fbpx
0Altre serie tv

Royal Pains – 4.07/4.08 Fools Russian/Manimal

ROYAL PAINS – 4.07 FOOLS  RUSSIAN

Paige è ufficialmente un membro della HankMed! Non vi poteva essere notizia migliore per iniziare questo settimo episodio. Il suo primo incarico, come segretaria di Evan, la conduce nella dimora di uno dei primi pazienti della società, ma anche uno dei primi amori della ragazza.

 Di ritorno dallo spazio, il paziente propone ad Evan e Paige di sposarsi là su, nel cosmo, in qualche angolo sperduto del nostro sistema, lì dove nessuno potrebbe mai ostacolare la loro unione. Che proposta allettante! Non siete d’accordo!?!Peccato che a Piage non piaccia tanto!

Nonostante una prima analisi faccia escludere qualsiasi malattia, un incidente casuale, porta Brady a perdere del sangue…del sangue “verde”! Possibile che sia un alieno!?!

Se ci trovassimo in un altro tipo di telefilm, nulla ci impedirebbe di dedurre la provenienza interplanetaria del paziente, ma in Royal Pains, certe cose non accadono, proprio no! Anche l’idea più assurda ( ricordiamoci gli zombi di qualche episodio fa ), trovano nel finale una risposta razionale, capace di soddisfare la mente più scettica. La stessa cosa non poteva che accadere anche questa volta!

Ad occuparsi del caso, con il supporto vigile di Evan e Paige, sarà Sacani. Henk e Divya sono infatti coinvolti in altri tipi di faccende.

Dopo il malessere del padre di Divya, la ragazza trascorre le giornate all’Hampton Heritage Hospital, fino a quando l’uomo non si risveglia, ma testardo quanto prima, non appare scosso dalla vicenda, continuando a ripudiare moglie e figlia. Non è facile per Divya accudire il “paziente” ribelle, ma un medico esperto come lei, avrà i suoi metodi per raggiungere i suoi obiettivi.

Per quanto riguarda Henk, il medico più famoso degli Hampton è coinvolto nella prima missione con Boris, ed è costretto a partire per New York. Qui Henk, ha modo di conoscere Dimitri, una vecchia conoscenza di Boris, che a seguito di un pericoloso malessere ha bisogno di uno dei rimedi di Henk, escogitati sul momento, in puro ed ineguagliabile stile Royal Pains!

Trovo che la prontezza con la quale Henk improvvisa ogni volta soluzioni inusuale e spartane per salvare vite umane, se da una parte è rappresentativo del carattere paradossale della serie, nell’altra ci cattura, mostrandoci un mondo parallelo alla normale medicina, quella che siamo abituati a vedere in ogni serie del genere. Royal Pains si distingue per la sua invettiva, per la sua originalità, per la sua bizzarria, si rende unico per la particolarità dei suoi personaggi, per i dialoghi comuni, ma allo stesso tempo inusuali ed ironici. Apprezzo questa serie, perché, a mio avviso, ci apre le porte sulla medicina, ma lo fa in modo leggero, senza privarci di storie avvincenti e questioni elettrizzanti. La partita a poker di questa settimana, mi ricorda che questa serie è valida non solo per la cura nel trattare questioni mediche, ma anche per l’abilità con la quale tratta molteplici aspetti della vita quotidiana: rapporti famigliari, questioni di cuore, problemi etici, ecc.

Ah, dimenticavo…forse il nostro caro Henk, ha trovato una nuova fiamma. Sarà così!?!

ROYAL PAINS – 4.08 MANIMAL

Con Royal Pains non ci si annoia mai! 

Anche questo episodio ci apre le porte sul mondo allegro e divertente di una delle serie più originali del momento. I personaggi si alternano sulla scena, coinvolgendoci nelle loro vicissitudini, regalandoci con facilità momenti ironici e buffi. L’aggiunta di Paige nel team della HankMed non fa altro che accentuare questi momenti, mostrandoci numerosi colloqui tra lei ed Evan. La coppia spigliata e solare non si da pace…avvolta in un’atmosfera vivace e bizzarra che l’accompagna sempre. Questa volta ad impensierire i due piccioncini-colleghi è Van Dyke, che dopo una notte trascorsa in un pub, si presenta a lavoro ubriaco e mal concio.

In poco tempo scoprire la verità sugli eventi della sera prima, diviene una vera e propria missione per Evan e Paige che, non si sa come, si ritrovano a discutere sull’educazione dei loro ipotetici figli futuri.  Il tutto si corona con un funerale sulla spiaggia, più che paradossale.

Non c’è che dire, se cercate una serie scaccia pensieri, capace di far evadere dai problemi del reale, Royal Pains è quello che ci vuole!

Nel frattempo il caro Henk si dimena tra diverse questioni. Se da un lato, infatti, si occupa di un vecchio amico di Dyvia, un veterinario affetto da una rara malattia, dall’altra il dottore ha in cura Dimitry. Paziente peggiore non vi poteva essere per Henk! Fortuna che ad aiutarlo vi sia l’affascinante Christina che a quanto pare sembra proprio aver colpito il nostro dottore single!

Non posso negare che sia facile sorprendere la donna con le immense risorse di Boris, ma la stanza a diversi gradi sotto zero, ha il suo fascino e non mi sorprende che Henk se ne sia servito proficuamente! 

ma il vero tocco di stile del dottore più ambito degli Hampton si ha con la sua ultima risorsa: un cane in grado di percepire il tasso di glucosio troppo elevato nel corpo di un paziente. Che sia possibile? Una cosa ho imparato guardando Royal Pains: nulla è impossibile per il dottor Lawson!

Nel complesso ho trovato l’episodio piacevole, anche se trovo la segretezza sugli affari di Boris un po’ troppo invadente. Mi spiego meglio…fin dalla prima serie, intorno alla figura di Boris aleggia questo mistero, che ci ha sempre portati a pensare che l’uomo per essere così ricco si sia dovuto “sporcare le mani”, ma in passato, questo aspetto è sempre stato marginale, di poco rilievo e sembrava semplicemente necessario per fare di Boris una figura temuta e potente. Ora invece, siamo resi sempre più partecipi degli affari di Boris o dei suo incontri urgenti a discapito di tutti gli altri aspetti che caratterizzano la serie.

Henk è il medio degli Hampton non il braccio destro di Boris e vorrei che gli autori non lo dimenticassero!

 

Comments
To Top