fbpx
Knightfall

Knightfall: cinque motivi per vedere la nuova serie di History Channel

Knightfall
History

Manca ormai pochissimo al debutto, il 13 Dicembre, di Knightfall, la nuova serie di History Channel, prodotta dalla A+E Studios con Jeremy Renner come produttore esecutivo.  Mentre crescono attesa e curiosità per scoprire se la rete una volta esclusivamente dedicata a documentari storici saprà destreggiarsi bene anche nell’agone seriale confermando quanto fatto con Vikings, noi di Telefilm Central vogliamo proporvi cinque ragioni (tra il serio e il faceto) per cui iscriversi alla lista di coloro che vedranno sicuramente questo nuovo iscritto al torneo delle serie tv.

Knightfall1) Perché ci sono i Templari

Di ordini religiosi cavallereschi è ricca la storia del Medioevo, ma pochi sono riusciti ad uscire dalle pagine dei libri di storia per sopravvivere in quelle del mito. Anzi, uno solo: l’ordine dei Poveri compagni di Cristo e del Tempio di Salomone. Meglio noti come i Templari. Fondato nel 1099 da Hugues de Payns e Goffredo di Saint – Omer per proteggere i pellegrini che si recavano in pellegrinaggio nella Terra Santa da poco conquistata con la prima crociata, l’ordine attraversò la storia delle Crociate e degli Stati Latini d’Oriente divenendo ben presto tanto potente quanto ricco. Esiliatosi a Cipro dopo la caduta di San Giovanni d’Acri nel 1291, l’ordine fu, infine, distrutto per volere del re di Francia Filippo IV il Bello che desiderava ridurre il potere della Chiesa e azzerare i debiti che aveva con i cavalieri. Il venerdì 13 Ottobre 1307 un’azione congiunta arrestò tutti i Templari con le infamanti accuse di sodomia, eresia e idolatria decretando il crollo dell’ordine. Finiva la storia per iniziare il mito.

Leggi Anche: Knightfall – il primo trailer della nuova serie di History Channel

Knightfall si svolge proprio negli ultimi anni dell’Ordine seguendo le peripezie di sir Landry (Tom Cullen), leader morale dell’ordine, che proverà a rinvigorire le fortune dei cavalieri andando alla ricerca del Santo Graal che si ritiene sia nascosto da qualche parte in Francia. Ad aiutarlo ci saranno anche altri personaggi storici come Godfrey (Sam Hazeldine), maestro dell’ordine, e il papa Bonifacio VIII (Jim Carter). Suoi avversari, come nella storia vera, Filippo IV (Ed Stoppard) e sua moglie la Regina Giovanna (Olivia Ross), mentre da scoprire la posizione della principessa Isabella (Sabrina Bartlett). Prevista anche la partecipazione di Jeremy Renner in un ruolo ancora ignoto.

2) Perché abbiamo amato, amiamo e ameremo sempre Vikings

I più maliziosi direbbero che è solo perché c’è la Lagertha di Katheryn Winnick, ma chi segue la serie sa che le innegabili grazie della guerriera vichinga sono solo la ciliegina sulla torta di una serie che ha un gusto inimitabile e inconfondibile. Giunta alla sua quinta stagione appena iniziata, Vikings è il miglior biglietto da visita che History Channel potesse mai presentare per convincere chiunque delle sue capacità come produttore di serie tv. Le quattro stagioni fin qui andate in onda hanno, infatti, segnato un modo nuovo di fare televisione dimostrando quanto fosse possibile coniugare finzione e realtà senza né cedere al facile sensazionalismo né annoiare per la pedante ossequiosità nei confronti del vero. La serie di Michael Hirst riesce ad appassionare romanzando le avventure dei vichinghi dell’Alto Medioevo senza per questo deviare (se non il minimo indispensabile) da quello che gli storici hanno scritto nei loro testi universitari.

Leggi Anche: Vikings – la recensione dei primi due episodi della quinta stagione

Costumi fedeli, attenzione maniacale alle tattiche e tecniche guerriere, narrazione impeccabile degli usi e credenze del popolo vichingo, rispetto della filosofia di vita dei guerrieri e degli esploratori, uso del linguaggio originale quando serve a marcare le differenze linguistiche tra i popoli coinvolti (al punto che anche lingue note come l’inglese e il francese sono parlate a volte nella loro versione medioevale) fanno di Vikings una serie unica nel suo modo di proporre una storia inventata ad un pubblico che scopre quanto la Storia con la s maiuscola possa essere altrettanto appassionante. Sebbene i creatori di Knightfall e Vikings siano diversi, è facile immaginare che History abbia chiesto di replicare la stessa ricetta per farne un marchio distintivo della rete. Se così fosse, ci sarebbe l’opportunità irrinunciabile di continuare a imparare divertendosi.

