fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Revenge: Recensione dell’episodio 1.01 – Pilot

Una serie dovevo etichettarla come lenta e terribilmente noiosa… Se devo essere sincera, mi stavo stupendo del fatto che trovassi tutti gli episodi sino ad ora visti intriganti, emozionanti e in grado di farmi passare 45 minuti circa in completa attenzione, senza mai distrarmi sbadigliando oppure guardando fuori dalla finestra… Ecco, il pilot di Revenge non fa assolutamente parte dell’elite di serie tv che mi ha appassionato nei giorni scorsi, anzi… Revenge mi ha fatto tornare con i piedi per terra: le serie televisive dalla trama potenzialmente interessante ma dalle riprese noiose sono sempre dietro l’angolo. Ma andiamo con ordine…

Per chi non avesse mai sentito parlare di questo telefilm, Revenge è l’ultimo show della ABC scelto per cercare di sollevare l’audience del mercoledì sera sul canale americano della Disney. Se continua così e le scene non diventano più avvicenti, l’audience si affosserà inesorabilmente, senza alcuna via di scampo… Il pilot inizia davvero con molta lentezza e ritrova un po’ di ritmo solo dopo qualche scena, ma sempre rimanendo su bassi livelli. Ispirato dall’opera letteraria “Il Conte di Montecristo” di Alexandre Dumas, il drama narra le vicissitudini di Emily VanCamp nei panni di Emily Thorne, una giovane donna alquanto misteriosa che si trasferisce negli Hamptons e si inserisce nella mondanità tipica di quella location. L’intendo della donna non è però quello di scalare le vette della società americana, bensì distruggere la cerchia di ricconi che le ha rovinato la vita sin dalla sua infanzia. Dopo qualche scena infatti, grazie ad alcuni flashback apprendiamo che la protagonista si chiama in realtà Amanda Clarke ed era una tempo residente in quel luogo insieme a suo padre: David Clarke (James Tupper). Nonostante il suo dolce sorriso e la faccia da brava ragazza, Emily è tutto fuorchè quello che può sembrare a prima vista…

Diciassette anni fa, suo padre venne incastrato dai vicini di casa, persone delle quali si fidava ciecamente. L’uomo venne accusato di un crimine mai commesso e per questo condannato all’ergastolo. Morì dietro le sbarre senza poter rivedere sua figlia. Consumata dalla rabbia, dalla tremenda perdita e dal tradimento, Emily ha perso gli anni della sua infanzia, costretta a sopravvivere in un centro minorile. Ora che ha raggiunto la maggiore età ed è libera, la giovane donna è pronta a tutto pur di vendicarsi della famiglia che ha distrutto la sua vita, quei vicini dei quali suo padre si fidava tanto: i Grayson. Tornata in città sotto falsa identità, la ragazza è pronta a seguire un piano ben preciso per stanare i suoi nemici incominciando da Victoria Grayson (Madeleine Stowe), matriarca della famiglia Grayson nonchè la regina incontrastata degli Hamptons. La donna è invidiata e rispettata da tutta la comunità ma nasconde un terribile segreto: la colpa degli eventi che hanno distrutto la vita di Emily. A fianco della donna c’è Conrad Grayson (Henry Czerny), il capofamiglia, l’uomo capace di fare qualsiasi cosa pur di uscire da situazioni scandalose. La ricca coppia è l’obiettivo primario di Emily e per distruggerli non resta che incominciare ad accerchiarli, facendo cadere gli amici e amanti come fossero pedine di una scacchiera. Ma quali sono gli abitanti degli Hamptons con i quali Emily dovrà vedersela?

Iniziamo con Daniel Grayson (Josh Bowman), il figlio dei Grayson nonché il ragazzo che permetterà ad Emily di entrare nella ricca famiglia nemica nei panni della sua fidanzata. Peccato che sin dalle prime scene del pilot, Daniel finisca ucciso brutalmente su una spiaggia durante il party indetto per il loro fidanzamento. Un uccisione che non sembra stupire per nulla Emily e che al contrario, getta nello sconforto Victoria. A chiudere la cerchia dei Grayson c’è Charlotte (Christa B. Allen), la sorella di Daniel, la prima delle “mean girls” degli Hamptons. Non ci stupiamo se la prossima vittima di Emily possa essere proprio questa ragazza, odiosa sin dalle prime scene.

Tra le persone che potrebbero realmente essere amiche della protagonista e che dunque potrebbero non cadere nelle grinfie di Emily c’è Ashley Davenport (Ashley Madekwe), ufficialmente una delle migliori amiche della protagonista. La ragazza non sembra conoscere le reali ragioni dell’arrivo estivo di Emily negli Hamptons. Insieme a Ashley possiamo citare Jack Porter (Nick Wechsler), figlio del proprietario del bar della zona. Jack si sta preparando a lasciare la città per navigare verso Haiti quando scopre che suo padre ha dei seri debiti in banca e per questo decide di vendere la sua barca. Quando era piccolo, conosceva Amanda e probabilmente ne era anche innamorato visto che la sua attuale barca si chiama – manco a dirlo – Amanda. Ora il ragazzo non sembra però riconoscere i tratti della vecchia amica nella nuova arrivata… Infine c’è Nolan Ross (Gabriel Mann), un giovane millionario che decide di comprare la barca di Jack ma soprattutto l’unica persona in città a comprendere la reale identità di Emily.

Tra i nemici che iniziano a cadere come birilli non possiamo non citare Lydia (Amber Valletta), l’amica di Victoria che ha deciso di affittare la casa dove viveva, permettendo così ad Emily di trasferirsi in città per l’estate. Nel pilot Emily scopre che la donna è in realtà l’amante di Conrad e con maestria, svela l’altarino a Victoria che allontana l’amica dalla città. Fuori uno!

Revenge è un serial basato su una trama che potrebbe davvero appassionare il pubblico, ma ho trovato questo pilot molto “fiacco”. La colpa forse è anche da imputare alla protagonista che sinceramente non mi ha trasmesso vendetta, odio e quant’altro sin dal primo sguardo… Chissà, magari darò allo show una seconda chance, per il momento concludo questa recensione senza alcun elogio…

LEGGI ANCHE: Revenge: Tutte le cose che (probabilmente) non sapevate della serie TV della ABC

Mara D.

Founder e Admin di Telefilm-Central.org. Amante delle serie tv, del cinema e dell'universo Internet :-)

Articoli correlati

Back to top button