Cinema

Mr. Gaga: Una Vita per la Danza al Festival dei Popoli

Otto anni di lavorazione per raccontare una intera vita fatta di sacrifici e successi.

Alla 56esima edizione del Festival dei Popoli, il via lo ha dato ‘Mr. Gaga‘. L’opera di Tomer Heymannmr gaga è un lavoro di squadra, è il fratello del regista a produrre il documentario. Entrambi presenti alla serata inaugurale del 27 Novembre al cinema Odeon, raccontano la meravigliosa e faticosa esperienza, specialmente in post-produzione, che li ha condotti a portare sul grande schermo la storia di Ohad Nahrin, coreografo israeliano di fama internazionale.

Il documentario alterna le immagini di repertorio a quelle degli spettacoli che Nahrin ha portato sui palcoscenici di New York e Tel Aviv. Ballerino e coreografo quella che si presenta è una vita dedicata alla danza e al sacrificio, raccontata dal suo protagonista che si rivela con la sua personalità forte.

Il documentario parte dai suoi primi anni nel kibbutz, di come crescere a stretto contatto con gli altri bambini sia stata una esperienza importante per lui. La voce di Ohad ti porta ai suoi primi movimenti, Mr Gagadolci e sinuosi che lo accompagneranno, in giovane età, nell’esercito e successivamente in guerra. Un ragazzo di 22 anni che si trasferisce a New York per imparare a ballare. La storia di come abbia imparato a scoprire cosa volesse fare con la danza e di cosa volesse trasmettere attraverso quei movimenti dolci che mostrano ogni muscolo del corpo.

L’amore per la ballerina Mari Kajiwara, la scoperta del linguaggio del corpo che prenderà poi il nome Gaga. La forza della consapevolezza di se stesso e del proprio corpo, alterna movimenti delicati alla esplosione di energia. Direttore artistico del Batsheva Dance Group, Ahad Nahrin porta quello che ha imparato in anni di sacrifici e ricerca in tutto il mondo.

Tomer Heymann si presenta al Festival dei Popoli con il suo lavoro, finito nel 2013 e che ha raccolto grandi consensi. Chi era al cinema Odeon ha visto un regista fiero del suo lavoro e dei suoi collaboratori.

 

Comments
To Top