fbpx
Recensioni Serie Tv

Once Upon a Time in Wonderland: Recensione dell’episodio 1.04 – The Serpent

Ci risiamo. Anche con il quarto episodio Once Upon a Time in Wonderland prosegue con le stesse pessime caratteristiche dei primi tre. Ero sinceramente propensa a pensare positivo e ad aspettare e sperare che questa seria tv migliorasse perché si sa, non si può giudicare un telefilm dalle sue prime battute. Invece con questa puntata si conferma il brutto andazzo visto fin qui e ora comincio ad essere pessimista per il proseguo della serie. Ancora sono cautamente pessimista nel senso che continuo a sperare in una ripresa, ma ciò che mi rimane a questo punto è solo la speranza perché quello che si è visto in questo episodio è talmente fatto male (sia visivamente sia di trama) che ormai si può credere che sarà così per tutta la stagione.

once upon a time in wonderland_104_bQuesto episodio, infatti, pecca degli stessi difetti degli altri. Gli effetti speciali fanno davvero male agli occhi, quindi a questo punto si può dire che sono volutamente così brutti o perché l’effetto che si vuole rendere è quello, oppure perché non c’è il denaro sufficiente a farli meglio. Direi la seconda ed è tutto talmente finto da risultare fastidioso. Per quanto riguarda la storia, i clichè, i non sense ed il “già visto” traboccano da ogni finto fungo di Wonderland. Questa settimana scopriamo come e perché Jafar è diventato cattivo. E come se non a causa di un’infanzia tormentata e di un passato di figlio rifiutato dal sultano perché bastardo? Abbiamo visto storie come questa centinaia di volte e anche stavolta, come tutte le altre, il bimbo in questione cerca vendetta. Quindi si reca dalla strega Amara e le chiede che gli venga insegnata la magia. Qui la cosa diventa trash perché Amara, che all’inizio mi sembrava un cattivo migliore della Regina Rossa e di Jafar nel presente, dall’abbigliamento dà l’impressione di essere un puttanone ed infatti si rivela tale quando fa le avance ad un Jafar che probabilmente doveva essere un adolescente ed invece è il quarantenne Naveen Andrews  (non è che perché gli lisciate i capelli sembra più giovane, eh!). Dopo pochissime riluttanze da parte del fake giovincello, Amara lo fa diventare malvagio e poi si fa fregare come un’allocca (si era capito da subito che avrebbe fatto once upon a time in wonderland_104_cuna brutta fine): lui la trasforma nel suo bastone a forma di serpente, cosa che mi sembra l’unica scelta interessante e non scontata di tutta la storia. Mi ha invece infastidito molto il numero alto di volte in cui Jafar ripete frasi che gli sono state dette da Amara in gioventù come lezione di vita: se lei è stata il tuo mentore, perché l’hai ridotta così? Prima di ciò, i due parlano di una magia potentissima e per compierla sono necessari tre geni: sarà per questo che Jafar cerca disperatamente di avere il controllo su Cyrus? Da tutto ciò che si è visto, si capisce che l’uomo imprigionato insieme a Cyrus non può essere altro che il sultano padre di Jafar (anche se dovrebbe essere vecchissimo a questo punto: con le età non ci sanno proprio fare!).

Veniamo all’altra storyline: Alice e Will, durante la ricerca della lampada e della Regina Rossa, sono costretti a separarsi. Poco dopo il Fante viene catturato dalla Regina così lui ed Anastasia si ritrovano faccia a faccia. Jafar vuole che il ragazzo venga giustiziato, ma lei si oppone (ecco la cattiva-non cattiva che ama ancora il ragazzo tradito in passato!). Jafar capisce che c’è qualcosa sotto e organizza tutto per far uccidere Will e le inquadrature indugiano continuamente su Jafar che osserva ogni reazione della Regina! Abbiamo capito che ha nasato qualcosa, non c’è bisogno di sottolinearlo così tante volte.  Comunque, arriva Alice che in un modo improbabilissimo salva il Fante, ma poi i due vengono raggiunti dai loro nemici e, dopo tentativi falliti di far esprimere ad Alice i suoi desideri, Will viene trasformato in statua di pietra (spero che l’unico personaggio interessante non resti fuori dai giochi a lungo, altrimenti sì che a quel punto mi metto le mani nei capelli once upon a time in wonderland_104_dgridando alla penosità di questa serie) e Alice viene lasciata andare perché tanto: “Wonderland è l’inferno”. Si certo, l’avete cercata tanto ed ora la lasciate libera? Non pensate che sarebbe stata molto più limitata in prigione e che invece così riuscirà a trovare un modo per risolvere la brutta situazione in cui si trova? Questa scelta non ha proprio senso.

Episodio che mi fa pensare sempre più negativamente di questa serie. Anche il rating non è buono e se continua con i bassi ascolti che ha avuto fin qui si può ipotizzare che sarà la prima e ultima stagione. E se la storia prosegue in questo senso non si può essere certamente tristi per un chiusura.

1.04 The Serpent

Scontato

Valutazione Globale

User Rating: 2.2 ( 1 votes)

Jessica

Innamorata di serie tv fin da piccola quando la Vita Vera illudeva di poter continuare ever after a dedicare tutto il tempo a questa passione, il suo primo amore telefilmico è stata Buffy, che ha dato il via a lunghe ore passate davanti allo schermo, seguita a ruota da Battlestar Galactica, Lost e Fringe. Nel quotidiano invece... sì, ok, lavoro, teatro, sport... ma sempre con la testa alle serie tv!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio