fbpx
Recensioni

Revenge: Recensione dell’episodio 4.04 – Meteor

“I am not thinking clearly”

Che questa battuta messianica sia il nostro faro nella notte! Soprattutto in una stagione che sta facendo della dissennatezza la sua arma vincente.

Il filo conduttore di questo trashisodio è uno solo: il disagio famigliare. Morbosi, criminosi, maliziosi, non basterebbero tutti gli aggettivi in osi per descrivere i complicati legami che incollano i personaggi come un attack scaduto. Secondo il principio dell’insindacabile amore tra consanguinei, ovviamente.REVENGE 4.04  david victoria

La telenovela degli Hamptons va avanti di vendetta sensata in vendetta insensata. Anche ora che #davidclarkeisalive, le cose, invece di sistemarsi, si complicano. Sì, lo so, ecchelafannoaffare sta serie se vanno tutti d’accordo… però ogni tanto un po’ di coerenza, almeno psicologica, non guasterebbe.

Invece il tasto psichiatrico (F2 se non sbaglio) è l’ultima trovata degli autori per proseguire una trama improbabile infinityXinfinity. Se, come me, avete imparato ad accettare e non criticare, condividete nei commenti la vostra TOP 3 di casi umani hamptonstyle! Ecco la mia:

revenge s04e04 louiseCASO UMANO n.3: LOUISE
A confermare che siamo messi male – che dico, malissimo – è arrivata pure Louise, la Rossella O’Hara dei giorni nostri. Non si tratta solo della ex compagna di cella di Queen V, o di un’annoiata ereditiera del cotone con velleità vendicative. Qui, signori e signore, siamo di fronte a una stalker professionista, in cerca di – si salvi chi può – UNA MADRE.
Poiché non sta a noi spiegarle che:

a. le amicizie in manicomio non sono da coltivarsi e
b. Victoria non è esattamente una tenera “chioccia” (o no, Charlotte?)

lasciamola alla sua tragica deriva. Deriva che, a giudicare dal reggipetto in bella mostra, travolgerà pure il giovane Grayson e manderà in vacca il suo rapporto con Margaux.

CASO UMANO n.2: DAVIDCLARKEREVENGE 4.04 david frankenstein
Dimentichiamoci il figone sulla spiaggia che regala il cane della Tenderly alla sua bionda bambina. Quel Davidclarke forse non tornerà mai più. Ma chi lo vuole, ora che abbiamo un Frankenstein dagli occhi spiritati e tendenze omicide?
Non ho cuore di commentare la scena che entra di prepotenza nella storia del trash: l’autoflagellazione con le catene di Mimì Ayuara! Fate voi, se ve la sentite, io prendo i sali.

Non tutto è perduto però. David, ferito e confuso, inizia a farsi delle domande. Ma soprattutto, inizia a non fidarsi. Che stia facendo un doppio gioco ai danni di Victoria? Voglio disperatamente crederlo, perché farsi arrestare per un furto di pile (erano pile?) dopo 20 anni di latitanza …

CASO UMANO n.1: EMANDA
Vi aspettavate quella matterella di Charlotte? Mi spiace, l’unico posto dove vorrei infilarla è nel baule Vuitton di Louise, in un viaggio di sola andata verso l’Antartico. La cosa più sconvolgente è che anche Emanda dovrebbe desiderare la stessa cosa, dopo il tentato omicidio di settimana scorsa. E invece no: la famigghia prima di tutto! È proprio per questo che la nostra eroina si merita l’alloro del più psicopatico della serie. Non vi nascondo che, ad arricchire le motivazioni di questa vittoria sofferta, c’entra il suo entourage: Nolan, sempre più sconvolto con quei capelli da dita nella presa elettrica, e i due modelli di Abercrombie travestiti da sbirri che se la contendono.

REVENGE 4.04 jackEmanda, biologicamente affine a suo padre e dunque amante delle felpe con cappuccio, vive il suo psicodramma famigliare in modo personalissimo, precludendosi, per ragioni misteriose, la possibilità di raccontare a Davidclarke la verità. Almeno questo suggeriscono gli sguardi d’odio del finale. Le doti recitative della Van Camp non aiutano, ma la quasi vomitata fuori dalla centrale ha reso l’idea del trauma emotivo. Comunque vada la futura reunion, possiamo star certi che di lei si occuperanno Jack e Nolan (auguri).

Ma dei nostri traumi, dopo la visione di questa carrambata trash, chi si occuperà?

 

Comments
To Top