fbpx
News Serie TV

Outlander: Sam Heughan parla della terza sarà e dell’assenza di Caitriona Balfe

Outlander
Starz

Sono passati solo 4 mesi da quando i fan di Outlander hanno dovuto dire addio a Claire e Jamie. L’attesa sarà ancora lunga, perchè la nostra coppia ritornerà con la terza stagione il prossimo aprile.
Nel frattempo c’è una nuova edizione del blu-ray della seconda stagione, che uscita ieri. E per i veri devoti allo show e alla serie di novelle di Diana Gabaldon, ci sarà anche una speciale con un’anticipazione sul prossimo romanzo della saga di Outlander dal titolo ” Go Tell The Bees That I Am Gone”.
Il Protagonista Sam Heughan si è preso una pausa dalla sua serratissima tabella di marcia per riflettere sulla seconda stagione e darci qualche anticipazione sul perchè la terza stagione potrebbe sembra uno show completamente diverso( forse dipende dal fatto che gli mancherà la co-protagonista Caitriona Balfe)

Vanity Fair: La prima stagione ha avuto un’accoglienza un po’ freddina, c’è stata una reazione dei fan, rispetto alla seconda stagione, che non ti aspettavi?

Sam Heughan: La prima parte della stagione è ambientata in Francia ed è stato abbastanza complicato, e di certo non avevamo intenzione di ripercorrere la strada della prima stagione. Io credo che sapessimo bene che la prima stagione sarebbe stata incentrata su questa relazione e su questo nuovo amore. Volevamo che lo show fosse un po’ più complicato in questa seconda stagione,penso che i fan fossero sorpresi. Le persone si aspettavano lo stesso show o per lo meno le stesse scene.

VF: I fan sono stati sorpresi o irritati dai cambiamenti rispetto ai libri. C’è un qualche aspetto del libro che credi sia stato lasciato fuori e i fan avrebbero voluto vedere secondo te?

Otlander

SH: Diana ha supervisionato tutto. Cioè, lei  mi mandava continui aggiornamenti via e-mail su cose che vedeva o leggeva. Conferivamo spesso più di quanto si fa normalmente coi produttori. Ci saranno sempre dei dettagli che verranno tralasciati dato che ogni episodio dura soltanto un’ora . Mi conosco e conosco Caitriona, abbiamo letto i libri e se troviamo un dettaglio che potrebbe non essere inserito nello script o qualcosa che riguarda i nostri personaggi, che non siamo riusciti a mostrare nelle scene, almeno noi lo conosciamo e magari avremmo la possibilità di mostrarlo in futuro. Per fortuna è tutto nel mondo di Diana. Io so quello che Diana ha detto sulla seconda stagione, in particolare sull’inizio, che sarebbe stato difficile riprodurlo sul piccolo schermo.

VF: C’è un dietro le quinte nei contenuti speciali del Blu-ray, di te, Caitriona, Graham McTavish mentre vi preparate alla grande battaglia. Puoi dirci qualcosa riguardo alla preparazione che magari ai fan potrebbero non sapere?

SH: O mio Dio, beh lo show è fantastico. Non posso dire molto, ma insomma un minuto sono su un cavallo nella campagna scozzese e quello dopo sono in studio, e dopo sono sdraiato in una culla. Ma quella particolare scena è stata davvero emozionante. Io ho adorato girare la scena di lotta con Graham; ho sempre desiderato farlo. Lui invece ha odiato combattere contro di me. Abbiamo dovuto girare varie versioni della scena di lotta, perchè ovviamente nei libri, Claire non è contemplate. Noi pensavamo che , essendo Jamie e Claire una coppia dovessero portare entrambi il peso di questa colpa. Non che Claire abbia mai voluto uccidere qualcuno- lei non è un’assassina, lei è un’eroina- ma lei vuole aiutare Jamie e diventa complice nell’omicidio di Dougal. E’ stato molto divertente, perchè mentre stavamo girando questa scena Caitriona non era presente, erano le mani di un altro sul pugnale. Graham stava molto attento che questa persona no spingesse troppo forte il pugnale per evitare di venir pugnalato per davvero. E’ stato davvero strano vederlo lamentarsi un uomo perchè un altro tentava di pugnalarlo con un pugnale finto.

VF: Ovviamente in ogni Blu-ray, ci sono scene eliminate. Quali scene delle seconda stagione sei stato deluso di non vedere incluse negli episodi originali?

SH: Ce ne è stata una di recente che è stata rilasciata sui social, “Faith” si intitolava. Ovviamente, dalla mia prospettiva, avreste visto più Jamie e la sua furia. Intendo, che lui è praticamente assente la maggior parte dell’episodio. Io credoche sia stato un taglio importante. Abbiamo affrontato questo viaggio con Claire e l’abbiamo vista attraversare tutti gli stadi dal dolore e il lutto e poi una vera e propria determinazione. Insomma è come se non volessimo che la telecamera smettesse di filmarla. E Vedere anche Jamie attraversare questa fase di lutto, anche se in maniera totalmente diversa, anche se mi sono sentito davvero forte mentre giravo quella scena. Penso che Jamie si senta spaesato e che questo avrà ripercussioni nella terza stagione. Io non credo che Jamie o Claire supereranno mai la perdita di Faith. Ma penso sia fantastico che i fan possano vedere il lavoro tutto il lavoro che facciamo e che spesso non viene riportato sullo schermo.

VF: Ho sentito dire, che a differenza degli elaborati costumi di Caitriona, a te bastavano 5 minuti per essere pronto quando Jamie indossa il kilt. Ma sono curiosa, visto che ci sarà un salto cronologico di parecchi anni nella terza stagione, se dovrai impiegare più tempo al make up e soprattutto se puoi dirci come sarà Jamie?

SH: Allora, non posso dirvi molto, ma credo che sappiamo tutti a quanto ammonta il salto temporale stando ai libri. Beh, si ci sarà un processo di invecchiamento. Ci sarà sicuramente un look diverso per i personaggi, ma dovrete aspettare per scoprirlo. Anche nella prima stagione dovevo stare delle ore al make up per la realizzazione delle cicatrici sulla schiena di Jamie, o quando sparavano o ferivano Jamie. Questo non significa che tutto questo finirà in questa nuova stagione, quindi si dovrò passare delle ore al make up.

VF: Alla fine della seconda stagione vediamo Claire ritornare al suo tempo, quindi non credo che sia uno spoiler dire che filmerete gran parte della terza stagione senza Caitriona. Dato che siete stati partner, in questa bellissima esperienza, quindi com’è girare senza di lei?

SH: Onestamente è come se fosse morto qualcuno. Cioè, non so, è come se non fosse più quello show. E’ difficile separare te stesso dal tuo personaggio. Jamie che vive la sua vita nel suo tempo, Claire che vive la sua vita nel suo tempo ed entrambi credo che l’altro sia morto. E’ sempre difficile quando siamo separati, perchè è una persona fantastica, ed è bellissimo lavorare con lei è davvero un’attrice fantastica. Ma credo che alla fine ci sarà un ricongiungimento- se ci sarà o quando ci sarà- beh sapete che nei libri c’è, quindi sarà davvero speciale.

outlander

VF: Hai un ricordo speciale della seconda stagione, che non vedi l’ora che i fan vedano nel Blu-ray?

SH: Direi- Parigi era come un’altro mondo è stato molto divertente- ma tornare in Scozia a Lallybrock e rimettere insieme in clan McKenzies, Graham McTvish ovvero Dougal e Stephen Walters ovvero Angus e gli altri, beh non ha prezzo. Era così gratificante essere in Scozia con il vento, la pioggia e il freddo che tutti erano miserabilmente felici di essere tornati, perchè è stato come tornare a casa. Penso fosse una conclusione un po’ triste, perchè molta gente sarebbe morta- questo è quello che ci dice la storia- quello che Jamie e Claire stavano cercando di combattere. Quindi il ritorno in Scozia aveva un sapore agrodolce. Perché in piccolo spazio della tua mente, sapevi che si stava arrivando alla conclusione di questo viaggio.

fonte: Vanity Fair

Comments
To Top