fbpx
Orphan Black

Orphan Black: Recensione dell’episodio 2.06 – To Hound Nature in Her Wanderings

La varietà dell’offerta di serie tv è tanto vasta che sarebbe oltremodo riduttivo tentarne una classificazione in poche rigide categorie. Eppure, se si volesse tentare una tassonomia di questo variegato mondo, si potrebbe iniziare a dividere i suoi elementi in due grandi gruppi: le serie che si concentrano sull’evoluzione dei personaggi e quelle che privilegiano lo sviluppo di una trama orizzontale con colpi di scena e intricati sviluppi. Se la prima stagione di Orphan Black poteva essere associata alla prima categoria per l’attenzione dedicata alle reazioni dei diversi cloni alla scoperta di cosa sono, questa seconda stagione introduce pochi personaggi nuovi e sceglie quindi di puntare su una storyline che assomiglia sempre più ad un territorio inesplorato la cui mappa si disegna solo mentre lo attraversi.

OrphanBlack2x06sestrasQuasi a contraddire quanto appena detto, la prima parte di questo episodio ha però un tono diverso essendo incentrato sulle due sestra e sul loro rapporto, ma soprattutto su Helena. È proprio il personaggio della bionda ex killer di cloni ad aver subito una radicale mutazione. Vediamo qui una Helena completamente differente da quella che abbiamo conosciuto: sempre più legata alla sua sestra, pronta a inventare scherzi per avvicinarsi a lei, irrefrenabilmente canterina per alleggerire la tensione di una missione dall’esito incerto, docilmente obbediente ai comandi della sua ritrovata gemella. Ma anche irresistibilmente attraente (c’entra qualcosa il look alla Shakira ?) e vogliosa di flirtare come una collegiale in libera uscita. Che poi usi le biografie degli altri cloni per costruirsene una tutta sua e finisca il primo appuntamento con una rissa dopo un approccio decisamente spinto è un voluto e simpatico omaggio al suo passato prossimo. Ma soprattutto Helena ha un inatteso desiderio di maternità che la convince a tornare con Grace e Mark per prendersi cura dei suoi (ancora non nati) bambini. Una volontà di essere madre che è forse solo un altro modo di assomigliare alla adorata Sarah, quasi che un futuro figlio possa cancellare quella indesiderata distanza che ancora la separa dall’essere in tutto una replica della sua amata gemella.

OrphanBlack2x06duncanChiusa la parentesi di Helena, l’episodio di questa settimana vive principalmente delle rivelazioni che Sarah da un lato e Cosima e Delphine dall’altro si trovano ad affrontare. La visita alla chiesa permette a Sarah di scoprire che il progetto LEDA non è nato dal nulla, ma è piuttosto la continuazione di ricerche iniziate quasi un secolo prima e successivamente bloccate per motivi etici. Ostacolo facilmente aggirato con i finanziamenti privati della Dyad che ha quindi sempre avuto il controllo dei giochi contrariamente a quanto Leekie aveva lasciato intendere. Rivelazione di sicuro interesse, ma che forse è stata ottenuta in maniera troppo rapida. La suora che custodisce i documenti afferma, infatti, di nasconderli per proteggerli, ma è subito pronta a mostrarli a chiunque ne faccia richiesta che sia una presunta studentessa o un attempato signore. Una contraddizione abbastanza stridente sacrificata alla necessità di accelerare lo sviluppo della trama orizzontale. Corsa che porta alla scoperta successiva con Sarah che ritrova (grazie al lavoro certosino della nuova improbabile accoppiata Art – Felix) l’uomo cigno noto prima come Ethan Duncan e ora come Andrew Peckam.

OrphanBlack2x06SiobanGli autori hanno deciso che questo episodio dovesse essere una corsa senza soste e non rimandano l’incontro con Peckam. Anzi, lasciano che proprio questo rendez – vous offra ben tre sorprese al prezzo di una. Peckam non è solo, ma difeso da una organizzazione ancora misteriosa di cui fa parte proprio Siobhan Sadler (con una meritoria t – shirt delle Pussy Riot), la cui figura continua ad ammantarsi di interrogativi senza risposta (e a questi si aggiunga pure il perché Paul la riconosca subito come una pericolosa avversaria già incontrata in passato). Neanche il tempo di riassestarsi per il colpo ricevuto che già altri due potenti jab si abbattano sulla mascella spalancata dello spettatore: altri cloni esistono (quanti ? dove ? con lo stesso DNA ?) e Leekie è l’assassino della madre di Rachel e il colpevole dell’incendio da cui si è salvato (come ?) Duncan. Chiaro che è quest’ultimo segreto quello con maggiori implicazioni dato che costringe a rileggere in maniera più inquietante le azioni passate del dottore e il significato del suo disobbedire agli ordini di Rachel nonché le relazioni conflittuali tra i due.

OrphanBlack2x06scottSe è Sarah a fare il maggior numero di scoperte, anche nel laboratorio di Cosima le cose non restano ferme. Anzi, il neo assunto Scott (scelta conseguenza di quanto fosse già coinvolto e di quanto abile sia non solo a sequenziare il DNA, ma anche a seguire il filo delle prove fino alla giusta conclusione) scopre che le cellule staminali che sembrano funzionare su Cosima (protagonista di un toccante dialogo con Sarah) sono di un parente dei cloni lasciando intuire che si tratti di Kira o di un genitore dei cloni stessi (quale ?). Difficile comprendere la scelta di Delphine di non rivelare a Cosima la scoperta di Scott. Se da un lato potrebbe trattarsi di un pietoso tentativo di tranquillizzare la persona che ama, dall’altro non è da scartare l’ipotesi che la dottoressa francese sia ancora al servizio di Leekie in un doppiogioco prolungato che renderebbe ancora più incerte le conseguenze di questa ennesima rivelazione.

 In un episodio tanto ricco di colpi sull’acceleratore, appaiono quasi rilassanti intermezzi sia l’incontro tra Mark e Paul (che saggiamente decidono di non affrontarsi in uno scontro non necessario) che le avventure di Alison nel centro di disintossicazione. Eppure, anche qui gli autori non rinunciano ad inserire un elemento sorprendente con il ritorno di un Vic cambiato dalla nuova passione per il buddismo, ma ancora costretto dalla sua tutt’altro che intonsa fedina penale ad accettare di spiare Alison per conto della rediviva Angela per nulla disposta a seguire l’ordine di Art di mollare la presa. Quali conseguenze avrà questo interesse è qualcosa che non possiamo prevedere. Ma, se la serie continua a correre con questo ritmo, non dovremo aspettare molto per saperlo.

Per restare sempre aggiornati su Orphan Black, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Orphan Black Italia

Comments
To Top