fbpx
News

Peaky Blinders sesta stagione – Tutto quel che sappiamo finora

Cillian Murphy Peaky Blinders sesta stagione

Se sei uno di noi, è probabile che sia andata così. Hai guardato l’ultima puntata della nuova stagione e sei finito su Google a cercare “Peaky Blinders sesta stagione“. Questo perché, proprio come noi, hai zero voglia di aspettare un anno intero per vedere come va a finire la storia. Benvenuto nel posto giusto.

Peaky Blinders – Cosa sappiamo della sesta stagione

Un veloce riassunto per chi vuole scorrere velocemente con gli occhi questo articolo:

  • Anthony Byrne sarà il regista anche della sesta stagione.
  • La produzione inizierà molto presto: il 6 novembre. Questo significa che lo show potrebbe andare in onda all’inizio del 2021.
  • Julia Roberts e Steven Graham sono gli attori più quotati per essere le new entry nella sesta stagione di Peaky Blinders.
  • Steven Knight, showrunner della serie, ha descritto la prossima stagione usando la parola “tragedia“. Preannuncia anche un proseguimento della trama politica.
  • È confermato che la famiglia americana di Gina Gray avrà un ruolo importante per lo svolgimento della trama.

Ora scendiamo nel dettaglio.

Peaky Blinders sesta stagione: quando inizieranno le riprese?

Anthony Byrne ha confermato di essere il primo regista a tornare per una nuova stagione: ‘Steven Knight mi ha scritto una bellissima e-mail. Cillian Murphy mi ha parlato. Abbiamo avuto un’ottima relazione sul set, e gli piaceva il modo in cui lavoro. A un certo punto Steven mi ha chiesto ufficialmente di continuare, e io ci ho dovuto pensare un po’ perché è un grande impegno da prendere. Avevo l’impressione che la quinta fosse una prima parte di due. Le stagioni precedenti finivano in modo diverso, questa invece mi ha fatto sentire come se volessi tornare‘.

Adesso sto leggendo le sceneggiature, che sono ancora in corso di stesura. Inizieremo a lavorare a novembre, contiamo di iniziare le riprese in gennaio‘.

Cosa posso dirvi delle sceneggiature che ho letto? Sono fantastiche. Sembra davvero il prosieguo della storia che riprende da dove è finita la quinta stagione. Da spettatore, voglio sapere cosa succede in quel campo. Al tempo, quando abbiamo la scena, non lo sapeva nessuno, neppure Cillian‘.

La data di uscita della sesta stagione

Al momento non c’è nessuna notizia ufficiale. Ma possiamo aspettarci i nuovi episodi a partire dai primi mesi del 2021, se contiamo il fatto che la produzione della quinta è iniziata a settembre 2018 ed è approdata sugli schermi della BBC ad agosto 2019.

Il trailer della sesta stagione

Ovviamente non c’è. Se volete, potete rivedere in continuazione la scena finale della quinta su Netflix oppure su Youtube.

LEGGI ANCHE: A Liverpool un bar ispirato a Peaky Blinders

Cosa sappiamo della trama di Peaky Blinders

Difficile prevederne lo sviluppo. Ci sono un sacco di dichiarazioni dello showrunner, però. E possiamo fare un veloce recap dei punti salienti delle ultime puntate andate in onda.

Da una parte abbiamo Michael che si è offerto di aprire una nuova strada per l’azienda, una incentrata non solo sul business dell’oppio ma regolata da una nuova generazione di Peaky Blinders. Dall’altra abbiamo Tommy che è pronto a morire, dopo aver visto il suo piano contro Mosley fallire.

Ah, e non dimentichiamo Alfie Solomons, è ancora vivo! Sarà stato lui a mandare all’aria il piano di Tommy? O magari Michael, con quel piano B accennato da Gina?

Tutto in realtà punta verso un solo colpevole: Billy Grade, che abbiamo visto prendere la cornetta del telefono non appena Finn è stato così stupido da spifferare quel che sarebbe successo da lì a poco.

Certo c’è anche la questione storica da tenere presente. Oswald Mosley è un personaggio storico, e la sua vita ha determinate tappe. Si sposa con Diana Guinness nel 1933 a casa di Joseph Goebbels in presenza di Adolf Hitler e non muore prima del 1980. Al momento Peaky Blinders ha dimostrato di seguire con una certa precisione lo svolgersi della storia, quindi non siamo del tutto sicuri che il personaggio interpretato da Sam Claflin morirà.

LEGGI ANCHE: 10 curiosità su Peaky Blinders

 Sam Claflin Peaky Blinders sesta stagione
Credits: BBC

Queste le parole sullo sviluppo della trama di Steven Knight a NME: ‘La quinta stagione racconta la nascita del fascismo, del nazionalismo e del razzismo negli anni ’30. Ci sono molti parallelismi con quello che sta accadendo oggi nel mondo. Volevo che fosse il tema più importante di questa ma anche della sesta stagione, dal momento che sono proprio gli anni che stiamo esplorando. Volevamo mettere in luce le idee semplicistiche del nazionalismo che esprimeva Mosley. Ecco perché abbiamo scelto Sam Claflin in quel ruolo: volevamo qualcuno che fosse molto attraente e molto accattivante‘.

Knight ha anche confermato che Tommy non perderà il suo ruolo politico, ma la tensione attorno a lui non farà che crescere: ‘È un bene per me e forse un male per il mondo che Peaky Bliders, quando ci sono questi salti di due o tre anni tra una stagione e l’altra, continui ad incrociarsi con eventi storici molto importanti ancora oggi. Nella sesta stagione saremo nel 1934 e le tensioni sono altissime, con Tommy al centro di tutto. Quello che sto scrivendo al momento è una vera e propria tragedia‘.

L’evoluzione di Tommy arriverà al capolinea nel corso della settima e per ora ultima stagione: ‘Tutto questo è parte del percorso di redenzione di Tommy, iniziato dal suo ritorno dalla Prima Guerra Mondiale. Si è completamente isolato, annullando la sua connessione con l’umanità e il mondo intorno a lui. Ma adesso pian piano sta tornando a vivere. Si sta confrontando con un tipo di male che gli deve far prendere una decisione, se essere buono o cattivo‘.  

Il viaggio dell’intero show ha sempre avuto come destinazione l’inizio della Seconda Guerra Mondiale: Peaky Blinders è la storia della famiglia Shelby negli anni tra le due guerre. Ho intenzione di far finire il tutto con un Tommy redento, dalla parte dei buoni. C’è una lezione da imparare e avrà un messaggio di speranza. Ma c’è ancora molta oscurità da attraversare.’

Cillian Murphy Peaky Blinders sesta stagione
Credits: BBC

A chiudere questo lungo paragrafo sulla trama (siete ancora qui, vero?) un twist interessante relativo alla famiglia di Gina anticipato dal regista Anthony Byrne: ‘Gina e la sua famiglia, chiunque essi siano, avranno modo di farsi consocere e di legare con Oswald Mosley e alcuni personaggi che ruotano nel suo ambiente’. Davvero interessante.

Chi entrerà a far parte del cast?

Di certo ci sarà ancora Tommy Shelby. Se avete letto bene quest’articolo, avrete capito quali sono le intenzioni di Knight per il suo personaggio.

Inoltre nella sesta stagione di Peaky Blinders troveremo anche Arthur, Polly, Michael, Finn, Gina, Oswald Mosley e magari qualcuno dei Billy Boys. Riposi in pace, invece, Aberama Gold.

Dalle parole di Steven Knight pare cosa certa l’ingaggio dell’attore Stephen Graham mentre Julia Roberts è ancora in trattative. Il suo personaggio dovrebbe avere a che fare con la famiglia di Gina.

Ci sarà spazio anche per molti cameo di attori vari, sui quali però Knight non ha ancora le idee chiare: ‘Abbiamo un sacco di persone che vorrebbero apparire per un attimo nello show. Il problema in questi casi è che poi diventa tutta distrazione. Un paio di loro sicuramente faranno parte della sesta stagione’.

Chi si occuperà del sound della serie?

Finora, sulla scena di Peaky Blinders ha fatto capolino il sound di artisti del calibro di David Bowie, Arctic Monkeys, PJ Harvey, Iggy Pop, Radiohead, Laura Marling, Goals e Nick Cave che firma l’ormai celebre opening.

Le guest star musicali saranno ovviamente affiancate dalla colonna sonora originale della serie. Quella della quinta stagione è stata firmata da Anna Calvi, molto elogiata da Anthony Byrne: ‘Il modo in cui suona la chitarra è unico. La sua voce ti permette di entrare direttamente nel mondo interiore di Tommy. Anna ha un innato istinto per certe immagini, e ha creato qualcosa di straordinario. Anna dà voce a qualsiasi cosa Tommy stia pensando’. Sembrano parole di riconferma.

Paul Anderson Peaky Blinders Sesta Stagione
Credits: BBC

Anche Cillian Murphy tiene a dire la sua sulla musicalità della serie: ‘Ascolti certe canzoni e sai che sono “Peaky”. I nostri artisti sono outsiders, hanno resistito alla tirannia del mainstream. La musica di Nick Cave è presente fin dall’inizio: ha definito la musicalità e l’atmosfera di tutta la serie‘.

Quando Otto Bathurst, il regista dei primi tre episodi, inserì la musica di Nick Cave in questo period drama diede senso a tutto. Non so precisamente perché, so solo che Nick è uno dei più grandi artisti viventi che abbiamo. Ora tutto deve entrare all’interno di questa atmosfera che Nick ha creato’.

LEGGI ANCHE: 10 curiosità su Cillian Murphy

Ci sono dei piani per spin-off o un film?

Anche se ci sono stati dei rumor relativi ad un possibile film di Peaky Blinders, Steven Knight ha confessato che il suo impegno è tutto per le prossime due stagioni televisive. ‘Quando arriveremo alla fine della settima stagione, penseremo al film. C’è ancora molta energia da spendere qui. Abbiamo pensato agli spin-off e personalmente ho pensato anche di realizzare qualcosa sulla Seconda Guerra Mondiale’.

Non male, vero? Di questo passo ci vorranno anni prima che Peaky Blinders esca definitivamente dalle nostre vite. Ed è tutto quello che speriamo!

Comments
To Top