fbpx
Recensioni Serie Tv

Once Upon a Time: Recensione dell’episodio 3.11 – Going Home

We have to go back, Emma

A volte fare il recensore è un mestiere duro. Ma come? Scrivere è una cosa così bella! Certo, ma il recensore deve scrivere più di quello che sente al momento, deve andare al di là del semplice lato emotivo, per quello ci sono i fandome, ci sono i ragazzini che si strappano i capelli per il loro show. Il recensore no, deve scavare, deve andare oltre la singola prima emozione, deve fare un lavoro completo e più “esterno”, deve dare un giudizio che sia ponderato e serva a qualcosa.

Ed è per questo che valutando il finale invernale di Once Upon a Time non mi posso dire troppo soddisfatto. Si, certo, ci sono delle scene costruite con grande mestiere e soprattutto con bravura del principale interprete, la risoluzione che precede il twist finale potrebbe essere coraggiosa se non sapessimo che c’è ancora almeno una stagione e mezza che deve essere riempita, ma non basta.

once upon a time 311gVeniamo subito al bene: la morte di Rumple è favolosa. Lo è sia per il coraggio di togliere uno dei personaggi più affascinanti e interpretato da uno dei due attori che hanno funzionato in questa serie (dalla seconda stagione in poi, almeno, prima funzionava più gente), sia perché è carica di pathos, che Carlyle sa gestire con una capacità impressionante. Devo ammetterlo: mi sono emozionato. Il sacrificio del villain che arriva al culmine della sua redenzione è un elemento sempre potente e, anche se è un elemento tipico di molte narrazioni, quando viene interpretato bene ha un fascino estremo. La fine di Pan unita a quella di Rumple (anche se non si capisce il perché debbano morire entrambi) dà una degna chiusura ad una storia che a tratti era stata zoppicante. La stessa idea dell’immobilità dei “cari” di Tremotino che non possono nemmeno disperarsi finché tutto non è finito è molto bella e carica di significati. Devo pure dire che andavano benissimo congelati, perché se la reazione della De Ravin (Belle) una volta liberata è quantomeno interpretata decentemente, lo stesso non si può dire di quella di Michael Raymond-James (Bae) che sembra un attore di terzordine.

once upon a time 311fAnche il modo di spezzare la maledizione, con la cancellazione di StoryBrooke e la perdita globale di memoria di chiunque è molto ben fatta, ma pecca del fatto di essere la seconda nel giro di pochi minuti: abbiamo appena assistito ad un sacrificio e ne segue un altro globale. Lo so, è una pecca da poco, soprattutto perché grazie alla Parrilla (l’altra che fa funzionare bene il suo personaggio) ci passiamo sopra molto volentieri. La scena è intensa, ma ha una pecca ancora più grossa di quella menzionata prima, ossia il fatto che sappiamo che non ce la raccontano giusta. Sì, certo, andrà così come ha detto Regina, ma poi, gioco forza, dovrà cambiare tutto, altrimenti che ci fai con il resto, quantomeno, della stagione?

Ed infatti poi arriva il momento che ho anticipato con il pseudo quote iniziale “we have to go back, Emma”. Va benissimo il citazionismo, vanno benissimo le 8:15 e le barrette Apollo, ma non è accettabile che gli stessi autori facciano copia/incolla dal finale della terza stagione di Lost! Certo, avevano scopiazzato diversi elementi nel corso della narrazione, ma così è veramente tanto, qui si usa lo stesso twist finale, non c’è proprio decoro, né fantasia.

once upon a time 311aDetta questa grande pecca, ce ne sono altre più piccole e sparse, che magari saltano meno agli occhi, ma che è comunque mio compito (il famoso duro mestiere di prima) riportare: la gestione di molte sottotrame è arrangiata o gestita con estrema sufficienza. Per quale motivo la pericolosissima ombra di Pan dovrebbe svolazzare come un completo idiota in mezzo alla chiesa, senza attaccare nessuno, ma come il peggiore orsacchiotto da giostra pronto ad essere impallinato? E per eliminare l’ombra di Pan bastava buttarla nel fuoco? Sembra tutto un ritrovarsi con delle trame che bisogna chiudere, ma bisogna anche gestire in fretta, perché non c’è abbastanza tempo, quindi, addio alla logica, chiudiamole così perché è così, senza porci domande.

