fbpx
Recensioni

Revenge: Recensione dell’Episodio 3.19 – Allegiance

Per quanto balordamente ridicolo sia diventato questo telefilm, il nome di Emanda ce lo abbiamo stampato sotto pelle oramai, e non saremo mai in pace con noi stessi fino a quando non vedremo i Grayson marcire dietro le sbarre (ovvero, mai). 59145-revenge3x19Sembra di essere catapultati di nuovo nel Revenge della prima stagione quando Victoria si ritrova ad avere un diverbio con uno degli ex-soci con cui Conrad aveva fatto affari in passato, che si scopre essere, niente popò di meno che, la persona che avevano deciso di incastrare in un primo momento per il volo 197. La convulsione da pennarello rosso colpisce di nuovo la nostra Emanda, che sfoggia il suo miglior sorriso mentadent e si tuffa di nuovo a capofitto in una delle sue vendicative missioni punitive. Con quel birbantello di Aiden in trasferta per la seconda puntata consecutiva, Emanda viene aiutata volontariamente da Jack, con il quale sembra aver riallacciato un legame empatico. E no, Jack non soffre di Alzheimer precoce, è ben conscio dello scompiglio che Emanda ha portato nella sua vita, ma con una moglie sotto terra, un bambino da accudire, una fidanzata francese che si sta facendo infinocchiare da Daniel e una madre alcolizzata che è riuscita a resistere nello show per un tempo record di soli sei episodi, non lo biasimo se voglia trovarsi un hobby da praticare.

Nel frattempo, Victoria scopre dal suo premurosissimo ex marito che la sua nuova fiamma, Pascal, ha giocato un ruolo importante nella condanna di David Clarke. Tralasciando lo spasmodico attacco di rabbia sfoggiato da Vicky che mi ha ricordato una trota arenata sulla spiaggia in asfissia, avrei veramente voluto sorprendermi a tale confessione, ma oramai chiunque si sia fatto una passeggiatina (breve o lunga che fosse) nello show si è scoperto essere implicato nella morte del padre di Emanda (ed infatti, lo è persino il mio salumiere che uscirà tra qualche puntata). Finta un po’ di meraviglia a tale scoperta e anticipate mentalmente tutte le 20 scene prevedibili successive a questa, i quaranta minuti trascorrono alternando le vicende di Emanda che, cosa lo dico a fare!, riesce ad incastrare il cattivo di turno e a portarselo dalla sua parte e quelle di Aiden e Nolan che riescono a rintracciare, nel giro di poco e niente, il famigerato Oscar Chapman, riuscito a passare inosservato per circa venti anni sotto le spoglie della magnifica e più che realistica Brenda (L’ASSURDITA’ DI QUESTE SITUAZIONE MI FA RIZZARE I PELI). Il tempo di sapere da ‘sto Oscar che pure il padre di Aiden era stato assassinato e di gioire nel cuore “forse questa è la volta buona!” che ovviamente Oscar viene zittito da Pascal. E che miseria.

AllegiancePascalandEmilyDa contorno, la fiera delle inutilità: come la definizione propria di equilibrio ci insegna, sottratti due personaggi, essi andranno rimpiazzati alla velocità della luce con altri due. Dopo aver detto quindi bye bye a Patrick e a Stevie (ex moglie di Conrad, madre di Jack, alcolizzata, alleata di Emily, avvocato di David, ‘sta cristiana non avrebbe potuto fare niente altro), Pascal e Javier si fanno spazio tra la folla. Il primo ammazzando gente, andando a letto con Victoria frequentemente e masticando un americano davvero penoso, il secondo stringendo un accordo con Daniel dopo essersi portato a letto Charlotte (R.I.P. Declan, solo tu davi un senso a questa cagna). Annovero tra gli inutili, inoltre, anche Daniel che cerca di fare colpo su Margaux (Alzheimer precoce anche per lui, che Margaux gli si è letteralmente spogliata davanti manco 10 episodi fa e lui a fare tutto il pudico?) sfruttando la sorella, e una stessa Margaux che, detto con sincerità, credo sia durata tanto nello show solo per dare un senso al personaggio di Jack.

Mentre Emanda mette una x su un’ulteriore testa –ed ogni volta le teste cancellate sono sempre e solo 4, non finirà mai, orrore- qualcun altro procede con la stessa operazione: Victoria. Seduta in braccio ad un Pascal soprammobile, dichiara, vincitrice, che dietro tutte le distruzioni non può che esserci Emily, intenta a rivendicare la morte di David.

TI CI SONO VOLUTI TRE ANNI PER QUESTA FOLGORAZIONE. CHEER, VICTORIA!

PERSONAGGIO DELL’EPISODIO: Jack. Finalmente sembra essersi svegliato dal torpore della seconda e terza serie e da quei lunghi piagnistei della serie “EmandaèmortamaEmandanoneraEmanda,eraEmily”. Più attivo, più comprensivo, più partecipe, più lucido, determinato ad abbattere i Grayson ma sempre pronto a difendere i suoi amici e a non metterli in pericolo. Dai, che nel giro di 257 episodi forse possiamo vedere insieme Emanda e Jack!

Comments
To Top