fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv Inglesi

Misfits: Recensione dell’episodio 5.02 – Episode Two

Secondo episodio della quinta e ultima stagione di Misfits, composta in tutto da otto puntate. Per fortuna è l’ultima stagione vista la penosità della quarta, ma l’autore di questa serie ha proclamato il mea culpa per gli errori fatti in precedenza, quindi sarebbe logico aspettarsi un miglioramento in queste puntate conclusive. Con il primo episodio della settimana scorsa ero però molto scettica perché non mi sembrava affatto di aver visto questo cambio di direzione tanto sperato: la trama è stata così così, per non parlare della volgarità e della sgradevolezza che ha suscitato il nuovo potere di “Alex from the bar” (la volgarità è sempre stata elemento preponderante della serie, però questa scelta narrativa mi è sembrata davvero troppo: cosa ti fumi tu, autore, per pensare ad un potere del genere? Io me lo chiedo davvero). Solo la possibile trama orizzontale della signora che tesse il futuro sui maglioni mi è sembrata interessante e ipoteticamente positiva per le prossime puntate. Anche perché questa è l’ultima stagione ed una storia decente che porti ad una conclusione decente dovrà pur esserci, no? Non si può vagare ancora in queste puntate di nulla.

misfits_502_b Questo secondo appuntamento torna a farmi sperare in un miglioramento perché l’ho trovato decisamente più interessante sotto molti punti di vista. Vengono eliminati gli orpelli più fastidiosi: la trama è più profonda e i personaggi meno interessanti non hanno una storyline significativa, ma compaiono solo per pochi minuti e non c’è traccia dei poteri più “imbarazzanti”. Quindi poco Alex, poco Finn, poco assistente sociale (se non in una scena gay-friendly con Finn) e poca Abbey, anche se devo dire che questo personaggio mi intriga un po’ più degli altri (e con altri NON intendo Rudy). Lei non ha più memoria di chi era prima di acquisire il suo potere ed è alla ricerca della sua identità. Cerca qualcuno che la possa conoscere appendendo volantini con la sua faccia, e poi fa una passo avanti in questa direzione grazie ad una sciarpa che trova nel bagno del bar e che ha per lei un odore famigliare. Successivamente trova la ragazza proprietaria della sciarpa: io credevo che la conoscesse, invece non è così. Vedremo dove andrà a parare questa storia e se Abbey raggiungerà il suo obiettivo.

A parte questa piccola deviazione, tutto l’episodio è su Rudy, l’unico personaggio degno di nota rimasto dopo la dipartita dei personaggi storici. Secondo me, dei nuovi ingressi è il personaggio più interessante, non solo per il suo carattere, la sua storia e perché è l’unico dei nuovi con cui gli autori ci hanno fatto creare un legame ed empatizzare (gli altri personaggi sono anonimi e l’empatia nei loro confronti è pari allo zero), ma anche perché èMISFITS 5: Episode 2 l’unico che deve confrontarsi continuamente con il suo potere (ossia Rudy 2). Tra i tanti difetti della quarta stagione, infatti, c’è anche quello di aver fatto usare poco i poteri ai personaggi (in alcune puntate non vengono utilizzati quando questa è una serie nata proprio per raccontare in modo alternativo e non convenzionale questa tematica) e Rudy è il solo che si deve rapportare con il suo in ogni episodio. Gli altri mostrano i loro sporadicamente, anche se questa settimana ho visto un miglioramento anche in questo senso: i poteri sono stati usati un po’ di più.

Viene dunque approfondisce la figura di Rudy e finalmente conosciamo la sua famiglia. Lui si è sempre mostrato come poco interessato ai suoi genitori, ma qui si vede che gli importa eccome e si scontra duramente con suo padre perché crede che tradisca sua madre. Quell’uomo in realtà è il suo secondo papà, quello cattivo. Infatti anche lui ha acquisito lo stesso potere del figlio. E così, dopo un po’ di trambusto e con l’aiuto di Jess che in questo frangente gli è stata molto vicino (viene buttata lì un’attrazione reciproca che potrebbe nascere tra i due), la situazione si risolve in positivo. Ciò che è importante è l’aver visto questo lato di Rudy che ha dovuto confrontarsi con i due lati di suo padre (buono e cattivo).

misfits_502_dL’altro aspetto rilevante riguarda il nuovo personaggio che dà l’impressione di dover diventare importante ai fini della trama orizzontale e alla luce di quel maglione che ritrae il futuro. Lui prima guarda i nostri da lontano, poi entra nel gruppo di persone con i poteri e qui si presenta dicendo: “Io so volare”. C’è anche il ritorno, già visto nel pilot, del personaggio che vede il mondo come se fosse un cartone animato, che ricordiamo come antagonista dei vecchi Misfits nella seconda stagione. Tornerà ad essere importante anche lui?

Insomma, puntata migliore delle ultime per vari aspetti: la storyline (l’approfondimento su Rudy e non trame filler, che vanno anche bene, però ogni tanto si sente il bisogno di conoscere meglio i personaggi con puntate con toni un po’ più seri a loro dedicati); l’uso dei poteri visto che vengono utilizzati quelli con un senso (Finn e Jess) e non quelli esagerati (Alex); l’aver messo da parte per un attimo i personaggi meno interessanti (è brutto da dire, ma ormai in solo sei episodi rimasti non credo sia recuperabile la non empatia creata nei loro confronti, quindi tanto vale trattarli in modo superficiale dandogli meno spazio e concentrandosi su cose più pregnanti); l’aver accennato ulteriormente a quella che potrebbe diventare la trama orizzontale e conclusiva alla serie. Speriamo si continui su questa strada.

5.02 Episode Two

Sulla buona strada

Valutazione Globale

User Rating: 2.63 ( 2 votes)

Jessica

Innamorata di serie tv fin da piccola quando la Vita Vera illudeva di poter continuare ever after a dedicare tutto il tempo a questa passione, il suo primo amore telefilmico è stata Buffy, che ha dato il via a lunghe ore passate davanti allo schermo, seguita a ruota da Battlestar Galactica, Lost e Fringe. Nel quotidiano invece... sì, ok, lavoro, teatro, sport... ma sempre con la testa alle serie tv!

Articoli correlati