fbpx
Recensioni

Revenge: 2.08 Lineage

Si dice che le feste tirino fuori il peggio della gente soprattutto quando si è obbligati a frequentare parenti di cui si farebbe volentieri a meno. Quindi potevamo solo immaginare come potesse essere questa puntata dedicata al giorno del ringraziamento. Quando poi l’episodio è iniziato ed ho capito che sarebbe stato tutto un flashback sono andata in brodo di giuggiole (no potevate aspettarvi altro da una fanatica della trilogia di Ritorno al Futuro infondo!)

Conosciamo tutti Victoria, personaggio a cui è dedicato uno dei flashback, e quanto possa essere crudele e subdola pur di raggiungere ciò che vuole ma forse non ci siamo mai soffermati a chiederci cosa l’abbia resa la donna che è ora. Un famoso proverbio dice che la mela non cade mai troppo lontana dall’albero e come sappiamo i proverbi hanno sempre un fondo di verità. Victoria ha avuto un’infanzia decisamente infelice: la madre, un’arrivista di prima categoria, ha inseguito per tutta la vita uomini diversi utilizzando come unico criterio di scelta il loro conto in banca e mettendo davanti a tutti, anche la figlia, il suo status sociale.

Il fondo viene raggiunto quando Marian, la madre di Queen Victoria, costruinge la figlia teenager a prendersi la colpa per l’omicidio da lei commesso della sua ultima fiamma dopo che questa aveva cambiato idea sul matrimonio. Ma come se non fosse abbastanza Victoria subisce l’ennesimo colpo basso quando la madre la caccia fuori di casa dopo aver scoperto che la sua ultima preda miliardaria la aveva molestata. Un forte istinto materno insomma…

Alla vista di queste informazioni sul suo passato ho rivalutato completamente Victoria. Non solo mi piace odiarla, ora penso che non sia nemmeno così male vista la sua storia. Se ci pensate Vicotria non ha mai messo i suoi interessi davanti al bene dei suoi due figli, mai. Victoria sembra pronta a rinunciare a tutto o a modificare i suoi piani per non far soffrire Daniel e Charlotte.

L’altro flashback affronta invece il passato di Emily e Aiden e in particolare il loro primo incontro. Emily sta svolgendo la sua prima missione per Takeda (ancora non mi abituo al nuovo attore… non so voi!) e Aiden, on his way to revenge, le mette i bastoni tra le ruote senza saperlo. Ma la notizia shock di questo flashback è che anche la famiglia di Aiden è in qualche modo coinvolta nell’incidente aereo che ha portato alla condanna di David Clark: il padre infatti lavorava ad Heathrow come addetto ai bagagli e potrebbe essere colui che ha reso possibile il caricamento della bomba su quel volo.

Un’altra cosa che ho capito da questo flashback è che sono al 100% favorevole alla coppia Emily/Aiden… sono una coppia fantastica e l’attrazione è evidente. Non riesco nemmeno più a paragonare questa storia con le precedenti di Emily: Daniel era chiaramente una pedina e anche se Emnily sembrava provare qualcosa per lui alla fine era chiaro che non sarebbe mai potuta durare; Jack è troppo tontolone per lei.

Altra nota decisamente interessante: Ashley è coinvolta nel flashback dedicato al primo incontro di Emily e Aiden. La ragazza inglese è infatti talmente a corto di soldi che ha deciso di prostituirsi e solo grazie ad Emily (che le fa cambiare idea all’interno del bagno di questo squallido pub mafioso) la sua vita cambierà decisamente.

Infine l’ultimo flashback è dedicato a Nolan, uno dei miei personaggi preferiti della serie soprattutto per le battutine che ci regala. Scopriamo che agli inizi dell’azienda Nolcorp il CFO Romero era anche il fidanzato del nostro piccolo genio che grazie a questo suo stretto rapporto con Nolan è ora a conoscenza di diversi segreti succosi: Romero è a conoscenza dell’assegno di David e sa che Nolan ha “donato” parte dei suoi guadagni a Amanda/Emily per permetterle di avere una vita pari a quella che il padre avrebbe voluto per lei. Tutto questo non sarebbe un problema se a fine episodio Romero non ricevesse una chiamata proprio da Daniel, troppo interessato alle storie sulla nascita di Nolcorp.

Ah si, poi c’è il flashback dedicato alla famiglia Porter che ho trovato noiosissimo… vi basta sapere che il nuovo socio di Jack è il figlio di un mafioso che anni prima era stato uccido da un amico del padre di Jack. Revenge anyone?

Comments
To Top