Once Upon a Time

Once Upon a Time: Recensione dell’episodio 5.01 – The Dark Swan

Ce l’hanno menata in tutti i modi possibili e immaginabili con questa Dark Swan sin dallo scorso season finale di Once Upon a Time, che ritorna questa settimana con la premiére della quinta stagione per mostrarci ciò che è accaduto ad Emma. Questa serie ha dei fan molto accaniti ed interessati alle sue vicende, sempre alla ricerca di notizie, immagini o video sull’argomento, e sicuramente non sono rimasti delusi visto il bombardamento di news su Dark Swan che è stato fatto durante l’estate. Proprio per questo motivo, cioè il fatto che sapevamo già benissimo che Emma avrebbe abbracciato l’oscurità, questa prima puntata non è certo una sorpresa, anche se forse gli autori volevano farci credere il contrario.

once upon a time_501_bKitsis e Horowitz, infatti, forse credevano di potersi permettere di “imbrogliare” gli spettatori con un finto twist, ma visto quanto bene li conosciamo e vista, appunto, la campagna pubblicitaria fatta tutta improntata su Dark Swan, non avrebbero mai potuto farci cadere nella trappola di Emma buona. Sappiamo bene che ci vorrà almeno tutta la prima metà di stagione per risolvere il problema. Praticamente noi vediamo solo negli ultimi minuti Emma cattiva nei veri panni dell’Oscuro mentre per tutto il resto del tempo la vediamo combattere contro se stessa e le sue visioni sotto forma di Gold per tentare di non cedere all’oscurità.

Carina l’idea di farla combattere con questa sorta di demoni interiori e quindi il tentativo di scandagliare il suo io più profondo ed il suo voler compiere scelte buone per combattere la sua paura di diventare l’Oscuro. Ce la fanno apparire e credere buona dentro visto le scelte che compie nei confronti di Merida, nonostante i gesti che involontariamente fa non siano certamente positivi. Ma tanto sappiamo che in un telefilm di questa fattura certe introspezioni lasciano il tempo che trovano (anche se di tempo in minutaggio di puntata gliene è stato dedicato molto) e risultano comunque molto superficiali, sbrigative e di facciata, messe in scena giusto perché devono svolgere il compitino e quindi mai davvero profonde. Però questo abbiamo e questo dobbiamo tenerci e quindi ecco Emma cercare di resistere fino alla fine, finché non ci viene mostrato il già visto, il trito e ritrito sottolineato anche dalle parole di Snow, “Di nuovo?”, perché evidentemente vogliono un po’ prendersi in giro da soli visto che usano sempre le stesse trame anche se calate in storyline diverse. Idee nuove non ne hanno proprio?!

once upon a time_501_cDirei di no e, quindi, tutti i nostri protagonisti, dopo aver rincorso Emma nella Foresta Incantata (senza una vera logica sul come ci sono giunti), per aiutarla a trovare Merlino in modo da impedirle di diventare cattiva, sei settimane dopo fanno ritorno a Storybrook, vestiti adeguatamente al luogo in cui si trovavano e senza ricordare nella del tempo trascorso nella Foresta Incantata se non l’arrivo iniziale a Camelot. “Di nuovo”. Nei primi momenti Emma non c’è, ma poi eccola sbucare fuori ormai trasformata a tutti gli effetti in Dark Swan, più cattiva che mai.

Cosa sarà accaduto in quelle sei settimane solo il tempo ce lo dirà, intanto in questo ripetitivo episodio abbiamo fatto la conoscenza di Merida (dal cartone animato Ribelle – The Brave), di Camelot, di Re Artù e Lancillotto, che comunque non erano nemmeno queste novità visto che ci avevano già anticipato tutto durante l’estate. L’unica cosa vagamente interessante è il fatto che il pugnale dell’Oscuro altro non è che la punta di Excalibur. Anche qui vedremo dove si vorrà andare a parare, tenute anche in considerazione le parole dell’uomo ad una piccola Emma al cinema.

Oltre a ciò, vediamo altre situazioni che proseguono dalla stagione precedente: l’amore di Hook per Emma che vuole salvarla a tutti i costi, così come vogliono fare i suoi genitori; Regina ormai buona che si scontra con la sorella Zelena che è incinta e cerca ancora disperatamente qualcuno che la ami riponendo questa speranza nel bambino che porta in grembo ed Henry autore senza penna ma in mezzo ad ogni vicenda. In più abbiamo i nani che vogliono prendersi un posto da protagonisti per non rimanere più sullo sfondo, ma è uno sforzo vano once upon a time_501_dperché sappiamo che non ci riusciranno mai.

Insomma, un episodio che riparte da dove si era conclusa la scorsa puntata e ripercorre gli stessi passi, le stesse dinamiche tra personaggi e le stesse storie delle stagioni precedenti. Niente di nuovo all’orizzonte quindi e la cosa si sta facendo davvero ripetitiva e noiosa ed allora non c’è altro da fare se non aspettare di vederne gli sviluppi sperando che le cose cambino un po’.

5.01 – The Dark Swan
  • Ripetitivo
Sending
User Review
4 (9 votes)
Comments
To Top