Mad Men

Mad Men – 5.10 Christmas Waltz

The Chrismas Waltz è l’episodio di Natale di Mad Men, bastano poche scene iniziali per capire che di natalizio in questo episodio c’è poco o niente.
Ad esempio non si è soliti dire, che a Natale si è tutti più buoni, generosi, sereni  o no? Bene l’episodio in questione ruota intorno agli inganni, questo vi fa subito capire come si è lontani dallo spirito natalizio.

Harry incontra Paul, una vecchia conoscenza della serie, quest’ultimo ha voltato pagina, ha rimosso ogni illusione e materialismo della sua vita precedente da pubblicitario, per abbracciare l’amore per Dio, in poche parole è entrato in un movimento spirituale, gli Hare Krishna, fondato proprio nel 1966 a New York.

Paul è anche innamorato di un membro femminile del movimento, “lakshmi” che di spirituale ha ben poco, infatti, non ci pensa due volte a sedurre Harry per convincerlo a non incoraggiare Paul nel suo sogno che dal suo punto di vista lo farebbe tornare nel “lordo materialismo”.

Harry però incoraggia Paul, convincendolo che la sua sceneggiatura è un buon punto di partenza per cambiare vita e gli regala 500 dollari e un biglietto per Los Angeles sperando che così possa uscire dalla situazione in cui si trova.

Trama abbastanza debole, è piacevole rivedere uno dei vecchi volti di Mad Men, ma il tutto risulta quasi inutile se non totalmente staccata dal resto.

Veniamo alle cose interessanti dell’episodio:

Lane sta avendo seri problemi fiscali, diciamo pure che è una sua caratteristica avere questo tipo di guai, sebbene sia un po’ nebulosa la questione che lo coinvolge, apprendiamo tutte le informazioni da una telefonata abbastanza frammentata tra il suo legale in Inghilterra e Lane, nel cuore della notte, sembrerebbe che Lane sia un evasore fiscale e che il governo britannico voglia usarlo come “esempio”, deve quindi molti soldi al governo inglese per non finire in prigione.

Come risolve Lane il problema? Appropriazione indebita.
Lane suggerisce agli altri soci, infatti, di elargire i bonus aziendali così da coprire le tracce dei soldi mancanti e falsifica la firma di Don. Purtroppo per lui però, la Mohawk Airlines, sospende la pubblicità portando così i soci a dover rinunciare ai propri bonus per elargire quelli dei dipendenti.

Tutto questo porterà sicuramente a dei seri problemi per Lane e per l’agenzia che verranno presumibilmente alla luce negli episodi conclusivi della stagione.

Intanto Joan invece si sente ingannata dal marito per la richiesta di divorzio che arriva in ufficio, si sfoga così con la segretaria ma Don arriva in suo soccorso e i due colleghi vanno prima a testare la Jaguar fingendosi marito e moglie e poi a bere in un locale.

E che dire: “ Chemistry a palate” la chimica tra i due è veramente contagiosa, ci regalano una delle scene più belle dell’episodio, due personaggi così simili ma allo stesso tempo diversi.
Don non è più quello di una volta, le idee iniziano a scarseggiare ha perso lo stimolo che aveva una volta nel lavoro, è Megan a farglielo notare platealmente quando torna a casa ubriaco e lo accoglie scaraventando un piatto di pasta sul muro, perché essere la moglie di Don Draper non deve essere facile (proviamo a chiederlo a Betty!), ma Megan si è innamorata di lui anche e soprattutto per la sua passione nel lavoro e ora lui appare stanco e svogliato, cosa che noi spettatori ci eravamo accorti da qualche episodio.
The Chrismas Waltz si chiude proprio con un discorso d’incitamento di Don a tutti i dipendenti dell’agenzia, per l’arrivo di un nuovo cliente così prestigioso: la Jaguar.
Discorso che sembra segnare per Don una ritrovata passione per il lavoro, vedremo se durerà.

L’episodio è forse il più debole della stagione ma parliamo ovviamente di Mad Men quindi di livelli molto,  soprattutto in questa stagione dove gli episodi sembrano uno più bello dell’altro.

 

Altre considerazioni:

Ma quanto è bella la scena i cui Roger consegna il mazzo di fiori a Joan e nel bigliettino leggiamo: “Your mother did a good job” firmato Ali Khan. Voglio, pretendo, più scene Joan – Don

Grazie (di esistere!) a Tumblr per le immagini linkate

 

To Top