fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Once Upon a Time: Recensione dell’episodio 3.08 – Think Lovely Thoughts

Siamo giunti all’ottavo episodio e finalmente la situazione sull’isola che non c’è,  la storia si inizia un po’ a movimentare, basta passeggiatine nel boschetto-della-mia-fantasia; catturata la cattivissima ombra, il team di salvataggio, con l’aiuto di Trilly, questa volta entra in azione sul serio!

Once.Upon.a.Time.S03E08Ma prima di tutto, parliamo dei flashback… in questo episodio ci fanno vedere il rapporto tra un bellissimo Tremotino bambino (avrà 5 anni, ma è già molto più bravo a recitare di Henry e Pan) e suo padre. Come Once Upon a Time ci insegna, ormai da 4 stagioni, i cattivi hanno sempre una giovinezza da buono che per le avversità della vita, loro malgrado, si convertono al lato oscuro. Per cui questo dolcissimo Tremo si ritrova un padre codardo, delinquente, imbroglione, ubriacone, e chi più ne ha più ne metta… il futuro Mr Gold però è ancora un giovane innocente troppo legato a questo padre degenerato per cui, ricevuto in dono un fagiolo magico (ma come? Non ci hanno detto per mesi che sono una merce preziosa e rarissima? E adesso li regalano al primo bambino che passa? ….sorvoliamo…) si fa portare in questa tale isola che il padre sognava fin da bambino. Ovviamente si tratta proprio della nostra benamata isola che non c’è… dove dopo 8 puntata scopriamo per la prima volta che basta pensare a qualcosa perché si materializzi… il fatto di inserire nuove regole dopo un terzo della stagione lascia sempre qualche dubbio sulla sensatezza della trama… a questo punto sarebbe bastato che Henry pensasse intensamente ai suoi parenti per farli comparire? Lo stesso avrebbe potuto fare Wendy pensando ad una chiave per aprire la gabbia dove è rinchiusa da anni? Bè, ovviamente avrebbe reso tutto troppo semplice, per cui hanno ben pensato di far apparire questa nuova regola solo nella puntata in cui serve a Pan per incastrare i buoni….risorvoliamo…

Arrivati nell’isola che non c’è, il vetusto padre di Tremo si accorge di non essere più un bambino, e quindi non avere più accesso a tutte quelle cose fighissime che solo i minorenni possono fare: per esempio, giocare con i lego, sporcarsi con il gelato, volare, andare sulle giostre, fare apparire oggetti….
Dato che il padre di Tremo si vede che non ha tutte le rotelle a posto, non ci pensa manco un istante e suggella un patto con l’Ombra, unica altra abitante dell’isola, che lo farà tornare bambino, al prezzo di abbandonare tutto ciò che gli ricorda l’essere un adulto, ovvero suo figlio. Tremo orfano è riaccompagnato alla civiltà e il padre, schizoide, ritorna bambino…. ma non un bambino qualunque… diventa Peter Pan!

Questo è proprio un forte colpo di scena per l’episodio, credo che nessuno si aspettasse che Peter Pan il realtà fosse il padre divlcsnap-2013-11-17-22h01m38s238 Gold! In tutto questo ci sono aspetti positivi e negativi: è sicuramente un punto di forza che ha reso più interessante l’episodio e ci ha spiegato particolari che ricorrono dall’inizio della stagione che non eravamo ancora riusciti ad afferrare, come la bambola che Mr Gold si vede comparire sull’isola e che si porta dietro, capiamo perché passa quasi tutto un episodio a tentare di liberarsene e gettarla via, capiamo perché Gold è un privilegiato che, a patto di non interferire con Pan, può restare senza problemi sull’isola. Se però da un lato questa rivelazione ci permette di rimettere insieme molti pezzi, dall’altra rasenta il limite dell’assurdo… possibile che anche per il Villan della stagione abbiano dovuto creare qualche legame affettivo parentale con i protagonisti? Se ci pensate risulta davvero forzato questo nuovo inserimento nella famiglia, adesso Pan si scopre essere il bisnonno di Henry? Ma lo sapranno gli autori che non tutti devono essere imparentati per forza? Insomma viene fuori che Peter Pan, Tremotino, Neal, la Regina Cattiva, Henry, Emma, il Principe Azzurro e Biancaneve, sono tutti una grande famiglia infelice? Peggio di Beautiful!

Inoltre questa grande rivelazione dell’episodio, stride leggermente con episodi precedenti in cui abbiamo visto incontrarsi più volte Pan e Gold senza che mai accennassero a questa loro parentela, come quando Gold e Neal hanno fatto il primo tentativo di salvataggio di Henry, o con i flashback sul pifferaio magico… Quindi questo colpo di scena risulta interessante ma anche troppo insensato!

Tornando rapidamente al presente, i nostri magici amici tentano disperatamente di salvare Henry che, ciula com’è, è l’unico think-lovely-thoughtssu tutta l’isola a non avere capito che Pan è cattivo e che lo vuole uccidere per diventare immortale. Troppo buono e troppo tonto, anche davanti a Neal, Emma e Regina che gli intimano di rimettersi il cuore nel petto, Henry lo dona a Pan per salvare la magia renderlo imbattibile e cade a terra morto (?)… le logiche incomprensibili di questo telefilm non permettono ai tre adulti di fermare concretamente Henry andando a rimettergli il cuore in petto (perché non fanno usare la magia a Regina una volta che serve? Adesso che la può usare pure Emma… su su intervenite!), invece no,  assistono a distanza,  impotenti a Tontolone che si suicida in nome della magia….

C’è da dire che per quanto Once Upon a Time sia sempre assurdo e a volte addirittura insensato, almeno riesce a non essere noioso! Ora sarà interessante vedere che escamotage troveranno per salvare Tontolone (vi prego lasciatelo morire e andiamo avanti!) senza Gold, che l’immortale Peter Pan ha intrappolato nel vaso di Pandora!

3.08 Think Lovely Thoughts

sorprendente

valutazione globale

User Rating: 4.03 ( 2 votes)

Valentina Lendspines

"Satia te sanguine, quem sitisti cuiusque insatiabilis semper fuisti"

Articoli correlati

7 Commenti

  1. No, ma veramente, quella che sono tutti imparentati in qualche modo è una cosa assolutamente folle… è vero che è scorrevole, condivido, ma quanti #eccheccavolo che iniziano a spuntare pure qui

  2. No
    Beh
    Dai
    Oddio
    Da brivido…
    L’incesto a questi ci fa un baffo, perchè in questo show i figli devono sempre essere più vecchi dei genitori?

  3. Ma neanche con i Pond i DW sono riusciti a mettere nella stanza così tanti legami familiari! ma poi la stupidità i Rumple ce l’hanno proprio nel sangue, dio mio ma Hanry che crede ad un tizio in calzamaglia piuttosto che a tutta la sua famiglia lì presente, vi prego lasciatelo sull’isola con i Charming così si abituano ai bambini. Questo episodio mi ha fatto salire proprio la bile…. sono così alla frutta da dover fare salti temporali doppi per dare un senso al tutto, sconvolgendo le regole del mondo delle fiabe… altre che ecchecavolo qui ci sta un #allafrutta!
    Carlyle salvati!

  4. Senza considerare cose come Hook che era l’amante della prima moglie di Rumple e che ora vorrebbe farsi la di lui nuora… Emma… quando si dice tutto in famiglia…

  5. oddio non avevo pensato ad Uncino che si fa sia la moglie che la nuora di Gold……. ma che mente malata hanno gli autori??? O_o

  6. Allora, preso da questo trip immane delle parentele di OUaT ho fatto uno studio (mi piacerebbe fare una bella infografica ma non sono capace) e ho scoperto cose turpissime… del tipo: la Evil Queen non è solo la madre adottiva di Henry, ma pure la bisnonna adottiva: infatti la Evil Queen ha sposato in seconde nozze King Leopold, padre di Snow, madre di Emma, madre di Henry…. tanta roba 😀

  7. Quindi Henry è figlio di Bealfire(non qualificato) e della salvatrice, nipote del signore oscuro e di azzuro e biancaneve, nonchè bisnipote adottivo della regina cattiva e bisnipote di Peter Pan…. e nonostante tutto è stupido come pochi! ma lol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio