Into the Badlands

Into the Badlands: recensione dell’episodio 1.04 – Two Tigers Subdue Dragon

Into the badlands

Le mini stagioni da 6/8 episodi hanno, al tempo stesso, un pregio e un difetto. Il pregio è che nell’arco di una manciata di episodi è possibile andare dritti al sodo concentrandosi sul fulcro della serie, senza perdersi in lungaggini di vario tipo tipiche delle stagioni lunghe. Il difetto è speculare al pregio. Se la serie non ha buoni autori alle spalle, c’è il serio rischio di mandare in vacca tutto in quattro e quattr’otto. Ed è quest’ultimo il caso di Into the Badlands.Into the badlands 1

Two Tigers Subdue Dragon è lì a dimostrare questa (mia) teoria, con una prima parte densa di rivelazioni, complotti e sotterfugi degne delle peggiori soap opera, a cominciare dallo scontro tra le primedonne della serie: la Baronessa e quella che sta per diventarlo. È su quest’ultima, Jade, che si concentra la maggior attenzione dell’episodio. Scegliere l’amore per Ryder o convolare a nozze col Barone? Sembra che l’idee siano chiare, ma quando viene a conoscenza di un terribile segreto su una ex moglie defunta di Quinn in lei qualcosa potrebbe cambiare. E, trame scontate alla mano, sono certo su chi sceglierà tra padre e figlio.

La famiglia del Barone è il centro nevralgico della serie. Le loro azioni, il più delle volte impulsive e scellerate, si ripercuotono come una reazione a catena su quello che succede nelle Terre Desolate. Il Barone, al momento, sembra non averne azzeccata una. Ormai la serie sta prendendo la piega dell’uno contro tutti. Si era partiti con quello che apparentemente sembrava l’unico nemico per Quinn, la Vedova, ma ora le cose sono decisamente cambiate. Non solo deve guardarsi dai doppi-giochi degli altri Baroni (in questo episodio abbiamo fatto la conoscenza del Barone Jacobee, un tipo diametralmente opposto a Quinn), ma anche da nemici “interni” come il figlio Ryder, che smanioso di ambire al titolo di Barone accetta l’offerta della Vedova e di Zephyr, la Reggente del Barone Jacobee. E anche dal fido Sunny, che pur avendo rinnovato la sua fedeltà al Barone cerca in ogni modo di fuggire dalle badlands.

Alleanze inaspettate, doppi-giochi, tradimenti. Troppo per un episodio di poco più di quaranta minuti, tanto da non riuscire, ad un certo punto, a non raccapezzarci più niente e a non capire i vari schieramenti. Capisco la necessità di correre per via dei pochi episodi a disposizione ma, come sottolineavo in apertura, dei buoni autori avrebbero dovuto gestire meglio le varie sottotrame.

Into the badlands Quello che al momento appare la cosa più interessante dell’intera serie è il destino M.K. e il tipo di potere che possiede e sul quale la Vedova vuole mettere mano. Quando viene posseduto da questa misteriosa oscurità è capace addirittura di mettere k.o. in un solo colpo Sunny. Un potere, però, che riesce a domare quando si trova davanti a Tilda, la figlia della Vedova. Un trama finora ben gestita e che necessita un maggior minutaggio per essere ancora più apprezzata.

Nel caos di inizio episodio ho particolarmente apprezzato la scena in cui le figlie della Vedova, forse stanche del controllo che la madre ha sulle loro vite, trovano un giradischi, gli danno il via e si mettono a ballare con spensieratezza. Un piccolo momento di svago dalla vita che le vede essere sempre in prima linea per combattere un nemico (quasi sempre di sesso maschile) ed esprimere quella femminilità finora forzatamente repressa.

La strada per abbandonare le Terre Desolate, per noi, dista solo due episodi (salvo ipotetico rinnovo); per Sunny forse un po’ meno. Ma da quelle parti ogni cosa ha il suo prezzo e la strada per la libertà potrebbe essere ancora molto lunga.

In attesa del prossimo episodio e delle prossime recensioni ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

1.04 - Two Tigers Subdue Dragon
  • Troppa carne al fuoco
Sending
User Review
3.5 (2 votes)
Comments
To Top