fbpx
News Serie TVSerie Tv

Narcos: i commenti di Pedro Pascal sulla vita di Pablo Escobar

Narcos è ormai una serie TV cult. C’è forse qualcuno che ancora non si è lasciato intrigare da questa oscura e controversa serie TV? Dedicata alla nascita e diffusione del traffico di cocaina tra Stati Uniti ed Europa negli anni ’80 è incentrato sugli ultimi mesi di vita del narcotrafficante Pablo Escobar e sulle vicissitudini, in quegli anni, del cartello di Medellín.

Per chi ha avuto modo di vedere già tutte le stagioni disponibili su Netflix e sa quanto parte del successo di questa serie TV è dato da alcuni protagonisti, in primis Wagner Moura, che per due stagioni ha ricoperto il ruolo di Pablo Escobar, e Pedro Pascal che in Narcos veste i panni di Javier Peña, un agente della DEA che ha l’obiettivo di catturare Escobar.

LEGGI ANCHE: Narcos: la vera storia di Jorge Salcedo

Narcos

L’INTERVISTA DI PEDRO PASCAL

Pedro Pascal è stato intervistato dalla stampa internazionale per la sua partecipazione allo show. Durante un’intervista pubblicata su FoxNews.com, l’attore cileno ha voluto paragonare la vita del criminale Escobar a quanto avvenuto realmente in Colombia in quegli anni.

La storia di Escobar è davvero simile a un dramma shakespeariano o a una tragedia greca. E’ la storia di un re del mondo della cocaina, uno degli uomini più ricchi al mondo la cui caduta è avvenuta molto rapidamente.

Secondo Pedro Pascal, Pablo Escobar è stata una delle figure più oscure e maligne al mondo, ma non è chiaro se i suoi nemici siano sempre stati i buoni in questa storia. “Non c’è alcun senso nel vedere le cose in bianco e nero. Credo che la realtà della nostra vita e di questo mondo è che non c’è solo un modo moralistico per affrontare il lavoro” ha confessato l’attore alla stampa riferendosi alla tendenza del suo personaggio, l’agente Javier Peña, a trovarsi in bilico tra ciò che è moralmente giusto e ciò che è illegale.

Quello che mi piace di più di questa serie TV è come sia riuscita a catturare visivamente la sensazione di essere in Colombia, a Bogotà e Medellin e sulla costa… E’ un mondo che vede la sua personalità riflettersi nella terra stessa, nel popolo che è unico, un qualcosa di davvero speciale e molto bello. Credo che la Colombia sia la vera protagonista della serie TV.

L’interesse per la figura del narcotrafficante Pablo Escobar ha ispirato anche il cinema. Il 19 Aprile è uscito al cinema il film Loving Pablo scritto e diretto da Fernando León de Aranoa, con protagonisti Javier Bardem e Penélope Cruz

DOVE POTER VEDERE NARCOS

Ricordiamo che oltre a Netflix, è possibile vedere Narcos anche su Rai 4 che sta trasmettendo gli episodi in chiaro proprio in questi giorni!

Mara D.

Founder e Admin di Telefilm-Central.org. Amante delle serie tv, del cinema e dell'universo Internet :-)

Articoli correlati

3 Comments

  1. Ciao , Ho visto tutte e due le stagioni e mi è strapiaciuto. Lo show è veramente ben fatto sia per i paesaggi spettacolari che per il cast di attori che lo interpretano. Tutti bravissimi, molto bella la storia, ben raccontata. Sto iniziando a vedere l’altra serie ” Pablo Escobar, il patron del mal” e devo dire che non c’è paragone come struttura delle scene. Narcos è molto più avvincente anche per le musiche scelte.! Staremo a vedere la terza stagione se sarà all’altezza delle altre due!! saluti !

  2. Sono d’accordo con te, lo show è fantastico e spero che la terza stagione non ci deluda senza escobar. Com’è quest’altra serie? Sullo stile di Narcos o è proprio un documentario?

  3. Diciamo che su per giù racconta gli stessi fatti ma è la dinamica dell’action movie che non può paragonarsi in termini di qualità a quella di Narcos.. in poche parole si nota subito che non hanno speso soldi. E poi una cosa importante è che non è stata doppiata nella nostra lingua ma ci sono solo i sottotitoli in Italiano. Però sono soltanto al terzo episodio! ciao staremo a veder !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.