Chuck

Josh Schwartz parla di Chuck, Gossip Girl e X-Men First Class

Intervista esclusiva di Carl Cortez (iF Magazine) a Josh Schwartz di “Chuck” che ci confida qualche informazione sullo spin-off di “Gossip Girl”, dà qualche indizio sul film “X-Men: First Class” e parla anche dei suoi personaggi preferiti dei fumetti.
Con “Chuck” e “Gossip Girl” che hanno ampi ascolti in TV, è chiaro che il co-creatore di entrambi gli show Josh Schartz ha un impulso sul clima culturale. Ma due show non sono abbastanza per Schwartz che sta ora sviluppando uno spin-off di “Gossip Girl” e sta scrivendo il copione per il prossimo potenziale film di “X-Men” targato 20th Century Fox. “X-Men: First Class”, così si intitolerà la pellicola, si concentrerà sui “giovani mutanti” alla Scuola di Xavier per ragazzi dotati…

iF: Cosa stai cercando di fare con lo spin-off di Gossip Girl?
Schwartz: É ambientato negli anni ’80. É una chance per rivivere la mia infanzia e un’opportunità di fare uno spin-off in un modo diverso dal solito.

iF: Come riesci a seguire tutti questi show senza perdere la testa?
Schwartz: Sono molto fortunato, ed ho imparato il valore di lavorare con persone più talentuose di me e di creare squadre molto buone. Lavorando con il [co-creatore] di “Chuck”, Chris Fedak e con la [co-creatrice] di “Gossip Girl”, Stephanie Savage, sapevo che se fossi stato lontano da uno di questi due show, sarebbe rimasto in buone mani. Il mio lavoro è trovare idee e farle funzionare, e creare le giuste squadre, così se sono alle prese con uno show, un altro show non soffrirà. Sono tutti a bordo.

iF: Stai lavorando a ‘X-Men: First Class’ per la Fox?
Schwartz: Ho appena iniziato.

iF: Hai scelto un’era dei giovani X-Men su cui concentrarti?
Schwartz: Sì, sfortunatamente non ho il permesso di dire nulla riguardo al film. Ci sono cose più importanti all’opera.

iF: Ci sono alcune caratteristiche dei fumetti che tu hai apprezzato riguardo a X-Men negli anni?
Schwartz: Penso che la mutazione è quel sentirsi come un escluso, è una metafora molto adatta anche per essere un teenager. C’è qualcosa che mi soddisfa molto nel farlo.

iF: É un prequel o tempo attuale?
Schwartz: Sfortunatamente, non posso dirvelo.

iF: Sei un grande fan dei fumetti?
Schwartz: Sono un fan e amo i film e l’ammontare del lavoro sui personaggi nei film. Il modo in cui [il regista] Bryan Singer originariamente concepì quei film – l’ha davvero pensata giusta.

iF: Quando eri ragazzo, chi erano i tuoi personaggi preferiti dei fumetti?
Schwartz: Ero un grande fan di Iceman e leggevo “The Flash” abbastanza religiosamente. Anche “The Green Lantern”. Mio padre lavorava alla Hasbro, così lessi tutti i “Transformers” e “G.I.Joe” da bambino.

iF: È scoraggiante sapere che lavorare ad un grande film studio, significa non dover solo accontentare lo studio e la Marvel, ma anche i fan sfegatati?
Schwartz: Sono molto modesto riguardo al mio posto nel franchise, la mitologia. Farò il meglio possibile, e rappresenterò questi personaggi in modo molto rispettoso.

Comments
To Top