La maledizione, inoltre, viene lanciata ad inizio episodio, visto che Pan serviva in altri posti più avanti nel racconto, ma siccome poi bisogna metterci dentro tutto il resto, allora, la maledizione, senza nessuna ragione apparente, viaggia alla sorprendente velocità di 5 metri ogni 10 minuti (vi ricordate quanto ci aveva messo ad arrivare il fumo rosa dallo stesso pozzo alla fine della prima stagione? pochi secondi).

once upon a time 311ePoi ci tocca sorbirci una quantità esorbitante di mini flash inutili che non aggiungono nulla al racconto: un esempio su tutti è quello di Hook con Trilly a Neverland; a cosa è sevito? a farci capire la battuta che lei poi dice in chiesa? E quindi?

In conclusione, un finale a due facce, emozionante in alcuni punti, gestito in modo svogliato e soprattutto privo di fantasia in altri. Ora la serie, presumibilmente, risposterà il suo fuoco nella Enchanted Forest, ma saremo senza Rumple. Una sfida difficilissima per Once Upon a Time.

3.11 - Going Home

Lacunoso

Valutazione globale

User Rating: 3.73 ( 6 votes)

Articoli correlati

5 Comments

  1. Citazioni di lost a parte… (che poi io le vedo ovunque in ogni serie 🙁 ), io questo episodio non l’ho trovato emozionante, insomma sacrificio di Rumple a parte, che comunque non è morto davvero, perchè non è stata data una spiegazione logica all’accaduto (pugnali che sono lunghi come alabarde, gente che invece di accasciarsi a terra scompare in una brutta copia della “crepa del tempo”), il resto dell’episodio è stato uno WTF continuo, come ormai ci ha abituato questa serie. Vogliamo ragionare sulla maledizione che assume la forma di un passato di piselli, e che accerchia la città da tutti i lati, tranne che quello dove devono fuggire emma e henry?; vogliamo parlare dell’assurdità dell’ombra di Pan che muore bruciata in chiesa?; Vogliamo parlare della scomparsa di tutti gli altri abitati di Storybrook? Dov’è Ruby, o cenerentola, o ariel, o il dottore, o geppetto, o il grillo parlante?
    Sento commenti, che lodano questo episodio, ma sinceramente c’è solo una cosa da festeggiare: Hanry è tornato a fare quello che riesce a fare meglio: il bambino…inutile!
    Che poi ci sono delle cose che non tornano: Emma è nata nella foresta incantata, ma non torna indietro, per stare con Hanry, ma se storybrook non è mai esistita il padre di Hanry chi è? Un po’ troppo Wibbly-Wobbly-Timey-Wimey no?

  2. Cate, condivido buona parte dei tuoi argomenti, anche se su un paio di punti non sono così convinto. Rumple secondo me è morto, non ho idea del perché dovesse morire, ma ho la sensazione che sia veramente andato e capirei Carlyle che vuole togliersi da sto show.
    Questione Emma e Bae: potrebbe avere una sua logica, nel senso che entrambe, pur essendo nati nella Enchanted Forest, se n’erano andati ed erano arrivati nel mondo reale prima della maledizione. Questo funzionerebbe, se non per il fatto che hanno fatto tornare Bae indietro, ma credo la svista sia quest’ultima e sia dovuta principalmente al fatto che gli autori di questa serie si fanno troppo influenzare dagli ship del fanbase (Hook & Emma) e non hanno le palle per decidere le cose da soli….

  3. Si anche se c’è poco da shippare, voglio dire: quale donna sana di mente sceglierebbe l’uomo che l’ha abbandonata incinta in prigione, invece del pirata dall’eyeliner facile? 🙂 Hanno voluto palesemente, far fare alla serie un passo indietro verso l’atmosfera delle prime stagioni credo… tremotino sostituito dalla strega dell’ovest…mah, io sinceramente più introducono personaggi nuovi più ho paura:-) Poi staremo a vedere…

  4. Episodio appena guardato. Anch’io come voi rimango molto delusa e davvero l’unica nota positiva è la scena del sacrificio di Tremo. (Quando una serie o, un film riescono a emozionarti allora, significa che gli attori anche se magari non recitano nella nostra lingua madre sanno fanno il loro mestiere alla grande!)
    (La scena me la sono cmq guardata in lingua originale!!)

    Tutto alla rinfusa. Morte dell’ombra di Peter / risurrezione della Fata Madrina / ricerca della bacchetta magica intrisa di magia nera … tutte cose che solitamente impiegherebbero episodi interi per mantenere viva l’attenzione e la suspance dello spettatore… avvenute invece in mezzo secondo?!

    Sulla scomparsa totale dal telefilm, di Tremo, ho i miei dubbi. Tutto sta se l’attore ha ricevuto ingaggi con cache piu’ altisonante.

    Scena di addio tra Emma e l’uomo che ama e che è pure il padre di suo figlio, troppo breve/senza enfasi e non sense sul fatto che lui non rimanga nel nostro mondo con la sua famiglia dal momento che anche Emma non ci è nata. Condivido poi che l’attore poteva farsi vedere più addolorato vedendo il padre sparire in una nuvola di fumo nero.
    … Insomma, i vostri stessi dubbi, li ho avuti anch’io.
    Sono davvero delusa. Che senso e che creatività c’è nel postare di nuovo la maledizione? E solo alla terza serie? Immaginazione degli sceneggiatori pari a zero.

    Gia’ in Italia questa serie non ha riscosso emorme successo…se vanno avanti di questo passo, anche il pubblico americano smetterà di appassionarsi e se si stanca… sappiamo tutti che il programma morirà anche per noi in Italia e non potremo farci nulla.
    Spero molto nei nuovi episodi di marzo,ma onestamente ho molta paura. Se saranno come questo non credo guarderò una quarta serie..guardo un telefilm perchè mi appassiono alle storie dei personaggi e rispetto a un film li vedo andare avanti e maturare. Se la 2^ parte della 3^ serie sarà un “macinare” e rimescolare fatti già accaduti per mancanza di idee allora preferirei vedere il titolo “fine” a tutte le vicende intorno a Emma. Dico sul serio.

    ps i fan spesso sono “seguiti/sentiti” per quello che riguarda il che cosa vorrebbero vedere accadere tra le coppie preferite dei loro piu’ amati telefilm. Spesso (in casi come Bones) ne sono stata felice, lo ammetto, ma quello ha una trama totalmente diversa da C’era una volta!!
    Preferirei che gli autori andassero avanti con le loro idee senza farsi influenzare da fanfiction di troll, ma non mi faccio illusioni. So che la Macchina da Guerra Americana Cinematografica, non va avanti in questo modo. Ecco perchè sono poche le serie americane che ho seguito fino alla fine. Iniziano bene (da idee originali) poi, il successo, la brama di volerle fare continuare all’inifinito, il far soldi a tt i costi, il voler tenere attori ancorati a un personaggio per anni rende tutti oviamente privi di idee e originalità e dopo qualche serie, mi stufano a morte. Incrocio le dita affinchè questo non sia l’ennesimo caso.

  5. Gli ultimi 5 minuti sono stati grandiosi secondo me. Il riazzeramento totale ci stava, peccato però che fosse più adatto a un finale di stagione che a una midseason.
    Caterina, su Hook hai sempre ragione. Se domani poi bussa con insistenza alla mia porta io non gliela chiudo certo in faccia…(lo dico casomai ci leggesse)
    Impossibile che Rumpul sia morto, lo ripescheranno in quache modo, senza Carlyle questo show non ha davvero lo stesso gusto!
    ps: ma nel promo di marzo, sbaglio o hanno cambiato l’attrice di Aurora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button