fbpx
News Serie TVSerie Tv

Luca Guadagnino dirigerà una serie TV per HBO

Prima di tornare al mondo di Call me by Your Name, Luca Guadagnino ha un altro progetto in mente: una serie TV drammatica per la HBO.

Dopo il successo di Suspiria, sembra che il regista stia trattando col canale americano per una serie da 8 episodi, dal titolo provvisorio We Are Who We Are.

Ambientazione di We Are Who We Are

Quel che è certo è la premessa: la storia è ambientata in una base militare americana in Italia e segue le vicende di Fraser Wilson e Caitlin Harper, due quattordicenni.

Fraser è un adolescente distaccato, appena trasferitosi da New York, che dovrà fare i conti con una nuova realtà; vive con sua mamma, neo colonnello della base, e sua moglie; dovrà, inoltre, affrontare la confusione, legata alla sua identità; lentamente farà conoscenza con altri figli di militari e ragazzi del posto, che si ritrovano alla vicina spiaggia, passandoci forse troppo tempo; si avvicinerà, così, a Caitlin ed insieme vivranno un’estate magica; il giovane sente la mancanza di Mark, suo amico rimasto a New York, e, allo stesso tempo, si ritrova a provare qualcosa per un soldato di nome Jason.

luca guadagnino

LEGGI ANCHE: Suspiria: tanto rumore per nulla – la recensione del remake di Luca Guadagnino

Il personaggio di Caitlin è difficile da descriver: bella, qualche volta critica, poetica; vive alla base insieme ai genitori da 4 anni; il padre le ha insegnato a cacciare e ad usare un’arma semiautomatica; sa destreggiarsi col motore della sua barca ed è una kickboxer formidabile; lei e Fraser passeranno l’estate a cercare di capirsi attraverso un’amicizia intima e complicata.

Chi lavorerà alla serie?

Come dimostrato in precedenza, Guadagnino ha una forte comprensione sulle storie dei giovani e delle loro esperienze, in cui cercano di capire chi sono e, come visto in più di un’occasione, la HBO è disposta a offrire visibilità anche a storie più personali, che non prevedono draghi o robot killer.

LEGGI ANCHE: Chiamami col tuo nome: Guadagnino anticipa qualche dettaglio sul sequel

Guadagnino dirigerebbe almeno i primi 2 episodi e il finale di stagione, oltre a lavorare alla sceneggiatura con Paolo Giordano (La Solitudine dei Numeri Primi), Francesca Manieri (Il Miracolo) e Laura Bispuri (Vergine Giurata); Lorenzo Mieli (L’Amica Geniale) e Riccardo Neri (The New Pope)saranno i produttori esecutivi. Le riprese dovrebbero iniziare a fine maggio e la produzione dovrebbe concludersi ad ottobre.

Altra cosa che possiamo aspettarci dal regista italiano è un film basato sull’album di Bob Dyan, Blood on the Tracks, con la sceneggiatura di Richard LaGravenese (La Leggenda del Re Pescatore).

Chiara

pazza per Doctor Who e serie inglesi in generale; ho paura che se avessi il tempo potrei arrivare a seguire un numero infinito di telefilm

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio