Attori, Registi, ecc.

La prossima star di “Gossip Girl” rompe il silenzio sullo spin-off!

Magari non conosci il suo nome – è Krysten Ritter! – ma se hai visto “Veronica Mars”, “27 volte in bianco” e “Una mamma per amica”, è molto probabile che il suo viso ti sia famigliare.

Ora i non iniziati conosceranno l’abc di Krysten dato che si è aggiudicata l’ambito ruolo principale nel potenziale spin-off di “Gossip Girl”. Si concentra sulla giovane Lily van der Woodsen e sua sorella maggiore – ancora mai apparsa – Carol.

Ma la TV non è l’unico media che ha intenzione di conquistare. Ha il ruolo della miglior amica di Isla Fisher in “I love shopping”. Ma per quanto ci abbia provato, non c’è stato verso di abbandonare quel vestito, quindi non fate domande.

Ho chiamato il prossimo viso noto e abbiamo chiacchierato della sua nuova miglior amica, delle piccole bugie che ha raccontato a potenziali datori di lavoro e, ovviamente, di cosa possiamo aspettarci da “Gossip Girl” 2.0!

PopWrap: Come sei arrivata al ruolo di Carol Rhode, la sorella maggiore di Lily?

Krysten Ritter: Josh Schwartz [l’autore] ha chiesto di incontrarmi, e se hai intenzione di fare tv, desideri lavorare con qualcuno come lui. Ha un curriculum grandioso e un ottimo giudizio. Quando ci siamo incontrati, il suo entusiasmo per il progetto era così contagioso che mi sono chiesta soltanto “Dove devo firmare?”.

PW: Lo show si concentrerà sulla vita di Carol e Lily a Los Angeles, giusto?

Krysten: Sì, ruoterà intorno al mio personaggio e a Lily, che viene buttata fuori di casa e viene a trovare Carol, che è stata cacciata molto tempo prima. Carol è la pecora nera della famiglia, una barista di giorno e attrice/rockettara sul Sunset Strip di notte. È un po’ una ragazza selvaggia e se ne esce sempre con pazzi modi per fare soldi facili. E così ha intenzione di crescere Lily. È un bellissimo ruolo – Carol è una forza della natura e ci sono un sacco di scene in cui dimostra quanto è sveglia, divertente e dinamica.

PW: per il momento, è solo un primo episodio con la speranza di farne una serie nella prossima stagione, giusto?

Krysten: Sì, sarà un pilota “segreto” [come “Private Practice” iniziò durante “Grey’s Anatomy”] dove un episodio di “Gossip Girl” sarà narrato in flashback. Quella sarà la nostra storia. Iniziamo a girare l’1 marzo e l’episodio sarà il penultimo della stagione, l’11 marzo.

PW: Sei ansiosa di indossare I bizzarri costumi previsti dall’interpretazione di un personaggio degli Anni Ottanta?

Krysten: Sono un’attrice. Adoro cambiare look – Sono prontissima per i capelli cotonati! Sono il tipo che incanala i diversi personaggi attraverso il guardaroba, specialmente quando si tratta di epoche diverse.

PW: Nel film, interpreti la miglior amica di Isla Fisher – e sembrava che ci fosse una vera sintonia tra voi.

Krysten: Penso che sia molto raro trovare il tipo di combinazione che Isla ed io abbiamo avuto in un altro attore. Abbiamo fatto una prova di relazione prima che mi offrissero la parte e me sono uscita sentendo che dovevo assolutamente ottenere quel ruolo – non solo per la mia carriera, ma per poter diventare amica di Isla per il resto delle nostre vite.

PW: Cosa vi rende potenziali migliori amiche nella vita reale?

Krysten: Abbiamo un temperamento molto simile – siamo entrambe estremamente energiche e scatenate. Staremmo costantemente a ridere durante le riprese, e lavorare con qualcuno che improvvisa sempre è meraviglioso per guardare e imparare.

PW: Ti piace improvvisare?

Krysten: Sì! Penso che sia un’altra ragione per cui andiamo così d’accordo – entrambe ci siamo presentate il primo giorno con tutte queste note scarabocchiate a margine del copione. Quando fai commedia, vuoi metterti in luce con quante più battute possibile – come dice il nostro regista PJ Hogan, lascia una porta aperta per le buone idee.

PW: Il vostro regista è tagliato per i film sui matrimoni – PJ ha diretto “Le nozze di Muriel” e “Il matrimonio del mio miglior amico” – è stato bello interpretare la sposa con lui?

Krysten: Altroché! Tutti mi ripetevano, “È la specialità di PJ” quindi sapevamo tutti che sarebbe stato grandioso. Ma sono rimasta sorpresa da quanto il film sia anche drammatico. Alcune volte mi venivano le lacrime agli occhi. Insomma, pensavo che dovesse essere una commedia! [ride]

PW: Mi ha sorpreso il fatto che PJ abbia permesso a Suze di avere abiti da damigella così orrendi!

Krysten: Ero sorpresa anch’io, così ho immaginato il retroscena che la madre di Suze fosse stata un po’ ficcanaso e prepotente nei suoi tentativi di controllare le cose. Così ho deciso che Suze le ha lasciato scegliere gli abiti delle damigelle.

PW: Lo adoro! Semplicemente, toglie tutta la responsabilità da Suze.

Krysten: Anch’io! Non potevo credere che Suze avesse scelto quegli abiti. Ma voglio dire, era davvero difficile trovare un vestito che non stesse bene a Isla. È semplicemente fenomenale!

PW: Hey, forse potresti riportare in voga il tulle multicolor!

Krysten: Magari … oddio, spero di no.

PW: Non ti sembra buffo che negli ultimi anni questa sia la tua seconda commedia incentrata sugli abiti da damigella in cui ti sposi?

Krysten: Lo so, ma I’ll take when I can get! Mi sono sposata così tante volte sullo schermo ormai – penso che “I love shopping” sia la mia quarta volta. Così mi sento come se avessi già vissuto quel gran giorno perché anche quando sei una sposa solo per finzione la gente ti circonda comunque di premure.

PW: Qual è stato il tuo matrimonio preferito?

Krysten: Bhe, probabilmente dovrei dire questo film, ma ovviamente “27 volte in bianco”. Devi scegliere il dark!

PW: È quello più vicino al tuo stile?

Krysten: No, nessuno di quelli lo è veramente. Per quanto sia conformista da dire, sono più una modaiola. Vesto molto di nero, ma non sono proprio una dark. È solo che ho i capelli naturalmente neri, quindi ricevo molte di quelle parti.

PW: Nel film c’è una grossa parte sul gonfiare il proprio curriculum – hai mai mentito per ottenere un lavoro?

Krysten: Assolutamente. Non ho abilità o competenze aldilà dell’industria dello spettacolo. Sono una scrittrice, musicista, attrice. Queste sono le abilità che amo e per cui mi sento sicura di poter ottenere un lavoro. Ma c’è stato un momento, quando ero agli inizi, in cui ho dovuto trovare un lavoro ‘normale’ e non avevo alcuna esperienza. Così, mi sono presentata per un lavoro come barista e ho dovuto barare perché non avevo mai servito ai tavoli in vita mia. Ho avuto il lavoro, ma mi hanno scoperta piuttosto in fretta.

PW: Da grande fan di “Veronica Mars” sarei negligente se non citassi il tuo ruolo come Gia, e la possibilità che torni per il film – che ne pensi?

Krysten: L’ho sentito anch’io! Mi chiedo cosa farebbero col fatto che siamo tutti cresciuti. Non ho sentito una parola da Rob [Thomas] e non so dove sia Gia adesso. Ma amo quello show e starei a guardare qualunque cosa in cui ci sia Kristen Bell!

PW: È stato un po’ il primo assaggio che abbiamo avuto di te.

Krysten: Lo so, ha incrementato la mia visibilità e mi ha aperto molte porte. Ho iniziato a lavorare nel 2004 e da allora non mi sono mai fermata. Ogni lavoro è stato un po’ meglio, un po’ più visibile e penso che la progressione mi abbia reso pronta per ogni lavoro successivo. Sento di essermelo guadagnato e sono pronta per qualsiasi cosa possa arrivare!

PW: A meno che non si tratti di servire ai tavoli?

Krysten: Sì, qualunque altra cosa [ride].

 

 

Intervista tradotta da :blogs.nypost.com

 

Comments
To Top