Arrow

OTP Weekly: L’angolo delle Shipper vol.10 – Arrow, Revenge e Grey’s Anatomy

Perdoname madre por mi vida loca!

Quante emozioni che mi sono capitate sotto mano! Questa settimana ha inaspettatamente aperto i battenti a dei colpi di scena che nemmeno il nostro subconscio aveva lontanamente potuto intuire. Ma si sa: laddove l’universo si ci mette d’impegno per far coronare l’amore complicato di una coppia che si tormenta da anni, molla la presa su qualche altra coppia, lasciandola in balia degli eventi senza senso. Sì, proprio così: se da qualche parte finalmente la vostra ship preferita ha preso il largo, stiate pur certi che altrove un’altra coppia starà pagando lo scotto per questa vostra felicità. Una coppia nasce, una coppia muore: è il dharma telefilmico.

330768-400-629-1-100-Olicity-scena-sesso-Oliver-Felicity-1024x576Olicity: Finalmente, gloria al Dio nell’alto, Olicity non è più solo un mero mesh-up linguistico: Olicity è ora una concreta fusione di pensieri, di anime, di corpi (soprattutto di quelli). E dite la verità, chi di noi non ha cliccato più volte sul tasto rewind per ammirare i pettorali di Amell…Ma, tornando al punto focale della situazione, Nanda Parbat è quel tramite afrodisiaco che consente ai due di avvicinarsi senza più respingersi. Oliver, da un lato, si trova costretto ad adempire al suo accordo con Ras’ –ok, niente spoiler per chi non avesse ancora visto integralmente l’episodio! – e dunque non ha più nulla da perdere: sa perfettamente che quella notte rimarrà un ricordo isolato di quella che sarebbe potuta essere una fantastica storia d’amore. E’ Felicity, comunque, a dargli il segnale decisivo. Dopo la solita tiritera del “mi hai cambiato la vita” (e noi fans DONNE ci associamo unanime al suo pensiero!) è il suo turno di dichiarare il proprio amore per Oliver. Anche in Felicity scatta la consapevolezza di non poter avere più un’altra possibilità di dimostrare ad Oliver il suo amore, e di essere pronta a giocarsi il tutto per tutto, di viaggiare controcorrente e di farsi guidare non dalla testa ma dal cuore.

de1923c1113d8bb5_Emma-Stone-Gifs-emma-stone-30493375-500-189.xxxlarge

Ehmm, forse guardando da un’ottica diversa, più razionale e soprattutto distaccata, senza considerare quindi il fattore “stavamo aspettando questa svolta da una vita”, sembra tutto un po’ perentoriamente forzato: lo stare insieme come se non ci potesse essere un’altra alternativa, un’altra possibilità, mi suona quasi come un’imposizione. “Tiè, beccatevi questo, giusto per farvi stare mansueti!” deve essere stato il commento degli sceneggiatori quando hanno pensato la scena di Nanda Parbat. Essì, infatti, poveri noi, stiamo ricamando su un qualcosa che è stato un semplice specchietto per le allodole: SPOLIERISSIMO! Nonostante John, Felicity e Malcom abbiano provato a far scappare Oliver, ovviamente non ci sono riusciti. Per ogni ostacolo che si supera ne nasce un altro (il dharma di cui vi parlavo prima). E dunque, a noi ci tocca sorbirci l’ennesimo addio dei due, e la solita tiritera che ha anche stancato un po’. Ehhhh, c’eravate cascate, credevate che finalmente i due potessero stare insieme! No, sbagliato. Se c’è un principio fondamentale al quale obbedire, è che nulla tira di più come una coppia tormentata. E mò attaccàti al pc per scoprire come va a finire!

MerDer: Mi rendo conto che qualsiasi tipo di commento sarebbe superfluo, ma proverò almeno ad inquadrare a 360° la situazione in maniera distaccata, giusto per cercare di trovare una logicità ed un criterio coerente che ci ha condotte dopo undici anni alla morte di Derek Sheperd.

Shonda, brutta cattivona distruggi-sogni!

anigif_enhanced-buzz-2956-1384881603-35

Ok, ok, avevo detto in maniera “distaccata”. Ma come si può? Come si può non prendersela con Shonda dinanzi a questa sua scelta? Beh, mi ci sono arrovellata un pochino sulla situazione e sono arrivata ad una conclusione: Shonda è stata messa alle strette. Deve essere stato per forza così. Facciamo un passo indietro, a tre anni fa, alla morte di Lexie e Mark: parliamo di qualcosa di, ovviamente, inaspettatissimo, un’angosciosa dipartita accurata, studiata nei minimi dettagli, sentita, sofferta e patita. Qui è ben chiaro che la morte di Lexie e Mark è stato frutto esclusivo di una scelta di Shonda per smuovere un po’ la vita ormai troppo tranquilla dell’ospedale. Ci sta. Ti abbiamo odiato per questo, ah se ti abbiamo odiato. Un’altra coppia che non potrà mai più coronare il suo amore. ‘Abbè, almeno sono morti entrambi. Amen.

L’incidente di Derek suona invece come un frettoloso pretesto per trovare una rapida via d’uscita a Patrick Dempsey, che già da temaxresdefaultmpo sognava, a quanto pare, di liberarsi da questo incatenante impegno con Grey’s. Tutto troppo veloce, tutto troppo superficiale, tutto troppo normale, direi. Questa morte, scontata e tiepida, non è nello stile di Shonda. Non fa giustizia al personaggio sul quale tutte, almeno una volta, abbiamo fantasticato. Dopo tutto quello che Derek è riuscito a superare: annegamenti, tentati suicidi, un matrimonio fallito, la morte del migliore amico, una sparatoria, la perdita di un bambino, un incidente areo, ora ci muore così docilmente. Ci fa piangere e ci fa dimenare ancora sotto l’effetto di una sincope, ma non ci ha shockato per la morte in sé. Un banalissimo incidente stradale per una stupidissima inversione ad U, per colpa di uno stupidissimo camion uscito da quei buchi neri da dove escono sempre i camion degli incidenti stradali nei film. Insomma, questo è stato per Shonda l’espediente più facile e diretto per consentire a Derek e Meredith di continuare ad amarsi, in eterno.

Shonda in cuor suo crede di averci fatto un piacere. Io invece le risponderei che morto su di un lettino di ospedale dopo essersi finalmente reso conto di avere tutto ciò di cui aveva bisogno o saperlo in una suite di hotel a Washington con un’altra specializzanda non avrebbe poi fatto chissà quale differenza: ci hai strappato comunque il nostro fottutissimo happy ending! E si sa, quando la mente si rifiuta di credere a qualcosa…noi tutte speriamo ancora che sia uno stupidissimo sogno di Meredith e che il prossimo episodio ritroveremo di nuovo Derek ed il suo brillante sorriso.

211Spendo giusto due righe contate per Emily e Jack (che sono talmente sfigati da non avere nemmeno un nome tipo gli Emack o i Jackily). La rincorsa di Emily dietro all’aereo di Jack è proprio la concretizzazione del rapporto di questi due poveracci: a rincorrersi per quattro stagioni, e a noi c’è stato concesso solo un bacio mentre si accoppiavano con le migliori specie di balordi l’una (tipo l’ultimo in questione proprio Ben, fantastico personaggio) e di insignificanti donne l’altro. Abbiamo ormai capito che sono destinati a stare insieme. E allora perchééé, perché? Lo so che l’obiettivo è quello di far chiudere lo show prematuramente, ma dateci la ricompensa che ci spetta per aver sopportato questa trashata gigantesca di Revenge solo per capire che Jack non è uno sfigato come potrebbe sembrare in fatto di donne! O santa Brigida, ti prego, fa che nel prossimo episodio me li trovo in uno stesso letto, anche se dovesse essere quello per pubblicizzare la Eminflex! Poni fine al mio tormento e a quello di Emanda e Jack!

Comments
To Top