fbpx
0Altre serie tv

MacGyver: Recensione dell’episodio 1.01 – The Rising

MacGyver

CBS prova il colpaccio nostalgia, mandando in onda il reboot di uno dei telefilm più popolari di fine anni ’80: MacGyver. L’intento di ricreare le stesse atmosfere di quegli anni è riuscito fin troppo bene. La serie classica si caratterizzava non tanto per lo spessore e la profondità dei personaggi, per dirne una, ma per le abilità scientifiche di Angus MacGyver che riusciva a venire fuori da ogni genere di situazione pericolosa servendosi soltanto degli oggetti intorno a lui. Ebbene, pare non sia cambiato nulla.MacGyver

Ai giorni nostri, un giovane Angus (che adesso è interpretato da Lucas Till) è un agente americano di un reparto super segreto, il DXS (Department of External Services). Va a caccia di venditori/compratori di armi terribilmente pericolose insieme al suo fidato compagno Jack Dalton (George Eads) e alla sua ragazza Nikki (Tracy Spiridakos) al centro già nella prima puntata di un intreccio che la porterà lontana dai suoi compagni. Immancabile il genio informatico di turno, Riley (Tristin Mays), che accarezza i tasti del pc come se stesse evocando il genio della lampada pronto ad esaudire ogni desiderio. Insieme, manco a dirlo, vanno in giro a catturare cattivi.

MacGyverMacGyver è dunque un telefilm senza troppe pretese: utile se si torna a casa affaticati da una intensa giornata di lavoro, e tutto quello che si vuol fare è trascinarsi fino al divano per restarci guardando un po’ di televisione. Ma se si resta sintonizzati su MacGyver per troppo tempo con il cervello troppo acceso si rischia di cambiar canale: tanta azione, certo, ma il copione è sempre lo stesso. Angus si butta in missioni senza un piano, senza armi e improvvisando. Qualcosa andrà storto, ma il nostro eroe riuscirà a cavarsela senza un graffio. Ripeti questo schema due, tre volte a puntata et voilà. In serie come questa non è importante avere una sceneggiatura solida o una trama realmente interessante: è uno show fatto per chi vuole vedere azione e pericolo ogni due passi.

MacgyverIl primo episodio, dunque, non ha nulla di nuovo da offrire alla televisione: ci sono basse probabilità che un procedurale come questo possa maturare col passare degli episodi, ma anche se dovesse accadere potrebbe aver già perso molti spettatori nel frattempo. Intendiamoci però, la televisione è anche fatta di show come questo perché hanno comunque la loro bella fetta di pubblico. E quindi MacGyver potrebbe anche rivelarsi un successo clamoroso dal punto di vista degli ascolti già soltanto per il fattore nostalgia, mischiato al sogno americano, molto elevato. Ma è innegabile che chi cerca l’acume scientifico di Walter White oppure le analisi puntuali e precise di CSI può cambiare canale.

In attesa delle prossime recensioni, non dimenticate di mettere un like alla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornati su tv e cinema.

1.01 – The Rising
  • Nostalgico e basta
Sending
User Review
1 (1 vote)
Comments
To Top