fbpx
Orange Is The New Black

Orange is the new black: recensione dell’episodio 2.10 – Little Mustachioed Shit

in questo decimo episodio torna Alex, vediamo come è nata la storia tra lei e Piper

Finalmente rivediamo Alex!

Inizio così la recensione per sottolineare che l’assenza di Alex in questa seconda stagione si sente troppo, e si nota la mancanza di una parte della storia, di una parte del telefilm stesso. Il rapporto tra Piper e Alex era sicuramente stato il grande filo conduttore della prima stagione e adesso che Alex è fuori dal carcere, sembra che Orange giri un po’ a vuoto: lo spazio che era dedicato alla relazione tra le due viene ridistribuito tra le vite delle molte carcerate, ma si sente nettamente la differenza: nessuna di loro riesce a sopperire alla mancanza delle interazioni tra Piper e Alex, nessuna riesce a coinvolgere intensamente e ad interessare come loro.
Baratterei volentieri la storyline di Soso e dello sciopero della fame per vedere cosa fa Alex fuori dal carcere o un suo incontro con Piper.
Eppure per adesso, nel presente, non accade nulla di tutto ciò, per cui ci accontentiamo almeno di vedere un episodio in cui il loroOITNB-Season-2-Ep-10-Piper-and-Alex-2-460x264 rapporto viene ripreso attraverso i flashback; staccare da un Litchfield cupo e violento non per vedere le tristi storie di vita delle altre carcerate, ma per una volta per vedere come è nata la relazione tra le due protagoniste, è una boccata d’aria fresca, che ravviva l’interesse verso lo show.
Per quanto mi riguarda ho passato l’episodio ad attendere che si parlasse di Piper e che arrivassero i flashback, questo è sicuramente dovuto anche alla bravura delle due attrici Taylor Schilling e Laura Prepon, che riescono davvero ad instaurare un’alchimia sul set e una complicità unica!

Così da un presente abbastanza buio per Piper, in cui ha chiuso la relazione con Larry e ha scoperto che l’ha tradita con la sua migliore amica, si salta a qualche anno prima, quando lei e Alex si erano appena conosciute: vediamo la loro prima volta insieme, interrotta dall’allora fidanzata di Alex, capiamo come Alex sia sempre stata una persona particolare che alle relazioni non dava troppo peso, e scopriamo che è stata Piper a spingere per vederla e incontrarla. Delle due la Chapman è sempre sembrata quella che si faceva più trascinare, invece è stata proprio lei a cercare Alex, provocarla, starle dietro per mettersi insieme.

OITNB-Season-2-ep-10-Polly-and-Poop-460x274Lasciando questi begli scorci del loro passato, nel presente vediamo che Alex continua a scrivere lettere a Piper che, dopo avere buttato la prima, vista la grande delusione dei Larry e Polly, non resiste al desiderio di leggere la seconda, allo stesso tempo brama vendetta nei confronti dei traditori. Il consiglio che le dà Red è emblematico:
non bevi il veleno per poi aspettare che uccida il tuo nemico, smettila di colpire il muro e inizia a pianificare la tua vendetta
Così Piper come primo atto dimostrativo, con l’aiuto della cognata, fa arrivare a Polly un sacchetto infuocato pieno di feci. Voglio sperare che questo sia solo l’inizio della sua vendetta personale e che la Chapman abbia altri assi nella manica!

Abbandoniamo l’unica storyline che ancora ci fa sorridere ed intenerire per passare alle storie del resto del carcere, che davvero per questo episodio potremmo riassumere in una sola frase: “mai una gioia!”. L’atmosfera a Litchfield è pesante e greve: Vee sta prendendo il controllo con le maniere forti e non senza contrattempi, il pestaggio di Pussey da parte di Crazy Eyes, passata da personaggio stravagante e simpatico ad intollerabile scagnozzo del capo, ne è la dimostrazione tangibile. O sei con Vee e sei fuori, lo sanno bene sia P che Watson finita in isolamento per essersi fatta trovare con le sigarette. Adesso Vee punta al tunnel che usa OITNB-Season-2-ep-10-Poussey-460x273Red per il traffico illegale di cosmetici, e dopo una prima chiacchierata poco amichevole, vedremo nei prossimi episodi se Red deciderà di condividere il passaggio con le buone, o se sarà costretta da Vee con le cattive, (ricordiamo che in un flashback degli scorsi episodi abbiamo visto come in passato Red sia già stata vittima di un pestaggio da parte della banda di Vee).
Tutto tace invece nel mio gruppo preferito, quello delle ispaniche, l’unica coinvolta attivamente in questa puntata è la Diaz, che dopo la soffiata di Bennett è costretta a fare i test di gravidanza e ad ammettere pubblicamente di essere incinta di Mendez; quest’ultimo viene arrestato ma è evidente che la rivelazione della gravidanza non sia altro che l’inizio della fine. Bennett si aspettava così di levarsi Mendez dai piedi, ma nulla potrà fermare un uomo follemente innamorato, che pensa di essere ricambiato e si pregusta la paternità!

In ultimo vediamo Morello, a colloquio con Christopher, che finalmente sembra venire in contatto con le realtà, quando lui le dice che se l’avesse rivista l’avrebbe uccisa, sembra che a questo punto anche Lorna riesca a realizzare di avere qualcosa che non va.

Un episodio che ci mostra due realtà diametralmente opposte, dalla felicità e l’amore dei passati albori, ad una prigione che sta scivolando pian piano verso il baratro, dove dilagano violenze, scandali, contrabbandi, stupri, frodi, appropriazioni indebite di denaro e realtà che non si riescono più ad arginare neanche con le severe regole imposte dall’alto.
Il marcio sta venendo prepotentemente a galla, e quando succederà nessuno ne uscirà indenne.

Per restare sempre aggiornati su Orange is the new Black con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Orange is the new Black Italia

Comments
To Top