fbpx
Cinema

Avengers – Infinity War: 10 domande esistenziali (senza risposta) dopo il film

avengers infinity war

Dopo un’attesa che è sembrata pressapoco infinita, finalmente Avengers – Infinity War (qui la recensione del film) è arrivato nelle sale italiane e mondiali. Nei pochi giorni di programmazione ha già scardinato un paio di record e confermato al mondo quello che i fratelli Russo ci dicevano ormai da mesi. Non si tratta semplicemente di un film straordinario, si tratta di un film che sta facendo e farà storia nel mondo cinematografico. E non soltanto quello dei supereroi.

Il terzo Avengersquarto “ad honorem”, se consideriamo Civil War – ha richiesto una cifra che sfiora i 400 milioni di dollari di produzione. Nel solo primo weekend del suo rilascio, parliamo già di una cifra che si avvicina 630 milioni di dollari mondiali. Di questi, 10 circa solo in Italia. In effetti, bisogna ammetterlo, si tratta di un film davvero straordinario  – come vi abbiamo raccontato con dovizia di particolari nella nostra recensione. Restano tuttavia senza risposta le tantissime domande che il film, ed il suo finale, ci hanno lasciato.

QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU AVENGERS – INFINITY WAR. QUINDI, SE NON AVETE VISTO IL FILM, GUARDATELO E POI TORNATE A LEGGERE. NON LEGGETE ORA: VI ROVINERESTE LA SORPRESA E NOI NON VOGLIAMO ESSERE RESPONSABILI!

Ok, avete letto? La parola SPOILER è bella visibile, quindi non vogliamo lamentele. Detto ciò, ecco le 10 domande a cui i fratelli Russo farebbero meglio a rispondere nel maggio del 2019. Nel quarto (quinto ad honorem) film degli Avengers, ancora senza titolo purtroppo.

#1 – Dove sono finiti Valkyrie e Korg?

avengers infinity war

Credits: Marvel Studios

Avevamo incontrato per la prima volta i personaggi di Valkyrie (Tessa Thompson) e di Korg (Taika Waititi) in Thor: Ragnarok, penultimo film dell’universo Marvel prima del rilascio di Infinity War. Entrambi si erano dimostrati fondamentali nell’aiutare Thor a salvare Asgard dalla forza distruttiva di Hela. Avevamo dato per scontato che li avremmo ritrovati con Thor (Chris Hemsworth), Loki (Tom Hiddleston) e Heimdall (Idris Elba) sulla nave del Gran Maestro. Era quest’ultima, infatti, che aveva tratto in salvo i cittadini di Asgard dalla furia distruttiva del personaggio di Cate Blanchett.

Ritroviamo la stessa nave all’inizio di Infinity War, completamente distrutta da Thanos (Josh Brolin), gli asgardiani uccisi da lui e dall’Ordine Nero. Non c’è tuttavia traccia nè di Valkyrie e neppure dei nuovi amici di Thor, conosciuti nell’arena in cui aveva ritrovato Hulk (Mark Ruffalo) nel terzo film a lui dedicato. Dove sono finiti? Sembra difficile che siano stati uccisi da Thanos off-screen e che semplicemente non ci sia stato “tempo” per mostrarcelo. Del resto vediamo chiaramente e con dovizia di particolari entrambe la morte di Heimdall e di Loki.

LEGGI ANCHE: Chris Hemsworth – Le 10 cose che non sapete sull’attore di Thor 

La risposta dunque sembra essere questa: sono scappati. Possiamo infatti presupporre che la nave del maestro avesse delle navicelle di salvataggio – come visto anche per la nave dei Guardiani. Vediamo infatti Rocket allontanarsi con Thor e Groot, lasciando gli altri sulla nave principale. Se Thor e gli altri hanno avuto anche solo un minimo preavviso dell’arrivo di Thanos è probabile che alcuni tra gli asgardiani siano stati in grado di fuggire, magari anche gli stessi Valkyrie e Korg. Soprattutto considerando che, più avanti, Thor si riferisce all’uccisione di “metà del suo popolo”. Se Thanos li avesse uccisi tutti, il dio sarebbe stato più che devastato e di certo si sarebbe riferito a “tutto il suo popolo”, no?

#2 – Perchè non abbiamo ancora visto Captain Marvel?

avengers infinity war brie larson

Credits: Marvel Studios

Non è un segreto ormai che Brie Larson apparirà nei panni di Carol Denvers nel prossimo film del Marvel Cinematic Universe intitolato proprio Captain Marvel. Sebbene quest’ultima non sia apparsa in Infinity War, per stessa ammissione dei fratelli Russo, la vedremo molto presto. Farà di certo parte di Avengers: Endgame in uscita ad aprile 2019. Grazie a degli scatti rubati sul set, sappiamo che Brie Larson ha girato delle scene con Josh Brolin e che dunque Captain Marvel arriverà allo scontro diretto con Thanos, in un modo o nell’altro. Ma questa è la parte facile.

La vera domanda è: dov’è stata fino ad ora Carol Denvers? Sappiamo che Captain Marvel sarà per lo più ambientato negli anni ’90. Sappiamo che esplorerà le origini di uno dei personaggi più potenti dell’universo cinematografico della Marvel. Grazie al trailer sappiamo che vedremo tornare per il film l’amato Phil Coulson (Paul Gregg), ma anche il direttore Fury (Samuel L. Jackson) e Maria Hill (Cobie Smulders), in versioni “ringiovanite” di loro stessi. Il film dovrebbe inoltre rispondere alla domanda sul dove sia stata mentre Thanos iniziava ad invadere l’universo e la Terra. Soprattutto la Terra! Dovrà senz’altro aver notato che qualcosa non andava, ancor prima che metà della popolazione iniziasse a scomparire come coriandoli di Voldemort!

La teoria più plausibile è che non fosse nelle vicinanze e che l’SOS mandato da Fury nella scena post-credits servisse proprio per richiamarla sulla Terra, dicendole che qualcosa non andava. Ma lo scopriremo sicuramente molto presto, nello specifico nel marzo del 2019, a pochissima distanza dal prossimo film degli Avengers. Eh si, la trama s’inflittisce.

#3 – Hawkeye è davvero agli arresti domiciliari?

avengers infinity war

Credits: Marvel Studios

La domanda che forse più è rimbalzata sul web in questi ultimi giorni è stata quella riguardante Clint Barton aka Hawkeye (Jeremy Renner). Perchè diavolo non abbiamo visto l’arciere, per altro uno dei membri fondatori degli Avengers originali, in Infinity War? Ci sono tantissime teorie, la maggior parte in netto contrasto con la semplicistica spiegazione fornita da Natasha (Scarlett Johansson) sugli arresti domiciliari a cui sarebbero sottoposti lui e Ant-Man (Paul Rudd), anche lui AWOL dal film.

Secondo quanto affermato dai fratelli Russo durante la promozione di Infinity War l’arciere sarebbe in “un percorso tutto suo, al momento“. A che cosa si riferiscono nello specifico? Grazie al trailer di Avengers: Endgame sappiamo che è in realtà diventato Ronin. Ronin è un personaggio che, nel mondo dei fumetti Marvel, è stato impersonato da tante persone, incluso Clint Barton, in seguito agli eventi di Civil War. Resta da capire se l’assenza di Barton da Infinity War fosse una mossa “voluta” e che sia diventato Ronin dopo lo schiocco di dita di Thanos, quando presumibilmente la sua famiglia è scomparsa. Oppure porebbe trattarsi di una spiegazione completamente diversa. Chi lo sa!

#4 – Perchè i Guardiani o Tony non hanno ucciso Thanos?

infinity war thanos

Credits: Marvel Studios

Ricordiamo tutti quel momento essenziale di Infinity War in cui Thanos viene intrappolato, non senza difficoltà, dai Guardiani, da Tony (Robert Downey Jr.) e da Spider-man. Invece di uccidere l’essere che sta minacciando metà della popolazione dell’universo, tutti, Tony incluso, non pensano nemmeno per un attimo di uccidere Thanos ma, piuttosto, di togliergli il guanto. Sarò un pò fatalista ma: non sarebbe più semplice togliere un guanto ad un uomo morto, invece di continuare a tenerlo sotto il controllo di Mantis (Pom Klementieff)? Insomma, parliamone!

LEGGI ANCHE: Avengers 3 – La recensione del cinecomic Marvel più straordinario di sempre

Da un lato la scelta di trama sembra dettata dal voler evidenziare la potenza del nemico degli Avengers, dall’altro non posso fare a meno di chiedermi: possibile che non ci abbia pensato nessuno? Non c’era poi bisogno di altri motivi per odiare Thanos, considerato il desiderio di uccidere miliardi di persone. Sbaglio? Perchè lasciarlo in vita invece di eliminare il problema alla prima occasione? Capisco il cavaliere onesto dall’armatura scintillante, ma non sarebbe stata la prima volta che Tony o uno degli altri sceglieva di eliminare il problema sul nascere. Insomma, il perchè abbiano lasciato in vita Thanos resta tra le mie domande più scottanti dopo aver visto (e ri-visto) Avengers.

#5 – Ant-Man e la Vespa terrà conto degli eventi di Infinity War?

avengers infinity war

Credits: Marvel Studios

Proprio come Hawkeye, anche Ant-Man/Scott Lang non era presente nel film. Ricollegandoci ancora una volta alle parole della Vedova Nera, anche lui ha fatto un accordo con il governo. Uno che, almeno a giudicare dal trailer di Ant-Man and the Wasp, non sta minimamente rispettando. Dalle poche inquadrature intraviste, sembra che il tono del film non sia molto dissimile dal precedente Ant-Man. Con questo voglio dire che l’umorismo e l’azione andranno di pari passo nel film. Ma se metà della popolazione mondiale è appena scomparsa, come potrebbero mantenere un tono tanto leggero?

L’ipotesi che mi salta in mente quasi immediatamente è la seguente: gli eventi di Ant-Man and the Wasp non saranno consequenziali ma contemporanei a Infinity War. Secondo me vedremo le ripercussioni della lotta tra i vendicatori e Thanos solo alla fine del film. Il vantaggio è che, in questo modo, potremmo scoprire qualcosa in più sulle motivazioni che hanno tenuto Scott lontano dallo scontro e dal campo di battaglia principale.

O potrei sbagliarmi e si continuerà a ridere e scherzare anche dopo che metà della popolazione mondiale è evaporata. Puff?

EDIT POST TRAILER AVENGERS: ENDGAME– Grazie alla scena dopo i titoli di coda di Infinity War sappiamo che Hope e Hank sono stati polverizzati dal potere di Thanos mentre Scott era intrappolato nel Regno Quantico. Dal momento che nel trailer lo vediamo “davanti alla porta” della residenza degli Avengers è probabile che scopra come tornare nella nostra realtà. Quindi la risposta è: Hope e Hank sono morti, gli eventi di Ant-Man and the Wasp sono contemporaneiInfinity War e Scott è l’unico sopravvissuto del gruppo. 

#6 – In memoriam: chi è morto davvero?

avengers infinity war

Credits: Marvel Studios

Il primo, vero scoglio da affrontare per il prossimo film di Avengers sarà senz’altro fare i conti con tutte le dipartite di Infinity War. Sicuramente bisognerà fare una distinzione tra quelli che “sono morti davvero” e quelli che, in qualche modo, “torneranno in vita”.

Naturalmente come per ogni cosa riguardante il finale di un film del genere, il web brulica di centinaia di teorie diverse. La più comune, tuttavia, distingue come morti veri quelli scomparsi prima dello schiocco di dita di Thanos. In pratica, secondo questa teoria, Loki e Heimdall, fatti fuori dallo stesso Thanos nei minuti iniziali del film, potrebbero non tornare per i prossimi film del franchise. Lo stesso vale per Gamora (Zoe Saldana), uccisa per recuperare la gemma dell’Anima, e per Visione (Paul Bettany), eliminato da Thanos per la Gemma della Mente. Insomma, se questa teoria si rivelasse corretta, avremmo detto addio a 4 personaggi significativi dell’universo Marvel.

LEGGI ANCHE: Guardiani della Galassia Vol.2 – Recensione del film Marvel 

Sebbene sia abbastanza certa che Visione e Heimdall ci abbiano detto addio per sempre, sono un pò meno certa di Gamora e Loki. Quest’ultimo è tornato in vita già troppe volte per farci credere che stavolta si tratti di una morte conclusiva. Potrebbe, ma davvero vogliamo vivere in un mondo dove Tom Hiddleston non fa parte dell’universo Marvel?

Più complessa è la situazione sulla morte di Gamora. Thanos ha sacrificato l’unica cosa che amava per ottenere la Gemma dell’Anima. Un sequel dei Guardiani della Galassia è già stato confermato, quindi ci sembrava scontato pensare che Gamora ne avrebbe fatto parte. Magari il fatto che la sua morte fosse un passo necessario per ottenere una delle gemme sarà il mezzo con cui Peter (Chris Pratt) potrà riportarla in vita. Troppo ottimista? Personalmente non riesco ad immaginare i Guardiani senza Gamora, quindi incrocio le dita.

#7 – Gli eroi “evaporati” torneranno in vita… vero?

avengers infinity war

Credits: Marvel Studios

Arriviamo al tasto “meno dolente”. Nella sequenza finale sono evaporati: Bucky Barnes (Sebastian Stan), Spiderman (Tom Holland), Wanda/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen), T’challa/Black Panter (Chadewick Boseman), Groot (Vin Diesel), Doctor Strange (Benedict Cumberbatch), Peter Quil/Starlord (Chris Pratt), Mantis, Drax (Dave Bautista), Falcon (Anthony Mackie), Maria Hill e il direttore Nick Fury. Parlo di momento “meno dolente” dal momento che siamo abbastanza sicuri che tutti questi personaggi torneranno in vita. Se non altro sappiamo già che un terzo capitolo dei Guardiani della Galassia è confermato, così come il sequel di Spider-man, Black Panter e di Doctor Strange. Ergo? A meno che non decidano di eliminare tutta la nuova generazione dell’universo Marvel, gli sceneggiatori riporteranno in vita questi personaggi.

Ora che siamo certi che torneranno in vita, la domanda che tuttavia resta è: come? Come faranno Tony e i vendicatori originali a riportare in vita i loro amici? La teoria più semplice è l’utilizzo della Gemma del Tempo, che prima era in mano a Strange. Ma se non fosse più possibile usarla dopo che Thanos ha distrutto metà della vita nell’universo? L’alternativa potrebbe essere un mix tra i personaggi di questo universo e una linea temporale alternativa in cui sono sopravvissuti i vendicatori nuovi. Possibile che decidano di allearsi proprio con i vendicatori del nostro mondo e quindi sconfiggere Thanos e riportare l’equilibrio nell’universo?

Ammettiamolo: il come Spiderman e gli altri torneranno in vita resta uno dei quesiti fondamentali del prossimo film degli Avengers.

EDIT POST TRAILER DI AVENGERS: ENDGAME – Grazie al trailer uscito il 7 dicembre, sappiamo che Shuri (Letitia Wright) è tra i personaggi che sono stati disintegrati da Thanos. Per lei vale lo stesso discorso che vale per tutti gli altri. 

LEGGI ANCHE: Spider-man Homecoming – La recensione del film con Tom Holland

#8 – Qual è il prossimo passo di Thanos?

infinity war thanos gamora

Credits: Marvel Studios

Alla fine quello che più temevamo e speravamo con tutte le nostre forze non accadesse, è accaduto. Thanos è riuscito nel suo intento di raccogliere tutte e sei Gemme dell’Infinito e, con esse, in un unico schiocco di dita, ha distrutto metà della vita presente nell’universo. Questo ha condizionato pianeti più vicini a noi, come la Terra naturalmente, ma anche pianeti che conosciamo e non conosciamo nell’universo. Metà delle forme di vita nell’universo sono finite, letteralmente, in polvere.

L’ultima immagine che abbiamo avuto di Thanos è stata di un titano sorridente, soddisfatto di aver portato a compimento il suo piano. Ma è tutto qui? Molti hanno sottolineato come la scena con Gamora potesse in realtà significare che una parte dell’anima di quest’ultima sia in qualche modo “sopravvissuta” nella Gemma per cui è stata sacrificata. Se così fosse, non solo è probabile che Gamora sia una parte fondamentale del prossimo film di Avengers. E’ perfino probabile che Thanos abbia dei ripensamenti su quanto fatto in nome di un bene superiore e che sia proprio l’anima di sua figlia a fargli cambiare idea.

Siamo certi che il personaggio di Josh Brolin sarà presente nel sequel di Infinity War, il cui titolo è ancora TBD. Se questa teoria si rivelasse autentica, ci sarà più di una sorpresa nel sequel di Infinity War e noi? Beh, in quel caso non vediamo l’ora!

#9 – E’ questo il corso degli eventi previsto da Doctor Strange?

infinity war doctor strange

Credits: Marvel Studios

Mentre erano in attesa di Thanos su Titan, i Guardiani hanno trovato dei metodi alternativi per passare il tempo. In particolare uno che si è dato parecchio da fare è stato Doctor Strange. Mentre gli altri discutevano di possibili strategie su come sconfiggere Thanos, il mago ha analizzato i possibili futuri per scoprire un modo in cui poter effettivamente sconfiggere Thanos. Dopo aver analizzato più di 14 milioni di possibili futuri, ne ha trovato soltanto uno in cui, a detta sua, lui e gli altri sono stati in grado di sconfiggere Thanos.

Partendo da questo presupposto, è importante ricordare che Strange, prima di impegnarsi nella lotta con Thanos accanto a Tony e Peter Parker, aveva detto chiaramente che la sua priorità numero uno era proteggere la Gemma. Se si fosse arrivato alla scelta tra le vite dei propri compagni e la salvaguardia della Gemma, lui avrebbe protetto quest’ultima senza pensarci due volte. A questo si aggiunga che, poco prima di scomparire in cenere, Strange ha confessato ad un Tony in lacrime (la morte di Spider-man? We are not ok, va bene?) che questo “era l’unico modo”. Volendo essere letterali, la frase di Strange potrebbe significare che questo era l’unico modo per sconfiggere Thanos e proteggere la pietra. Possibile, dunque, che questo sia proprio il futuro che Strange abbia visto? L’unico su quattordici milioni di possibilità in cui Thanos non avrebbe trionfato?

GUARDA ANCHE: E’ stata tutta colpa di Starlord? – New Rockstars

Sarebbe una risposta appropriata anche in linea con la sua scelta di scambiare la Gemma del Tempo con la vita di Tony. La conclusione più logica è che in uno dei futuri possibili Tony fosse fondamentale per la vittoria su Thanos. Lasciare Tony in vita, probabilmente, è la mossa che Strange considera come fondamentale per la vittoria. Non in quel momento, probabilmente, ma nella vittoria finale. Sempre ammesso e non concesso che l’intervento di Peter Quil fosse davvero previsto e non abbia in realtà, come presumono in molti, rovinato tutto.

#10 – Chi morirà nel sequel di Infinity War?

infinity war captain america

Credits: Marvel Studios

Mentre siamo ancora in lutto per le morti di Infinity War (no, non mi sono ancora ripresa dalla morte di Spiderman e Groot, va bene?!), sorge una spontanea domanda: chi morirà nel sequel di Infinity War? Abbiamo già avuto prova del fatto che nessuno è al sicuro da questa prima parte del doppio-film conclusivo diretto dai fratelli Russo. Possiamo solo presumere che anche il secondo film mieterà diverse vittime. Al di là dei personaggi già deceduti, indipendentemente da quelli che torneranno o non torneranno in vita, chi potrebbe lasciarci alla fine di Avengers 4?

Partiamo da quello che sappiamo fin’ora della prossima fase dell’universo Marvel. Sappiamo che sarà dedicato maggiore spazio ai “nuovi” vendicatori, inclusi Peter Parker, Black Panter e i Guardiani –  sempre che tornino in vita. Chris Evans ha detto che il film in uscita a maggio 2019 sarebbe stato l’ultimo con lui nei panni di Cap. Potrebbe essere un indizio sulla sua imminente dipartita o, più semplicemente, Steve Rogers si ritirerà a vita privata? Uno dei morti “papabili”, almeno per me, è inoltre Tony Stark. Sebbene Ironman sia il perno dell’universo Marvel (on e off screen, a detta dei colleghi), quale modo migliore di fare spazio ai nuovi vendicatori se non sacrificandosi per salvarli, proprio come aveva tentato di fare durante l’attacco a New York?

LEGGI ANCHE: Avengers 4 – Spiegazione dettagliata del trailer e titolo definitivo del film!

Secondo me almeno uno dei vendicatori originali potrebbe lasciarci le penne. Non sono certa al 100% che si tratti di Tony Stark o di Steve Rogers ma, a fiuto, penso sia probabile.

Per il resto? Che dire: aspettiamo il quarto (o quinto) Avengers (che ora sappiamo chiamarsi Endgame) e speriamo che sia altrettanto emozionante, straordinario e indimenticabile come Infinity War. Perchè siamo tutti d’accordo che si tratta di un filmone, dico bene?

Comments
To Top