fbpx
How I Met Your Mother

How I met your Mother: le 10 cose che la serie ci ha insegnato

How I met your Mother

Ormai siamo giunti fin proprio alla fine, manca pochissimo alla season finale di How I met your Mother che metterà il punto ad una delle serie che ha fatto la storia di questi ultimi anni televisivi. E’ difficile fare una lista di cosa ci mancherà di più, se le pop star Canadesi, le slap-bet, i doppelganger, i completi, i lavori mai realmente scoperti, i padri poco affettuosi, le madri fin troppo presenti oppure, più semplicemente, un bar qualsiasi, in cui sedersi in compagnia degli amici più fidati per bere una birra. Vi proponiamo un articolo scritto da Vanity Fair USA che riassume le 10 cose che la serie ci ha insegnato.

tumblr_n2jy9xZ4bk1svdn41o1_500

Nonostante tutto, sappiamo che, malgrado la nostalgia e l’emozione, HIMYM ci lascerà tanto, ricordandoci – nella vita quotidiana o nelle chiacchiere al bar – che vale la pena di aspettare quella giusta, che alcuni attori sono dei talenti straordinari, che ci sono canzoni intramontabili e che, più di tutto, si potrà sempre contare sugli amici.

Ma vediamo quali sono le 10 cose che How I met your Mother ci ha insegnato…

10. Va bene non arrendersi

5335a6277686d86f770110a4_himym-settle

Per otto stagioni ci siamo chiesti come potesse Ted continuare, insistentemente, a sperare di trovare la propria anima gemella – quando era piuttosto evidente che tutto giocasse a suo sfavore. Con quest’ultima stagione ci ricrediamo un po’, da bravi inguaribili romantici, sulle motivazioni che hanno spinto Ted ad aspettare, a sperare, a desiderare di trovare qualcuno che lo apprezzasse per chi è davvero. Lui non si è mai arreso e c’è da ammirarlo per la sua perseveranza. La bellezza, infatti, non la si ritrova tanto nella destinazione quanto nel viaggio e, nel caso della Mamma, lo possiamo ben dire!

9. Nulla di buono succede dopo le 2 di notte

tumblr_n2hq5d1vnG1r5uua6o1_500

Una lezione imparata a caro prezzo e che ci mette in guardia circa quello che può (non) capitare dopo le due di notte. Naturalmente non per tutti dovrà necessariamente trattarsi dell’arrivo improvviso di un Elvis coreano e neppure dell’inizio di una relazione difficile ma, badate bene, siete stati avvisati: nulla di buono succede a quell’ora delicata tra notte e mattino, nulla di buono.

8. Il giusto apprezzamento verso i Compleanni

5335a61c7686d86f77011090_himym-birthdays

Non c’è molto da aggiungere a riguardo, rimane solo da dire… se non ti svegli con una coroncina in testa, lo stai facendo nel modo sbagliato!

7. Neil Patrick Harris è una delle Meraviglie del Mondo

tumblr_n38uilKqvr1res7txo5_400

Ormai è impossibile pensare ad un mondo senza Neil e neppure ad un mondo privo di Barney Stinson, dei suoi completi, delle sue self-scommesse e dei suoi ‘legen – wait for it – dary!’. E’ un’enorme fortuna, quella che ha voluto regalarci nove anni in compagnia di questo spettacolare attore; in realtà, la fortuna è stata seguire, passo dopo passo, tutti gli attori di questa serie, egualmente talentuosi e indimenticabili. Non sappiamo ancora cosa porterà loro la vita, una volta che How I met your Mother sarà finito. Harris, senza dubbio sfrutterà il suo carisma e il suo fascino in molte altre cerimonie degli Emmy’s, e non solo, mentre qualcuno potrebbe diventare la prossima Jennifer Ariston. Con la piega che sta prendendo Capitan America, si potrebbe scommettere liberamente su Cobie Smulders.

