fbpx
Person of Interest

Person of Interest: Recensione dell’episodio 2.13 – Dead Reckoning

Dopo una lunga attesa dovuta anche alla pausa improvvisa, finalmente Person of Interest ritorna con una puntata che non delude assolutamente le aspettative. C’era chi come me pensava che gli autori volessero abbandonare momentaneamente la trama orizzontale per dedicarsi al solito caso settimanale lasciando tutti, come era già successo, con il fiato sospeso ma fortunatamente questa volta ci hanno stupito.dovuta anche alla pausa improvvisa, finalmente Person of Interest ritorna con una puntata che non delude assolutamente le aspettative.

“Ehi lover, miss me?”

Con questa frase si chiudeva la scorsa puntata che vedeva il ritorno del personaggio di Kara e l’uscita di scena dell’agente Donnelly. E qui il primo dubbio viene naturale: ma se Kara ha voluto uccidere Donnelly, perché non ha fatto lo stesso anche con la Carter? Ma non perdiamoci in chiacchiere e andiamo a commentare questa puntata a dir poco fenomenale. Reese è tenuto in ostaggio da Kara che, per garantirsi la sua fiducia gli ha regalato una bella cintura esplosiva con tanto di cellulare incorporato! John si trova a dover eseguire i suoi ordini, ma non è solo, come partner si ritrova l’agente Snow che sembra ormai essersi abituato ad essere comandato dalla super killer. Ma perché Kara ha voluto come suo secondo burattino Reese? Non erano i due partner più inseparabili di sempre? E’ vero che John l’ha lasciata “morire” a Ordos, ma stava solo eseguendo gli ordini, Kara avrebbe dovuto prendersela con Snow e l’altra sua ex capa. Ma comunque Kara non sembra voler spiegare molto a nessuno dei due e alla fine attraverso piccoli incoraggiamenti forzati riesce a far entrare i due al 21° piano di un edificio che ospita un super laboratorio segreto gestito dal governo per la guerra cybernetica!

Intanto la Carter sotto suggerimento di Finch scappa dall’auto lasciando Donnelly in mano alla Scientifica che in questa person-of-interest-2x13-finch-fusco-carter-puntata viene sminuita in quanto non riesce a trovare il sangue della Carter sulla scena e si lascia sfuggire l’orecchino della detective da Fusco che pretende delle spiegazioni dalla collega. Grazie all’aiuto di Finch i due detective riescono a raggiungere l’edificio dove si trovano Snow e Mark ma come faranno ora a raggiungere il super piano segreto iperprotetto da sistemi anti intrusione nascosti in ogni dove? Semplice, usando le scale! (WTF!) Prima di parlare del finale della puntata però andiamo a capire che cosa ha portato Kara ad agire così e che cosa motiva le sue azioni. Dopo il bombardamento aereo che avrebbe dovuto vederla morta, Kara si risveglia in una stanza e qui fa la conoscenza di un nuovo super villain che noi chiameremo Mr. Information che sembra essere un pozzo di conoscenza su tutti i grandi dubbi che ha Kara. Quanto è figo questo nuovo cattivo e che entrata stilosa in scena fa raccontando alla donna la storia dei titani? Kara vuole conoscere chi è il vero colpevole della vendita del laptop ai cinesi che lei e Reese dovevano recuperare a Ordos, ma, per rispondere a questo, Mr. Information la obbliga a infiltrarsi nel laboratorio segreto e a piazzare un virus che entrerà in azione dopo cinque mesi dalla sua attivazione. Intanto Reese e Snow approfittando dell’assenza di campo telefonico e cercano di sabotare la loro missione ma Kara entra nell’edificio e dopo aver piazzato il malware, esce di scena azionando il timer delle bombe che Reese e Snow hanno sulla loro cintura. Mentre Snow scappa dall’edificio convinto di trovar rifugio in tempo in una struttura della CIA lì nei dintorni, Reese va sul tetto abbracciando la sua già scritta sorte. La Carter entra con Fusco nel laboratorio ma non possono fare nulla per John e, obbligati da questo, lasciano il piano e scappano in strada. Molto bello è il momento in cui la Carter guarda John come se fosse l’ultima volta, nei suoi occhi bagnati dal pianto si riesce a comprendere quanto si sia affezionata all’uomo in completo e quanto sia riuscito a cambiargli la vita. Reese intanto va sul tetto ma qui lo raggiunge Finch (come diavolo ha fatto ad arrivare la?) che in una straziante scena, convince Reese ad avvicinarsi a lui per cercare di intrufolarsi nel cellulare di Kara per spegnere il timer. Forse questa scena è person of interest john e snowun po’ troppo da manuale, il fatto che riesca al terzo ed ultimo tentativo a spegnere la bomba è un po’ troppo scontato, chi di voi non ha pensato per un attimo di salutare per sempre Reese? Ma fortunatamente Finch riesce nell’impresa e salva l’amico. Kara intanto contatta Mr. Information che le dice il nome della persona che ha venduto il segreto laptop ai cinesi. Sembra che la puntata finisca qua ma Person of Interest non è un telefilm da sottovalutare e subito dopo ci mostra un finale assolutamente inaspettato. Snow decide di “andare in pensione” come ironizza Reese e, dopo aver capito di non poter più tornare nella CIA, si fa saltare in aria nella macchina di Kara con lei all’interno  Una grande uscita di scena per due personaggi che sembravano essere una grande punta nel fianco per Reese anche se a me personalmente è dispiaciuto per la morte della donna, ma cosa volete fare, con questo telefilm è sempre una sorpresa. Intanto la Carter viene a sapere che il caso “man in suit” è chiuso in quanto gli agenti dell’FBI avevano identificato Mark Snow come l’uomo in completo e finalmente la Carter e il buon duo Finch e Reese possono tirare un sospiro di sollievo. Negli ultimi secondi, attraverso un flashback, viene mostrato il nome che Mr. Information aveva dato a Kara, e indovinate un po’ chi è l’uomo che ha venduto il segreto computer ai cinesi suscitando le ire del governo? Ma certo, proprio lui, Harold Finch! Person of Interest 213 bSi chiude così, in maniera forse troppo scontata questa puntata che in quaranta minuti chiude metà delle trame del telefilm per aprirne altre e riempirci di dubbi e domande. Penso che questo nuovo villain che ora si unisce a Root e Elias sarà la nemesi di Finch in quanto anche lui sembra essere legato in qualche modo alla Macchina. Ma che cosa contiene questo laptop che ha venduto Finch e perchè Snow ha mandato Reese e Kara ad uccidersi a Ordos quanto sapevano che il computer non si trovava la? Viene da chiedersi poi se Finch abbia voluto scegliersi come partner John proprio perché sapeva che era colpa sua se Reese aveva rischiato la vita, chissà quando verrà a saperlo John! E poi che cosa farà questo malware una volta che si attiverà? Metterà forse in stand by la Macchina o addirittura la spegnerà?

Comunque non c’è niente da fare, Person of Interest è così; ogni volta che chiudono una porta ecco che subito dopo ne aprono altre mille, ed è questo che rende questo telefilm così speciale. Dopo molte puntate tranquille in due episodi hanno fatto fuori tre personaggio importanti e hanno finalmente chiuso il caso “man in suit”. Finalmente Reese può tirare un sospiro di sollievo, ma per quanto potrà “rilassarsi”?

Stay tuned

Comments
To Top