Knightfall3) Perché il Codice da Vinci lo abbiamo letto tutti

Magari non amiamo dirlo in giro ad alta voce perché, dopotutto, non era questa grande opera che resterà nella storia della letteratura. E poi anche il film omonimo di Ron Howard con Tom Hanks e Audrey Tatou sembrava a tratti un blockbuster scritto in fretta e furia solo per sfruttare l’onda lunga del successo del libro e incassare soldi tanti, benedetti e subito. Però, alla fine, nel chiuso della propria stanza o nel vagone della metro affollata Il Codice da Vinci di Dan Brown lo abbiamo letto davvero in tantissimi. E proprio la ricerca del Santo Graal era il motore di quella storia a cui si andavano ad intrecciare intrighi da cui difendersi e misteriosi enigmi da svelare che rendevano impossibile staccarsi dalle pagine di un libro non scritto bene, ma con accattivante maestria.

Leggi Anche: 2 libri consigliati per entrare nel mondo dei Templari

Cosa meglio, quindi, di una serie come Knightfall che ci riporta proprio alle origini del mito promettendo di mondarle del superfluo per addobbarle con la verità? Anche perchè, pure senza il Graal, di leggende e miti propri è ricca la fama dell’ordine dei Templari come potrete leggere nei libri che vi consigliamo (e attenti anche ai commenti che sono ricchi di altri suggerimenti dai nostri lettori).

4) Perché manca ancora troppo al ritorno di Game of Thrones

Neanche vivendo su Urano si riuscirebbe a sfuggire ad ogni notizia che riguarda Game of Thrones. Inevitabile, quindi, che sia universalmente noto come la snervante attesa per l’ottava ed ultima stagione della serie che ha rivoluzionato il fantasy in tv sarà più lunga e insopportabile del solito. Con le riprese che avranno luogo tra Ottobre 2017 e l’estate 2018 e calcolando più di cinque mesi per la post produzione, la serie non arriverà sugli schermi prima del 2019 lasciando i suoi fan con la bruciante domanda: che fare durante l’attesa? 

Leggi Anche: Game of Thrones – l’ottava stagione non arriverà prima del 2019

Una possibile risposta per la prima parte del 2018 è proprio Knightfall. Non è certamente un fantasy e sicuramente non avrà il budget faraonico della serie di casa HBO, ma l’ultima creatura di History Channel ha più di qualcosa da offrire per intrattenere chi è in logorante attesa del ritorno di Jon Snow che non sa niente ma è sempre re, Daenerys e i suoi draghi, Cersei e il suo vino, gli Estranei e la loro versione più guerriere degli zombie. Perché, dopotutto, draghi e white walkers a parte, il cuore di Game of Thrones sono le guerre di potere tra casate che si contendono il trono in uno scenario finto medioevale facendosi aiutare da valenti guerrieri che perseguono i propri scopi . Come faranno in Knightfall e fecero nella realtà storica Filippo IV e Bonifacio VIII con i Templari a fare da ago della bilancia. Basta un parallelo come questo per convincervi? O bisogna anche ricordarvi che la Regina Giovanna ha poco da invidiare alla spietata Cersei con la sola differenza che lei le cose che vedremo le ha fatto davvero?

Knightfall5) Perché ve lo diciamo noi di Telefilm Central

Certo, questo è un motivo che fa più promozione pro domo sua che imparziale e disinteressato consiglio. Ma, se state leggendo questo prolisso articolo, vuol dire che siete venuti sul nostro sito. E, se avete deciso di scrivere il nostro url nella barra degli indirizzi del browser (grazie, eh), vuol dire che quel che sapevate di trovarci vi interessa. E che vi fidate di noi e della nostra opinione. E, quindi, vi invitiamo a farlo ancora una volta seguendo una serie come Knightfall che molti della redazione sono convinti di consigliare ad amici e parenti. Lucidate gli speroni, indossate l’armatura e seguiteci in Knightfall!

Per restare sempre aggiornati su Knightfall, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Knightfall Italia. E non dimenticate di di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

Comments
To Top