6. Un po’ di mistero non guasta mai: elementare, Watson!


tumblr_mxoxqm3vYP1t2l3d5o2_250

Senza nulla togliere a capolavori come per True Detective oppure Lost, chi ha detto che anche una semplice sitcom non potesse avere una giusta dose di mistero e casi intriganti da risolvere? Per incominciare, sono nove anni che tentiamo di decifrare il mistero della ‘madre’ (o del perché il Ted del futuro decida di raccontare la storia della stessa ai suoi figli adolescenti). Aggiungiamoci infiniti elementi, sparsi qui e la, che trovano risposta nel corso di intere stagioni – se non più stagioni – che ci riconducono al futuro della storia a cui siamo assistendo. Ma, più di tutto il resto, come dimenticare il mistero dell’Ananas: riusciremo a scoprire, ora che la fine è vicina, il mistero che ha avvolto il frutto per questi anni? Ci riusciremo davvero?!

5. Le ‘Woo Girls’: istruzioni per l’uso

woogirls

Se ancora dubitavate dell’esistenza di queste leggendarie ragazze, rassegnatevi: esistono davvero. Per questo How I met your Mother vi offre un saggio consiglio, se mai vi doveste trovare nelle loro vicinanze: allontanatevi con cautela e circospezione verso l’uscita più vicina… o, per dirla in parole povere: fuggite, sciocchi!

4. Alcune cose hanno una data di scadenza…

tumblr_n1kdixZDPD1sf6ldyo1_500

E’ una cosa che Ted dice a Robin, alla fine della seconda stagione, quando i due realizzano di avere obbiettivi diversi nella vita. Ma a Ted occorrono altri sette anni per capire a pieno il significato di quella frase: impariamo qualcosa da ogni nostro fallimento, da ogni errore, da ogni relazione andata a finire male. Il rapporto con Robin potrà non aver funzionato ma ha aiutato Ted a diventare l’uomo che avrebbe incontrato la ragazza giusta, l’unica ragazza per lui. Anche questa, naturalmente, è una storia degna di essere raccontata.

3. …alcune cose, invece, non ce l’hanno

5335a61874aafd2e55caa769_himym-500

Potrà anche essere vero che le relazioni hanno una data di scadenza ma, per fortuna, (in alcuni casi) le amicizie no. Mi riferisco a Ted e Marshall che, molto più di tutti gli altri, ci hanno regalato, episodio dopo episodio, momenti indimenticabili e sincere dimostrazioni di affetto e lealtà. Se prima la canzone ‘500 Miles’ era sinonimo di Benny & Joon, siamo certi che per i posteri avrà un significato completamente nuovo, probabilmente associato proprio a quel viaggio in macchina. E se la canzone non vi è ancora entrata dentro… mettetela in loop: prima o poi coglierete la sua magia anche voi.

2. Potresti amare cose che hai odiato da sempre

tumblr_n1j8hoYfmX1r4w3o0o1_500

Ted ha capito, nel tempo, di poter amare cose che ha odiato per tutta una vita: prima con il bourbon e, più recentemente, con il bacon. E’ una questione di evoluzione, poiché ha capito determinate cose quando si è sentito pronto, se vogliamo, e dunque è logico pensare che il tempo che ha impiegato per incontrare la donna giusta per lui – nove stagioni: non tre, non cinque, bensì nove! – fosse esattamente il tempo giusto, adatto a lui per fare questa scoperta. Non bisogna mai accelerare le cose: capiterà tutto quando deve capitare.

1. Anche le sitcom possono spezzarti il cuore

tumblr_mwh328Vsb71rsb9w3o1_500

How I met your Mother non è la prima sitcom a ricordarci che, dopo una buona dose di risate ed ironia, anche i momenti tragici possono rientrare nel ciclo di una storia. Nel nostro caso, quando il papà di Marshall è morto nella sesta stagione, tutti ci siamo commossi, realizzando che la storia era molto più che una semplice sequenza di paradossi e bevute nel solito, stesso bar. Ma cosa ve lo dico a fare? Il finale è a poche ore e, ammettiamolo: sarà emozionante da morire, succeda quel che succeda.

Grazie a How I met your Mother e a voi, che l’avete seguito fino alla fine, come me. Spero che, come per Ted e i suoi amici, la vostra vita possa essere legend – wait for it! – ary!

tumblr_inline_mq9hcskK631qz4rgptumblr_n39f92MFPv1rp7gx7o1_500

Comments
To Top