News

Scandal: la settima stagione sarà l’ultima. Ecco le dichiarazioni di Kerry Washington

Scandal

Agli Upfront che si sono tenuti questa settimana, è stato rilasciato un comunicato ufficiale in cui è stato annunciato che la serie drama di Shonda Rhime Scandal, con protagonista Kerry Washington, si concluderà effettivamente con la settima stagione.

La Rhimes ha parlato del futuro incerto dello show dato l’attuale clima politico. “Ho sempre saputo come si sarebbe concluso lo show, poi Donald Trump è stato eletto,” ha dichiarato all’Hollywood Reporter durante un intervista per il centesimo episodio. “Avevamo una destinazione, ma adesso non so più quale sia”. Ma in fondo la Rhimes ha sempre saputo che Scandal sarebbe durato 7 stagioni.

LEGGI ANCHE: Still Star Crossed: Shakespeare è morto. Recensione pilot.

In questa stagione gli sceneggiatori hanno dovuto scartare delle storyline, ad esempio l’attacco hacker da parte dei russi durante le elezioni, dato che sarebbe stato davvero troppo simile all’attuale realtà politica. Per altro un nuovo presidente rimpiazzerà Fitzgerald Grant (Tony Goldwyn) prima della fine della stagione.

Uno dei Topic trending sui social media dopo le elezioni era stato proprio “Oliva Pope” e la Washington ha dichiarato: “Questo mi ha fatto davvero arrabbiare. Siamo una democrazia e ci siamo cacciati in questo pasticcio anche perchè pensiamo che un personaggio televisivo possa risolvere i nostri problemi. Coloro che devono risolvere questi problemi siamo soltanto noi. NOI. Siamo noi che ci dobbiamo farci sentire. Dobbiamo partecipare considerato che solo metà del paese ha votato.”

Per Madison Avenue e per i produttori, non è ancora chiaro se la serie ritornerà a metà stagione come era avvenuto originariamente con la prima stagione di 7 episodi e la sesta stagione. Voci dicono che la Rhimes voglia abbreviare la stagione.

scandal_paleyfest

Scandal ha contribuito a far diventare la Rhimes una degli showrunner più potenti nel mondo televisivo e questo grazie ovviamente anche alla ABC che ha programmato il giovedì tutti i suoi show. Con la crescente popolarità di Scandal e How to get Away with Murder, il network ha deciso di spostare Grey’s Anatomy alle 8 di sera e così ha creato l’ormai noto “TGIT” ( Thanks God It’s Thursday)  ovvero un’intera serata dedicata a tre show della Rhimes.

Scandal ci ha aiutati ad entrare in una nuova era televisiva soprattutto quando la Rhimes ha scelto Kerry Washington per interpretare Olivia Pope. La Washington ha ricevuto la sua prima nomination agli Emmy nel 2013 ed è stata la prima attrice afro-americana nominata nella categoria miglior attrice drama dopo ben 18 anni e nella storia degli Emmy ce ne sono state solo cinque.

LEGGI ANCHE: Grey’s Anatomy: ordinato uno spin-off che parlerà di pompieri

“Mi sento davvero fiera di vivere in un mondo dove uno show come Scandal possa essere visto dal pubblico a livello mondiale e non solo negli U.S.” ha detto la Washington a THR la mattina della sua nomination. “Un giornalista giapponese mi ha detto di quanto erano felici di poter vedere un’Afroamericana nelle loro case… è meraviglioso quando le storie che noi interpretiamo arrivano al pubblico in modi così diversi. Il nostro show non si basa solamente sulla differenza di razza, ma anche sull’età, sull’orientamento sessuale e sul sesso. E’ davvero fantastico”

Anche se Scandal sembra aver perso un po’ di presa sul pubblico televisivo, lo show va ancora forte su Twitter. Dopo la prima stagione, la Washington ha chiesto personalmentee alla Rhimes di convincere il cast ad iscriversi ai social media e di rispondere ai fan durante i Live-Tweet con l’hashtag #AskScandal, che è stata copiata da altri show e altri canali. Questo ha aiutato ad avere delle conversazioni più ampie coi fan ed ad attirare nuovi fan come Ophra Winfrey e Lena Dunham, ed entrambe hanno dichiarato più volte che queste conversazioni su Twitter le hanno aiutate a diventare loro stesse dei “Gladiatori”.

Comments
To Top