Once Upon a Time

Once Upon a Time: Recensione episodio 4.12- Heroes and Villains

Chi vede Once Upon a Time da quando è iniziata ormai quattro anni fa lo sa benissimo: non esistono eroi e cattivi. Nell’universo creato da12ad0ca438a7ddae886a3bb00f6b41a4a434ad Horowitz l’umanizzazione dei personaggi delle fiabe è fulcro centrale della storia. Quelli che tradizionalmente sono i “Villains” vengono analizzati e studiati a fondo, in modo da far comprendere allo spettatore i motivi che portano all’azione cattiva. Mentre gli “Heroes”  vengono fatti scendere dal piedistallo della perfezione tramite artifici narrativi di semplificazione del personaggio: David che non è un principe e Snow che ha ucciso Cora. Di questo e di come esso mi stia particolarmente a cuore no ho già ampiamente parlato lo scorso anno nell’episodio  “The Jolly Roger” quindi non mi ripeterò nel raccontarvi come io adori i cattivi e come questo sia stato il motivo per cui ho iniziato a seguire OUAT.

Arrivati alla fine di questa prima metà di stagione, rimasta ormai congelata tra le miriadi di citazioni di Frozen e le azioni di un Tremotino in preda ad una crisi di mezza età, incominciavamo a dubitare però che questo modo di trattare il cattivi fosse ancora vero. Infatti la Snow queen non può rientrare nella definizione di personaggio cattivo, anzi potremmo forse dire che ha contribuito alla crescita non solo di Emma e Elsa ma anche del rapporto tra la famiglia Charming e la figlia. A differenza di Zelena che ricercava vendetta, la Snow Queen era più un cucciolo smarrito in preda alla paura e alla disperata ricerca di una casa. Dall’altra parte Rumple ha dimostrato molto più odio e cattiveria della scorsa stagione, non solo ricattando il povero Hook ma anche ingannando Belle e tornando a fare esclusivamente il suo interesse (quando la morte di un figlio ti cambia proprio…).

once-upon-a-time-saison-4-episode-12-heroesFortunatamente questo finale di stagione viene in soccorso dell’andamento altalenante dei ruoli, non solo viene sottolineato nuovamente la differenza tra Eroi e Villani, ma anche la dicotomia interna ai cattivi stessi. Quando Regina e Tremotino discutono davanti alla linea di confine, è palese la differenza tra i due personaggi. Entrambi consapevoli di non meritare un happy ending, ma entrambi desiderosi di averlo. Solo che Tremotino cerca di ottenerlo pensando solo al suo interesse, mentre la nostra fantastica Evil Queen non può fare a meno di continuare a sacrificarsi per il prossimo, che esso sia suo figlio o il suo vero amore.

Essere cattivi è quindi essere umani. Questo sembra volerci dire l’episodio, si può essere egoisti o altruisti ma comunque gli sbagli e le menzogne del passato in qualche modo continuano a perseguitarti (che siano un pugnale o Marion). Anche il trio di cattivone introdotto in questo finale “Ursula-Crudelia-Malefica” sembra seguire questo percorso, sacrificare i diverbi e le diversità per unirsi contro un nemico comune, e tutto per avere un minimo di felicità. C’è da dire che questo trio non pare sfruttato a pieno, sembra quasi infatti che siano apparse un po’ a caso e nessuna delle tre ha dei dialoghi rilevanti, tanto da sembrare più una trovata per attirare spettatori che per mandare avanti la trama.

Il messaggio finale è quello di lottare per scrivere il proprio destino, dimentichi di cosa si è stati. I libri bianchi di cui è piena la casa del misterioso “scrittore” rappresentano proprio questo. Eroi e Antagonisti non esistono, esistono i personaggi e il ruolo che giocano nella storia. La Regina di ora si meriterebbe non uno ma ben 10 finali felici, mentre altri personaggi non hanno dimostrato di meritare la felicità di cui sono portatori (Snow). Chi sia il misterioso scribacchino, come funzionino i libri e con che criterio vengano scritti lo scopriremo a marzo. Per ora resta un enorme gruppo di Villains unito nella ricerca di un Happy Ending comune.

tumblr_nglrddd1FX1rl58vno2_500

Ci vediamo a Marzo!

Buone Feste signori! Good Luck!

Angolo della Vipera:

-Ursula ma dove vai, al carnevale di Rio? #costumibrutti

-Marion: unico personaggio al mondo odiato più di Laurel di Arrow che si intromette tra Olicity…

-Malefica è il mio personaggio Disney preferito e qui sembra la cartomante della fiera dello gnocco fritto…

-è destino che tocchino a me gli episodi dedicati a Belle, a regola gli autori conoscono la mia passione per la De Ravin.

– Robin non te ne andare ti prego, stiamo tutte a piangere!!

– L’utilità di Kristoff? Lo ricorderemo per la sua abilità nel parlare con le renne di stoffa.

– Ma il fante di cuori? Bloody Hell dove sta??

Per restare sempre aggiornati su Once Upon a Time con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Once Upon A Time Official Fan Club Italia

Comments
To Top