fbpx
Orange Is The New Black

Orange is the new black: Recensione dell’episodio 2.03 – Hugs can be deceiving

l’entrata in scena di Vee e il ritorno in carcere di Piper prometto grandi cambiamenti

Dopo due episodi di introduzione, ecco che si entra davvero nel vivo di questa seconda stagione di Orange. Il primo episodio tutto su Piper e Alex è stato interessante e coinvolgente, l’atmosfera che si respirava era di pesante attesa legata alle sorti della protagonista, ma si sentiva notevolmente la mancanza del resto dei membri del carcere, diventati ormai chi più chi meno, coprotagonisti della Chapman.

Nel secondo episodio al contrario, c’era troppo carcere e si sentiva la mancanza della protagonista ufficiale. Fondamentale la parte di flashback che ci permette di conoscere Vee, ma io ho trovato un po’ lunghetta la parte del “Mock Job fair”; in fondo se i protagonisti di questo telefilm sono Piper e il mondo di donne che abita il carcere, se in un episodio manca la prima, o il secondo, per forza si percepisce un senso di incompletezza.

Sotto questo punto di vista “Hugs can be deceiving” è perfetto. Piper ritorna a Litchfield e si spartisce i 50 minuti dell’episodio conoitnb-season-2-epi-3-piper-w724 un carcere che ribolle di nuovi arrivi e cospirazioni!

Il primo elemento che ci viene prepotentemente mostrato il questo terzo episodio è che Vee sarà probabilmente il personaggio chiave di questa stagione; per prima cosa da a Red la spinta per ritornare in forma, nuovi capelli, nuove unghie e il solito look super aggressivo per rialzare la testa davanti a questa sua vecchia conoscenza.
Poi ci voleva l’arrivo di un pezzo da 90 in prigione che facesse subito vedere di voler prendere il comando. Capiamo che è già stata in carcere in passato e che ai suoi tempi erano “le nere” a comandare; è facile intuire come il suo scopo sia quello di ristabilire le vecchie gerarchie. In poco tempo si mette all’opera e riesce a rifilare una bella fregatura a Gloria, scambiando delle sigarette di almeno una ventina di anni prima, per una torta con cui riconquistare e farsi amiche le altre nere della prigione (Taystee, Cindy, Poussey e Janae).
Ottima idea quella di aprire una storylines dedicata alla conquista del potere in carcere! Lo scontro tra afroamericane e latine promette di fare faville, con il presagio di una possibile lotta tra i due gruppi e non dimentichiamoci che c’è anche Red che sicuramente non se ne starà in disparte…. Come faranno a convivere tre galli nello stesso pollaio?

Però il motivo per cui ho amato l’arrivo di Vee, non è quello legato agli scontri futuri, ma il fatto che questo nuovo personaggio 98301abbia messo in luce Suzanne “crazy eyes”, che secondo me è il personaggio più divertente e con potenziale di tutto il telefilm, che però nella prima serie era rimasto semplicemente relegato al ruolo di comparsa che faceva ridere ed inquietare per le sue stramberie e il suo morboso attaccamento a Piper, ma nulla di più. Meraviglioso invece vedere come in questa puntata venga valorizzata e che non solo le si dedichino i ben noti flashback per farci conoscere la sua storia, ma che per un certo verso la si “normalizzi”, mostrandoci tutta una parte di suo vissuto che non avevamo mai visto, il sentimento di esclusione, il senso di colpa, il senso in inferiorità, e inoltre facendoci vedere come possa essere utile al telefilm e ai piani di Vee per cui Suzanne recupera il pacchetto di sigarette. Un plauso per l’attrice che interpreta crazy eyes che recita divinamente la parte della schizzata e che secondo me in questa puntata dà il meglio di sé nella scena in cui Vee le si presenta toccandole il naso (sono morta dal ridere!)

Altro storia che ha molto potenziale è sicuramente il proseguire della relazione tra Chapman e Pennsatucky. Anche se vengono costrette ad abbracciarsi per dimostrare la fine della reciproca ostilità, il titolo dell’episodio (Gli abbracci possono 1065490093ingannare) sottolinea che l’odio reciproco non si è minimamente spento e, a differenza dell’ultima puntata della scorsa stagione, adesso vediamo Piper estremamente cambiata e molto più tosta e consapevole della propria forza di come l’avevamo lasciata; dall’altro lato anche Tiffany con i nuovi denti ha già dimostrato di sentirsi superiore al suo “club.dei.denti.gialli” e sarà sicuramente più agguerrita che mai.
Sorprendete vedere come sia finita la loro lotta alla fine della scorsa stagione e l’intervento di Suzanne che in un momento di agitazione , prende a botte Piper, salvandole in qualche modo la vita.

Tanta carne sul fuoco in questo bellissimo episodio che da proprie l’idea di essere un episodio di apparente quiete, in cui vengono gettate le basi per la tempesta che a breve travolgerà Litchfield!

Per restare sempre aggiornati su Orange is the new black, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Orange is the new black Italia

Comments
To Top