fbpx
Recensioni

Revenge – 1.06 Intrigue

“If Lydia died, it’s because she sold her soul to the Graysons”. Ebbene, nonostante questa affermazione di Emily, dobbiamo ricrederci su Lydia. E’ vero, siamo stati degli stupidi; dovevamo infatti immaginare che a volte anche i personaggi più inaspettati ritornano alla ribalta…

Dopo il quinto episodio di Revenge, tutto il pubblico (noi compresi) credeva Lydia morta, assassinata da Frank (Max Martini), il responsabile della sicurezza della famiglia Grayson. Nonostante il volo dal balcone e il “soffice” atterraggio sul tetto di una macchina, la donna non è affatto deceduta sul colpo e ora si trova in coma all’ospedale della città. Cosa succederà se Lydia dovesse svegliarsi? Frank verrà incriminato per tentato omicidio? La vera identità di Emily verrà scoperta? Sembra che gli sceneggiatori stiano prendendo seriamente il fattore “soap opera” della serie tv, proprio per questo non ci stupiremmo se Lydia risvegliandosi dal coma, non si ricordasse nulla di quanto accaduto oppure se la donna si unisse a Emily per distruggere le persone che le hanno rovinato la vita: i Grayson.

Chiaramente, il video registrato dalla webcam di Nolan finisce ad inizio episodio nelle mani di Conrad (Henry Czerny) e Victoria (Madeleine Stowe). Spaventato dalla situazione e soprattutto ferito dalla decisione di Frank di dichiarare lealtà più a Victoria che a lui, Conrad decide di licenziare l’amico e collaboratore di lunga data. Qual è la tecnica utilizzata? Semplice, il solito assegno e il solito ammontare di dollari davanti al quale “nessuno può dire di no”. Peccato che Frank è seriamente deciso a non uscire di scena senza combattere, soprattutto perchè il sentimento che lo unisce a Victoria è un legame più forte di una semplice amicizia…

Capendo che c’è qualcosa alla base del suo licenziamento, Frank si reca al palazzo di Lydia e paga il portiere per visionare i video della sicurezza. Proprio mentre controlla le registrazioni, Frank scopre che Nolan si è recato a casa di Lydia dopo il finto tentato omicidio di quest’ultima e che è stato sicuramente il ragazzo ad inviare le registrazioni dell’accaduto alla famiglia Grayson.

E’ solo una questione di tempo prima che qualcuno scopra la verità su Emily. Lo capiamo da come Frank riesca, in pochissimi minuti a mettere Nolan con le spalle al muro costringendolo ad avvicinare Emily pubblicamente e a dichiararle la sua preoccupazione per la difficile situazione in cui si trovano. Proprio a causa di questo gesto innocente, Frank ha capito che Nolan è in combutta con Emily e ora sa che il suo obiettivo primario è la ragazza. Chi è Emily veramente? Perché ha voluto incastrarlo? A che gioco sta giocando questa ragazza? Come ha ammesso lo stesso Nolan a Emily, Frank è più bravo di loro in queste situazioni. Nonostante il profondo desiderio di vendetta di Emily, la ragazza è solo una giovane donna di 26anni che non possiede la stessa esperienza di Frank e soprattutto le sue risorse. Ci sono delle falle nel piano di Emily, eventualità e conseguenze che la stessa ragazza non aveva previsto e che potrebbero accadere all’improvviso, come avvenuto con Lydia. E’ possibile che Emily non si accorga del rischio che sta correndo? Cosa le succederà ora che Frank ha capito che è lei la mente dietro gli ultimi strani avvenimenti agli Hamptons?

Nonostante questi intrighi e questi pericoli, Emily e Daniel Grayson (Josh Bowman) stanno vivendo felicemente la nascita della loro storia d’amore. Da quando suo padre lo ha tagliato fuori dall’azienda di famiglia, Daniel deve trovarsi un modo per guadagnare soldi ed è così che il ragazzo inizia la sua avventura da barista allo Stowaway, il bar di Jack Porter (Nick Wechsler). Proprio mentre Daniel è occupato con i turni al bar, Nolan convince Jack a fare la prima mossa con Emily e a confessarle i suoi sentimenti. E qua dobbiamo gridare “povero Jack!”. Finalmente il ragazzo prende coraggio e dichiara il suo amore per Emily, usando persino una toccante metafora sulla vita di un marinaio, ma la ragazza lo respinge ahimè senza pensarci. Dobbiamo dire che sentendo la dichiarazione d’amore di Jack, Emily si commuove immediatamente, tanto da mostrare lacrime agli occhi… Ma queste lacrime non bastano per convincere Emily ad abbandonare il suo piano di vendetta, ad allontanarsi da Daniel e a dare una chance a Jack. Non so voi ma nonostante questo “due di picche”, continuo a sperare che Jack possa – prima o poi – far breccia nel cuore di Emily perchè questa coppia mi piace moltissimo.

Chiaramente non c’è solo Jack a premere per rovinare la nascente storia d’amore tra Emily e Daniel… Un altro terzo incomodo è sicuramente Tyler (Asthon Holmes), il migliore amico di Daniel. Negli scorsi episodi non era chiaro lo scopro di Tyler, il perchè volesse con forza dividere i due “piccioncini”. In un primo momento si pensava a un desiderio del ragazzo di poter vivere la vita di Daniel e soprattutto riavere l’amico con sé nelle bighellonate serali. Con “Intrigue” capiamo che forse Tyler prova qualcosa per Daniel, un sentimento più profondo di una semplice amicizia e lo capiamo dallo sguardo e dalla vicinanza che Tyler ha con Daniel mentre quest’ultimo sta cercando di farsi passare una sbornia presso il bar di Jack. Anche in questo caso la colpa della “finta sbornia” è di Tyler che inganna l’amico e gli versa di nascosto una misteriosa droga nel bicchiere. Se questa è la tecnica di Tyler per conquistare i sentimenti di Daniel, beh forse è meglio che cambi piano perché neanche il supporto dei genitori di Daniel potranno aiutarlo a raggiungere il suo obiettivo.

Intrigue “è un episodio davvero pieno di intrighi che ci lascia con l’amaro in bocca e con molti interrogativi. Eppure nonostante questi elementi e nonostante i risvolti da “soap opera”, Revenge rimane una serie televisiva coinvolgente basata su una trama con ampi margini di miglioramento e ottimo riscontro di pubblico.

To Top