New Girl

New Girl: recensione degli episodi 3.18 – Sister III & 3.19 – Fired Up

Si conclude la trilogia dedicata alla sorella di Jess, arrivata come un ciclone a portare scompiglio nelle vite dei protagonisti di New Girl. Sul finire del secondo atto l’avevamo lasciata in procinto di trasferirsi a casa di Nick, con il quale aveva cominciato un rapporto particolarmente “sentito” e disinibito tanto che a Jess, nel vederli così carichi assieme, veniva voglia di proporre a Nick un ulteriore passo nella loro relazione: la convivenza. NewGirlSisterIII

Ma come, si chiede Nick, non conviviamo già assieme sotto lo stesso tetto? Sì, ma la convivenza che intende Jess è quella di condividere tutto assieme senza nessuna restrizione, come se fossero solo loro due nell’appartamento. Per questo motivo Jess si trasferisce nella camera di Nick ma non tutto va come pensava. Alcune situazioni esilaranti, come la vergogna di Nick a cambiarsi davanti a Jess o una strambissima camicia da notte indossata da quest’ultimo, fanno tornare Jess sui suoi passi e scappare da quella convivenza appena iniziata ma che le sta già stretta. Troverà respiro in un hotel di lusso dove però verrà beccata da un Winston in continuo allenamento per un posto in polizia.

Nonostante i tempi siano stati fin troppo accelerati, complice anche la durata breve degli episodi, New Girl continua a mostrarci come la generazioni dei trentenni continui a scappare dalle sue responsabilità e da passi decisivi che vanno affrontati nel corso della vita. Che cosa sono i cinque coinquilini di San Francisco se non degli eterni Peter Pan con una paura matta di crescere definitivamente e alla costante ricerca di uno scopo per affrontare la vita?

Per il resto dell’episodio, vediamo come Cece non riesca a nascondere più così di tanto la gelosia che prova nei confronti della neo coppia Abby e Schmidt pedinando, con la complicità di Coach, la sorella di Jess per coglierla in flagrante e farle notare che i suoi vizi da bad girl non sono mai passati. Cece si sbagliava ma tutto ciò porta Abby a fermarsi un attimo a ragionare e prendere in considerazione di mettere una volta per tutte la testa a posto tornando dalla madre e ricominciando nuovamente da zero. Ci riuscirà? newgirl-sister3-copertina

Congedata (definitivamente?) Abby, ecco che l’attenzione torna prepotentemente sul trio Nick-Schmidt-Winston protagonisti di un’esilarante faccenda dai contorni giudiziari che vede imputato Nick e difensori gli altri due. Gli esiti, manco a dirlo, sono surreali e non poteva essere altrimenti quando i tre protagonisti si trovano ad interagire insieme. L’infantilità, la stupidità e il surrealismo che accomuna i tre amici è da sempre il piatto forte di New Girl e, complice l’attenzione che ultimamente si era spostata un po’ troppo verso le coppie/non coppie/quasi coppie della serie, possiamo finalmente tornare a gioire per le sensazionali e grottesche gag che i tre ci regalano in questo episodio.

Un po’ in appanno e non molto riuscita, invece, la vicenda che riguarda Coach e Jess, che prima gli trova lavoro nella sua scuola come allenatore della squadra di pallavolo per poi licenziarlo in tronco quando diventa vicepreside dell’istituto. Una scelta che sa molto di riempitivo poiché l’attenzione dell’episodio è tutta nei confronti del trio e delle loro bizzarre peripezie.

Per restare sempre aggiornati su New Girl con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per New Girl ϟ It’s Jess

Comments
To Top