fbpx
Recensioni

Revenge: Recensione dell’episodio 3.18 – Blood

Anche questa settimana un episodio denso di avvenimenti per Revenge

Eccoci tornati alla fiera del chi più ne ha più ne metta, degli avvenimenti telefonati e delle apparizioni e sparizioni di personaggi più o meno noti degne di un grande illusionista aka Revenge. Nel corso di queste tre stagioni siamo stati così abituati a vedere succedere qualunque cosa e ad una velocità impressionante che ormai puntate come questa in cui succede la qualunque ci scivolano addosso come se nulla fosse. Anzi, potremmo dire che arrivati a questo punto questa miriade di avvenimenti frullati per bene che gli autori ci propinano settimana dopo settimana è proprio quello che ci aspettiamo, altrimenti l’episodio rischia di assumere tratti di noia e staticità.

revenge_318_cSappiamo che in questo telefilm i personaggi non centrali vanno e vengono alla velocità della luce ed anche questa settimana abbiamo la nostra dose di gente che finisce nell’oblio o che fa capolino per un attimo per poi finirci nuovamente ed ovviamente per sparire. Quindi per una Stevie che se ne va riaccompagnata a casa sua da Jack perché gli Hemptons fanno davvero male tanto da farla tornare a bere (non prima però di aver detto al figlio che lui è ancora innamorato di Emanda cosa che praticamente sappiamo tutti tranne il diretto interessato), c’è un Mason Treadwell che ritorna. Ma non allarmiamoci troppo, tanto per la fine dell’episodio è già stato spedito alle Maldive e chissà quando lo rivedremo. Quello che si può dire è che rimane un personaggio potenzialmente importante per quello che sa e che vuole scrivere e che la sua morte era telefonata: era scontato che quello della sua presunta morte fosse un piano di Emanda per sottrarre Mason dalle grinfie di Victoria che sta scavando sempre più a fondo per scoprire cosa vuole la ragazza dalla sua famiglia.

Intanto succede una cosa doverosa e che stacca un po’ dalla solita routine: Aiden si reca con Emanda a casa della sua mamma per riappacificarsi con lei e trovare un po’ di pace interiore (lui ha ancora gli incubi su ciò che accadde al suo papà) e per raccontargli tutte le scoperte fatte su suo padre e sua sorella negli ultimi otto anni, periodo in cui Aiden e la madre non si sono mai visti. revenge_318_bSono rimasta soddisfatta di aver visto questa parte della storia perché comunque il capitolo sulla mamma del ragazzo non era ancora stato toccato (si è sempre solo parlato degli altri due familiari), quando invece anche lei fa parte di ciò che è accaduto ed è giusto che Aiden si confronti anche con questa parte della sua vita. Qui lui e Emanda scoprono un messaggio che il padre del ragazzo lasciò prima di morire: nella sua storia di “obbligato terrorista e suicida” è coinvolto, oltre a Pascal, un giornalista, Oscar Chapman, e per tutto l’episodio i due cercano di scoprire qualcosa su quest’uomo. Solo Mason in un secondo momento sa dir loro che Oscar anni prima finse la sua morte e che quindi potrebbero ancora avere la possibilità di trovarlo per incastrare Pascal. Poi, per tutte le emozioni provate in questa giornata di ricordi, Emanda e Aiden si riavvicinano sentimentalmente e finiscono a letto insieme. Era inevitabile un loro riavvicinamento (erano separati già da troppo) e sono contenta di questa cosa, ma cavolo, che tira e molla! Questa non sarà certamente la volta definitiva e chissà a cosa ci toccherà ancora assistere.

Pascal il viscidone nel frattempo se la fa con Victoria in tutti i momenti possibili e nel contempo riallaccia i rapporti con Margaux, alla quale pare ora voler lasciare l’impero mediatico. Margaux alla quale Daniel, in uno sprizzo di furbizia (il suo unico neurone sta gridando vendetta) fa credere che Jack vada dietro ad Emanda, così da lavorarsela lui e fare i sorrisetti scemi a Jack mentre revenge_318_dvede i due in atteggiamenti che agli occhi di un fidanzato geloso possono sembrare compromettenti. Eh, guai in paradiso per i due innamorati e appena proprietari di una casa!
Ma Daniel in questo episodio è dopato ed oltre al piano Margaux ordisce anche il piano Charlotte: le fa credere che il Jack che lei tanto ammira sta tramando per aiutare Emanda, cosa che le viene confermata da varie parti, anche dal suo nuovo ragazzo, l’inutile ex compagno di cella di Nolan che neanche ricordo come si chiama. Bene, ora abbiamo un’altra furbona a piede libero!

Nell’attesa di scoprire i nuovi danni che faranno Daniel e Charlotte, abbiamo visto un episodio denso di avvenimenti. L’unica cosa che mi è dispiaciuta è il poco minutaggio dato a Nolan che qui è riuscito solo a passare per quello che vuole fregare il suddetto inutile ex galeotto. Non mi interessa questa noiosissima parte, voglio solo vedere più Nolan!

Comments
To Top