fbpx
News Serie TV

Les Revenants: pure A&E si mette in coda per riadattare lo show francese

Che gli americani amino ispirarsi a serie di altri Paesi per rifarle a casa loro è cosa risaputa. L’abbiamo visto recentemente, con ottimi risultati, con serie come Homeland, Shameless, The Bridge e The Killing. Ogni tanto gli viene anche male il copia/incolla.

Les Revenants hLa moda di quest’anno in America comunque è Les Revenants (qui la nostra recensione), fantastica serie francese andata in onda alla fine del 2012 e di cui è previsto a inizio 2014 il debutto della seconda stagione. Al grido di “se proponiamo un prodotto in francese, non solo non ci guardano, ma ci danno pure fuoco” adesso tutti vogliono importare questo gioiello televisivo anche negli States.

Già avevamo visto negli Upfront di maggio che la ABC aveva messo in cantiere per questa stagione una serie di nome Resurrection che sembra avere molti punti in comune con la serie di Canal +, anche se ufficialmente si ispira ad un libro di Jason Mott, intitolato The Returned. C’è da dire che sul libro di debutto di Mott, che non era stato pubblicato fino a questo autunno, ci sono state parecchie speculazioni sulle troppe somiglianze, ma alla fine la ABC ne ha acquistato i diritti e ha messo in piedi questa serie di cui, al momento, non si sa la data di messa in onda.

Ora è il turno di A&E che ha però comprato i diritti di trasposizione dalla gente giusta stavolta e produrrà la serie come compartecipazione degli A +E Studios, FMNA e Haut et Court TV SAS, produttori della serie originale.

cuse

Per chi non avesse visto ancora la serie originale (pentitevi), Les Revenants è ambientata in un paesino nelle Alpi Francesi ed è un thriller che sconfina nei campi del paranormale e del thriller psicologico. Si parla di morti che ritornano, ma non centra nulla con The Walking Dead. Ha molta più storia “intima” di fondo, dà maggiore profondità ai personaggi e meno attenzione al lato horror puro. Non dico di più, per non rovinare la serie a chi non l’ha vista (pentitevi), ma lo show, oltre ad avere un mistero molto interessante come fil rouge, ha anche molti colpi di scena a ravvivare il racconto.

Per quanto riguarda la versione di A&E a dirigere la storia è stato chiamato Carlton Cuse, co-showrunner di Lost molti anni fa (uno dei tanti, ormai che hanno fatto qualcosa in Lost lo mettono tutti nel curriculum) e più recentemente co-showrunner di Bates Motel ed ora anche impegnato nell’interessantissimo progetto di FX The Strain, serie che prende l’avvio dalla trilogia omonima (Nocturna in Italia) di Chuck Hogan e Gulliermo Del Toro.

Noi comunque vi consigliamo di vedervi l’originale. Cercando si trova.

Comments
To Top