fbpx
News Serie TVSerie Tv Italiane

Maltese – Il Romanzo del Commissario: Il ritorno di Kim Rossi Stuart in TV

La nuova piovra con la modernità di Night Of di HBO.

È con queste parole che la direttrice di Rai Fiction, Tinni Andreatta, ha presentato lo scorso giovedì la nuova fiction di Rai uno Maltese – Il Romanzo del Commissario, in onda da questa sera 8 maggio per quattro serate. La fiction, scritta da Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli , segna il ritorno in TV di Kim Rossi Stuart, dalla quale mancava dal 2004.

Siamo nel 1976 e il commissario Maltese torna a Trapani dopo 20 anni di assenza per il matrimonio di un suo carissimo amico d’infanzia, il commissario Gianni Peralta. Il lieto evento però non si terrà, perché Gianni e la futura moglie vengono brutalmente assassinati davanti agli occhi del commissario, il giorno prima della cerimonia. Maltese si trasferisce così a Trapani per indagare attivamente su quello che sembra a tutte le evidenze un omicidio di stampo mafioso. Ma la mafia nel 1976 era qualcosa che non esisteva, un’invenzione della stampa e dei media.
Molto più facile e meno rischioso chiudere il caso come una questione di tradimenti, un banale delitto passionale.

Maltese – Il Romanzo del Commissario parte con primo episodio dai ritmi dilatati, nell’intento di introdurre il contesto sociale e storico, ma soprattutto il personaggio principale nella sua completezza. La narrazione appare abbastanza lineare e prevedibile, suggerendo che il prodotto è indirizzato chiaramente a un pubblico affezionato alla Rai e in particolare al commissario Montalbano. I toni più cupi e l’uso interessante della musica, non più solo accompagnamento ma protagonista (forse anche troppo), modernizzano nel complesso la serie, così come le riprese fuori fuoco apportano un’apprezzabile innovazione nel prodotto finale.

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”25″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”240″ thumbnail_height=”160″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”1″ slideshow_link_text=”[Mostra slideshow]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]Una fiction che racconta un eroe moderno e un’Italia che inizia a scoprire la vera entità e gli obiettivi della mafia. Maltese ha il chiaro compito di celebrare anche la settimana della legalità e della responsabilità, che coincide quest’anno con il 25esimo anniversario della strage di Capaci, in cui venne ucciso Giovanni Falcone.

Durante la conferenza stampa di presentazione è stato proprio Kim Rossi Stuart, mentre spiegava il lavoro d lui compiuto per la costruzione del personaggio a citarli come esempi ai quali ha attinto:

“Mi sono reso conto di quanto poco conoscessi quelli che sono gli eroi della storia recente. Ho approfondito la vicenda di Ninni Cassarà. C’era tanto di lui in Maltese, ma ho trovato anche delle foto di Falcone e Borsellino che mi hanno toccato molto. Ho riguardato ‘La Piovra’… l’ho trovata un capolavoro ancora oggi.”

Le prima delle quattro puntate di Maltese – Il Romanzo del Commissario andrà in onda stasera 8 maggio su Rai Uno. Nel cast della fiction, prodotta da Rai Fiction e da Palomar e diretta da Gianluca Maria Tavarelli, oltre a Kim Rossi Stuart troviamo Francesco Scianna, Rike Schmide Valeria Solarino.

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button