fbpx
News Serie TV

Outlander: Ronald D. Moore parla del season finale e della prossima stagione ambientata a Parigi!

Ronald D. Moore, produttore esecutivo di Outlander, durante una recente intervista a TVLine ha parlato del discusso finale di stagione di Outlander e delle prossime avventure di Claire e Jaime.

Ecco cosa è emerso durante l’intervista di TVLine:

outlander_115-Sui  nudi frontali maschili visti nell’episodio finale

Moore ha spiegato che si è trattato di scelte di post produzione; per evitare di “distrarre troppo” e portare gli spettatori a dire “uh guarda, stanno mostrando (un nudo frontale n.d.r)“ha scelto di tenere un solo taglio, quando Tobias Menzies (aka Randall) si alza ed esce dalla scena. “Si tratta di un momento di tranquillità, si è semplicemente alzato dal letto e sta camminando”

– il confronto tra Claire e Jaime

Rispetto al libro, questa parte è leggermente diversa, Moore ha scelto di rendere Jaime cosciente nel confronto. “E’ un meraviglioso momento del libro, so che stiamo per ricevere delle critiche ma il brano del libro era surreale, abbiamo deciso di renderlo più reale e lasciare gli attori liberi di gestirlo”

-Sulla seconda stagione ambientata in Francia

outlander_115-4Moore ha sottolineato quando sarà diversa la seconda stagione dalla prima appena conclusa, a cominciare proprio dalle ambientazioni più eleganti che, di fatto, cambieranno la serie donandogli anche un tono più politico. “Parigi sarà totalmente un’altra ambientazione, è un pianeta completamente diverso; la Scozia è più rude anche nelle ambientazioni: tavoli di legno, fumo, lume di candela” ora spiega Moore la serie approderà in un mondo fatto di “seta e colori vivaci. Abbiamo a che fare con la rivolta Giacobbina: ci saranno inganni, bugie e malelingue”.

Non dimentichiamoci che Claire e Jaime vengono da un momento tutt’altro che facile come sottolinea il produttore esecutivo : “ Lei è incinta inaspettatamente e lui paga ancora le conseguenze di quello che è successo con Randall. Sarà molto diverso dalla prima stagione ed è questa la forza della serie in generale: la sua continua evoluzione”.

Anche la lingua sarà una sfida, non tanto per i personaggi: “Jaime la conosce, la cultura è per lui famigliare, ha un cugino, Jared, che vive lì e che si occupa di un’azienda vinicola e Jaime è già stato in Francia e sa come comportarsi nella società Parigina, Claire conosce il francese ma trova difficile doversi piegare al ruolo della donna di quei tempi . E gli attori?” Sam Heughan sta prendendo lezioni di francese, Caitriona Balfe invece è già avvantaggiata perché ha vissuto per un periodo in Francia.

-Sull’adattamento del Romanzo Dragonfly in Amber nella seconda stagione.

Moore mette le mani avanti spiegando che il processo di adattamento di questo volume sarà complicato, proprio per la sua struttura: “La trama non è semplice e lineare come quella del primo volume ci sono molte idee e personaggi che vanno e vengono” Lo sceneggiatore garantisce però che stanno cercando in tutti i modi di rimanere fedeli al racconto della Gabaldon: “Siamo alle prese con lo stesso complicato compito, quello di adattare il libro in modo fedele ma allo stesso tempo rendendolo adatto alla tv”.

Alla domanda se la seconda stagione inizierà nel 1960 come Dragonfly in Amber, dovremo attendere, Moore non si sbilancia.

Le riprese della seconda stagione di Outlander inizieranno a Maggio e termineranno a Febbraio del 2016, la seconda stagione andrà in onda nei primi mesi del 2016.

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio