fbpx
Recensioni Serie Tv

Once Upon a Time – 1.21 An Apple Red as Blood

Alzi la mano chi non si è sentito un po’ ingannato dal promo di questo episodio?
Nonostante una rivoluzione di tutti i personaggi di Storybrook ai danni di Regina nel mondo reale appariva dal promo dell’episodio 2.21 An Apple Red as Blood un po’ troppo fulminea, considerando anche i tempi di Once Upon a Time, io un po’ci avevo creduto.
E’ per questo che aspettavo questo episodio con curiosità, si ok, anche perché ,secondo imdb.com, ci sarebbe stato di nuovo Sebastian Stan nei panni di Jefferson/ il cappellaio matto.

Le mie aspettative sul colpo di mano di Emma con la popolazione di Storybrook ai danni della regina non sono state però ripagate, altro non era che un incubo di Regina – che con la sua giustificazione ‘ volevo solo vincere una volta’ fa anche un po tenerezza –
Regina, infatti, sente sempre più imminente la rottura dell’incantesimo per mano di Emma; dopo essersi rivolta a Mr.Gold,  ma senza aver ottenuto l’aiuto che aspettava, la sua ultima spiaggia è proprio Jefferson.
Regina gli chiede prima di fare un breve viaggio attraverso il cappello per recuperare un oggetto che gli serve, ma vista la poca magia a disposizione (è costretta a usare un anello magico che Daniel le aveva donato) riesce solo recuperare la mela avvelenata, che lei stessa nel mondo delle favole sta dando a Biancaneve, quest’ultima costretta a mangiarla per salvare Charming.

Ora qui si aprono una serie di domande:

Nell’episodio 1.17 Hat Trick abbiamo visto scomparire il cappellaio matto dopo un volo dalla finestra, il cappello era stato creato da Emma, l’unica a poterlo far funzionare nel mondo reale, quindi Jefferson dove è stato fino a ora?
E’ probabile che faccia avanti e indietro in uno delle realtà, grazie al cappello, ma che non abbia reso partecipe Regina di questo, ma allora perché accetta di aiutarla in cambio di un nuovo inizio per lui e la figlia?
Jefferson potrebbe fare il doppiogioco, ma allora perché non ha avvisato Emma del pericolo imminente?
Penso sia da escludere che sia rimasto sempre a Storybrook.
Insomma le domande sono molteplici speriamo che ci diano una risposta nel prossimo episodio.

In tutto questo Emma non accenna a voler credere a nulla e anzi si sente sempre più caricata da responsabilità che non vuole avere, per questo motivo dopo  aver tentato di rapire Henry, rapimento fallito per le proteste del figlio che continua a implorarla di aiutare Storybrook dalla maledizione,  dopo una chiacchierata con  Archie, decide per il bene di Henry di lasciare Storybrook.

Il  patto con Regina prevede delle visite periodiche, così che Emma possa passare del tempo con Henry.
Regina ormai ha iniziato il suo piano, consegna quindi a Emma una torta di mele per il viaggio, torta di mele che viene usata da Henry come ultima spiaggia per fra credere a Emma che la maledizione esiste, ma soprattutto che Regina è malvagia e vuole solo mettere fuori gioco Emma. L’episodio si conclude con Henry svenuto dopo il morso alla torta avvelenata.

Considerazioni generali:

-La parte ambientata nella favola in questo episodio risulta abbastanza scontata e un po’ slegata, a parte il momento in cui Jefferson recupera la mela, sappiamo che ci stiamo ricongiungendo al pilot, momento in cui Charming sveglierà Snow dal sonno profondo.

Sebastian Stan alza il livello della recitazione, cioè ora a parte “fangirleggiare” su Stan, è proprio bravo.

-Dalla mia recensione del 1.17, dove dicevo che era ora di recuperare Kings  a questa 1.21 ho recuperato Kings in cui Stan ha il ruolo di un principe tormentato, qui c’è la recensione del pilot. Consiglio di vedere

– inizio a chiedermi come e dove sarà ambientata la seconda stagione, non riesco a immaginare come possano impiegare altri 22 episodi.

– Mi aspettavo che Regina per convincere Mr.Gold a farsi aiutare, usasse proprio ora la carta di Bell imprigionata , invece quella storyline è stata momentaneamente accantonata.

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio