fbpx
Celebrità

Looking: Michael Lannan parla del finale della prima stagione e di cosa ci aspettarsi dalla seconda

La prima stagione di Looking è ormai terminata, con finale scoppiettante che ha visto i personaggi messi a dura prova sotto tutti i punti di vista, lasciando diversi spunti da approfondire nella seconda stagione, per la quale si dovrà, però, attendere fino al 2015. La certezza è che, oltre ai tre protagonisti, Patrick (Jonathan Groff), Augustin (Frankie J. Alvarez) e Dom (Murray Bartlett), nella prossima stagione rivedremo anche tre dei personaggi secondari che hanno riscontrato più successo e torneranno come regular: Ricie (Raul Castillo), Doris (Lauren Weedman) e Kevin (Russell Tovey).

In occasione di un’intervista con Entertainment Weekly, Michael Lannan, uno dei creatori della serie, ha parlato non solo della stagione appena conclusa, ma anche di quella che seguirà.

looking_107-1Il grande colpo di scena è stato il fatto che Patrick e Kevin siano andati a letto insieme. Lo avevate previsto sin dall’inizio?

“Non credo sia stato completamente premeditato. E’ stata una cosa che è venuta fuori mentre lavoravamo, episodio dopo episodio. Credo che Richie e Kevin possano offrire cose differenti a Patrick e sapevamo che avrebbe raggiunto un punto in cui si sarebbe sentito legato a Richie in un modo e a Kevin in un altro e che questo avrebbe creato dei grandi problemi per lui. Eravamo molto ansiosi di vedere come sarebbe uscito fuori quando lo abbiamo scritto. Richie e Kevin si avvicinano a Patrick in modi diversi e gli offrono cose diverse e questo è allo stesso tempo eccitante e problematico”.

Mi ha sorpreso il fatto che non abbiate usato una di quelle sedie ad altalena per quella scena!

“Quella è stata un’idea brillante del nostro scenografo Todd Fjelsted. L’idea non era solo nella tua mente!”.

Una delle cose che rendono Looking diverso è che le scene di sesso sono molto realistiche.

“Era questo l’obiettivo. Abbiamo deciso all’inizio che volevamo che la serie fosse sincero e mostrasse il sesso sì come una cosa eccitante e fantastica, ma anche imbarazzante e più complicato di come sembra spesso in TV. Volevamo mostrare tutte le sue sfaccettature e non che fosse o solo umiliante e pesante o solo meraviglioso e eccitante. Puoi capire molto di un personaggio dal modo in cui affronta il sesso, come lo fanno e quello che fanno dopo. Inoltre abbiamo deciso che avremmo mostrato il sesso solo per scopi narrativi. Mezz’ora non è molto tempo per cui volevamo che tutto fosse ben integrato nella storia e che dicesse sempre qualcosa del personaggio e della situazione”.

looking 42Dom e Lynn sono parte i una storyline molto toccante e intensa. Vi è piaciuto scriverla?

“E’ stato molto interessante. Le persone hanno risposto bene alla storia e credo che sia dovuto ad una serie di ragioni. Credo che sia qualcosa che non si vede in TV da tempo: essere gay, a 40 anni e sentirsi finito. Credo che Murray Bartlett sia fantastico in questo ruolo, commovente ed eccitante e ha una grande sensibilità. E Scott Bakula è meraviglioso. I due hanno una grande chimica e l’aver raccontato la storia in maniera così sottile ha aiutato”.

Scott sta girando lo spin-off di NCIS. Cosa comporta per il suo futuro in Looking?

“I fan di Scott Bakula non devono preoccuparsi. Troveremo un modo per far funzionare le due cose”.

Sembrava che la spirale discendente dovesse essere Dom, invece è stato Augustin. Risalirà in cima nella prossima stagione?

“Non lo so. Stiamo pensando a cosa fare con lui. Ovviamente la fine della stagione lo ha visto cadere in basso. Ha perso tutto: il suo ragazzo, la casa, il lavoro. La sua amicizia con Dom e Patrick è alterata per sempre. Sembra che qualcosa dovrà cambiare per far sì che lui possa riprendersi, ma ci stiamo ancora pensando”.

looking 106aMolto di quello che c’è in TV, oggi, dipende da una sceneggiatura molto veloce e Looking è una alternativa nuova. Ha un ritmo più ponderato. Ma vi sentite pressati ad aggiungere dramma il prossimo anno? Ad esempio inizierete uccidendo qualcuno come in House of Cards?

“Non abbiamo alcun piano che implichi la morte di qualcuno, ma è una buona idea, la suggerirò. Il tono e il ritmo della serie sono cose di cui siamo fieri perché è unico nel nostro mondo. Volevamo che desse l’idea di uno scorcio di vita e volevamo che fosse distintivo. Quindi programmiamo solo di far sì che lo show diventi sempre più se stesso e con questo intendo che vogliamo che i personaggi continuino ad imparare e che continuino i loro percorsi. Credo che il tono resterà lo stesso, anche se i personaggi e il mondo in generale cresceranno”.

I gay possono essere un pubblico severo. Quale è stato il riscontro?

“E’ stato grande, eccitante. Complessivamente la serie è stata recepita positivamente. Credo, ovviamente, che il tono e il ritmo della serie sono unici per il nostro mondo, sono più cinematografici che televisivi. Abbiamo fatto delle scelte molto audaci e la reazione è stata positiva. Solo inizialmente abbiamo ricevuto opinioni negative. E’ stato straordinario vedere gli spettatori immergersi nella serie sempre di più ed immedesimarsi nei personaggi. E’ un processo iniziato verso la metà della stagione. Il clamore si è calmato e le persone hanno iniziato ad accettare la serie per quella che è e gli ascolti sono cresciuti, così come il pubblico si è allargato. Non c’è niente che ci faccia più piacere”.

Sai già come saranno la seconda e la terza stagione?

“Credo sia un processo organico. Io, Andrew (Haigh) e il nostro team di autori abbiamo già parlato di quello che abbiamo imparato dalla prima stagione. Inevitabilmente con una stagione già alle spalle hai più idee che non hai avuto la possibilità di usare o opportunità che derivano da cose inaspettate che succedono durante la produzione. Adesso stiamo mettendo insieme le idee per ricominciare. Non c’è un piano generale, se non quello di continuare a sviluppare le direzione che questi personaggi avevano intrapreso”.

Looking_108-3La prima stagione sembra aver compreso un mese al massimo. La seconda stagione riprenderà da dove ci siamo lasciati?

“Non ne sono sicuro. Non lo so. E’ un argomento di dibattito, ma credo di no”.


Russell Tovey, Lauren Weedman e Raul Castillo saranno tutti regular l’anno prossimo giusto?

“Esatto. I fan di Richie, Doris e Kevin saranno felici di rivederli l’anno prossimo. Esploreremo di più questi personaggi”.

 

Comments
To Top