fbpx

Ronald D. Moore parla di Caprica e del finale di Battlestar Galactica

Ronald D. Moore ha detto a SCI FI Wire che la sua prossima serie in arrivo su SCI FI Channel, Caprica – il prequel di Battlestar Galactica – è sulla buona strada, con le sceneggiature scritte e il set che dovrebbe partire questo mese (intervista di giugno n.d.T). Moore dice anche di non essere più coinvolto nel progetto di remake sul grande schermo del film di John Carpenter” La cosa”.Moore, in un’intervista esclusiva, condivide anche i suoi pensieri riguardo la reazione alla puntata finale di Battlestar Galactica “Daybreak”. Quello che segue sono porzioni editate della conversazione. Il pilot di Caprica è ora disponibile in DVD; la serie debutta in gennaio.

Partiamo con Caprica. Che cosa vi ha fatto venire l’idea di far uscire in DVD la premiere di Caprica mesi prima dell’effettivo debutto della serie?
E’ stata una decisione della rete. Mi hanno presentato la proposta e mi hanno chiesto che ne pensassi. Io mi son detto  “beh, è un modo di procedere ‘con le palle'”. Penso che il loro ragionamento sia stato che avremmo avuto pronto il pilot con così tanto anticipo rispetto all’inizio della serie, che volevano capitalizzare la fine di Battlestar Galactica, con tutta l’attenzione e la stampa che ci sarebbe stata in quel momento. E ha dato subito qualcosa agli spettatori, per dire “ecco il prossimo”, per dar loro il tempo di vederlo, perché ci fosse il passa parola, e per preparare il campo per la premiere di gennaio.

Come siete messi con la serie?
Stiamo lavorando sulle sceneggiature. Partiamo a girare a metà giugno. Abbiamo scritto quasi metà della stagione. Il nostro problema principale al momento sono i soldi. Stiamo combattendo con il budget, ma non è nulla di nuovo. Quindi sta andando bene.

Ora che è passato un po’ di tempo e che sei più distante dal Galactica, quali sono i tuoi pensieri sul finale? E com’è stata per te la reazione dei fan a “Daybreak”?
Sono molto soddisfatto del finale. E’ una delle cose di cui sono più orgoglioso di tutta la trasmissione della serie. E sono contento della reazione dei fan. C’erano sicuramente dei punti controversi e gente che voleva discutere di questa cosa e di quell’altra e dell’altra ancora, ma penso che la risposta che ho ricevuto sia stata veramente soddisfacente e gli spettatori sentivano che era stata data una degna fine alla serie. So che tutti quelli che ci hanno lavorato erano molto orgogliosi di come lo show sarebbe finito.

Qual è attualmente il tuo coinvolgimento con “La Cosa”? Hai fatto una bozza, e ora lo studio ha portato qualcuno di nuovo, giusto?
Così va il mondo, tesoro. Sono fuori. Ho dato la mia idea. Loro hanno preso un altro sceneggiatore. Vedremo cosa succederà. Auguro loro che vada bene. E’ un universo vasto e un grande omaggio alla versione di La Cosa di Carpenter e attendo con ansia di vederlo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button