro che facile in cui si è trovata in passato Olivia, la quale ha tradito molti dei suoi valori per l’amore di un uomo.

La sfuriata di Olivia porta Edison a scusarsi e a farle un’inaspettata proposta di matrimonio, nello stesso momento Fitzgerald trova il coraggio di chiedere il divorzio da Mellie.

L’episodio è stato piacevole, la forza dello show resta comunque concentrata sulla coppia Fitz /Olivia, gli altri appaiono come un contorno, gli stessi attori Kerry Washington e Tony Goldwyn sono due spanne sopra rispetto agli altri e sono anche molto ben assortiti, le loro scene sono sempre molto intense e dinamiche da mettere sistematicamente in secondo piano il resto delle storie. La curiosità ora è capire come reagirà il Presidente Fitzgerald Thomas Grant alla notizia che le elezioni, che l’hanno reso presidente sono state truccate e soprattutto che tra chi ha contribuito a questa truffa c’è proprio Olivia.

 

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio