fbpx
Recensioni Serie Tv

Person of Interest: Recensione dell’episodio 2.16 – Relevance

Non ci sono parole per descrivere ciò che è stato Person of Interest questa settimana! Sono già varie puntate che in questa serie sto assistendo a ciò che speravo di vedere: puntate che ci mostrano i casi singoli con qualche accenno alla trama orizzontale intervallati da episodi interamente basati su quest’ultima. A parte veramente poche eccezioni, trovo sempre tutte le puntate ben fatte (siano esse di trama verticale o orizzontale) perché hanno una storia molto solida a cui per ora non riesco a trovare dei difetti (devo sospendere l’incredulità solo quando Reese da solo riesce sempre a sconfiggere i vari nemici, anche quando sono tanti a battersi contro di lui contemporaneamente) e personaggi ben tratteggiati, con una certa profondità e relazioni tra loro delineate bene (e il merito va anche ad un cast eccezionale visto che Jim Caviezel e Michael Emerson, ma anche altri come ad esempio Amy Acker, stanno facendo un buonissimo lavoro) di cui abbiamo ancora alcune cose da scoprire. Ma, arrivati al sedicesimo episodio della seconda stagione, non si può far altro che dire: “Wow, che puntatone!!” (così ho fatto anche la rima che ci sta sempre bene!).

person of interest_216-02Dico questo perchè trovo che gli autori si siano davvero superati questa settimana. Tra le tante pause che  questa serie sta facendo (ora ce n’è un’altra visto che Person of Interest tornerà il 7 marzo), assistiamo ad un episodio che ci svela qualcosa di fondamentale che io non pensavo di vedere già a questo punto: credevo che avremmo assistito a tutto ciò un po’ più avanti. Praticamente in questa puntata assistiamo al mescolamento di casi IRRILEVANTI e RILEVANTI!!

Infatti, vediamo Samantha Shaw e il suo collega Cole che lavorano per la parte del governo degli Stati Uniti che possiede la macchina e, ovviamente, essa fornisce loro numeri di casi rilevanti. I due agenti vengono inviati dal governo in giro per il mondo a sedare le varie minacce che altrimenti porterebbero all’uccisione di molte persone. I due fanno tutto ciò senza fare domande e credono che i numeri derivino da un gruppo che loro chiamano “Ricerca” che tortura persone per ottenere delle informazioni. E vanno avanti così perché d’altronde la “Ricerca” non sbaglia mai! Ma un giorno a Cole viene un dubbio su un vecchio caso a cui lui e Shaw hanno lavorato, quindi chiede a un suo contatto all’interno del governo, Veronica, di indagare e scopre una cosa spaventosa: un uomo, Aquino, che i due hanno ucciso in passato perché gli era stato detto che stava per vendere dei progetti nucleari all’Hezbollah in cambio di soldi, in realtà non aveva rapporti economici con questo gruppo terroristico, maperson of interest_216-03 con il governo statunitense. Le persone a capo della “Ricerca” scoprono di questa indagine che mette a rischio l’intero progetto, quindi decidono di uccidere i due agenti. E’ qui che entrano in scena Finch e Reese a cui la macchina ha dato i numeri di Cole e Shaw (cioè di due casi irrilevanti): provano a salvare l’uomo ma non ci riescono, mentre la donna rifiuta il loro aiuto e va via, intenzionata  a scoprire qualcosa in più sul caso Aquino. Contatta quindi Veronica, ma, anziché lei, senza saperlo all’incontro si trova davanti Root, che la stordisce perché vuole avere informazioni che la aiutino a trovare la macchina (Aquino era un agente del governo in contatto con chi possiede la macchina). Root però, prima di poter scoprire qualcosa, è costretta a scappare perché gli uomini del governo stanno arrivando per uccidere Shaw. Non ci riescono e arriva Reese che la salva per una seconda volta. Ma lei continua a respingere l’aiuto di John e Finch e un po’ a sorpresa va a consegnare il dossier su Aquino al Consigliere (la persona che già da un po’ di tempo dà l’ordine ad Hersh di uccidere Reese) che è uno dei capi del progetto: lo fa perché, nonostante tutto, lei vuole proteggere il programma. Ma ad Hersh viene comunque dato l’ordine di ucciderla e le inietta una sostanza. Senza che il governo sappia niente, Harold, John, la Carter e Fusco la salvano dandole l’antidoto alla sostanza. Al risveglio, person of interest_216-04però, Shaw ancora non vuole stare dalla parte di chi le ha salvato la vita già per tre volte e scappa via. Ora lei per il governo è davvero morta!!

In conclusione, questo episodio è stato davvero bello ed avvincente. Abbiamo visto per la prima volta casi rilevanti i cui numeri vengono dati dalla macchina e abbiamo iniziato a scoprire qualcosa sulle persone del governo che ne sono in possesso. Ma ciò è solo la superficie di qualcosa di molto più grande quindi c’è ancora molto da scoprire. Poco minutaggio dedicato ai nostri fantastici 4, mentre molto spazio è stato dedicato al nuovo ed interessante personaggio, Samantha Shaw, che spero e credo rivedremo presto.

Jessica

Innamorata di serie tv fin da piccola quando la Vita Vera illudeva di poter continuare ever after a dedicare tutto il tempo a questa passione, il suo primo amore telefilmico è stata Buffy, che ha dato il via a lunghe ore passate davanti allo schermo, seguita a ruota da Battlestar Galactica, Lost e Fringe. Nel quotidiano invece... sì, ok, lavoro, teatro, sport... ma sempre con la testa alle serie tv!

Articoli correlati

Back to top button